Google Translate      

L'Altra Informazione: Ricerca e Scoperte


Articolo letto: 34660 volte | Inviato il: 17-5-2007

NUOVI STUDI CONFERMANO (ANCORA UNA VOLTA…) LA TELEPATIA

 

La Telepatia – intesa come la capacità di trasmettere, percepire, condividere emozioni a distanza – è uno dei fenomeni anomali più controversi. Come al solito, quando le prove ci sono e sono pure ‘scientifiche’, gli scettici non sanno più cosa inventarsi per negare l'evidenza...


Traduzione a cura di Antonella Caggiani

 

La telepatia è uno di quei fenomeni che vengono accettati come possibilità o realtà oppure come qualcosa senza sostanza rappresentata da un abile illusionista.
Essenzialmente riguarda il fatto che menti separate possano essere in collegamento al di là della distanza o delle circostanze. La questione è molto controversa. Da una parte si accetta la realtà di questo fenomeno e dall’altra si rifiuta a priori.


Lo scorso anno, la British Association of Science ha creato una sezione separata nell’ambito del suo «Annual Festival of Science» per permettere ad uno scienziato (nella fattispecie Rupert Sheldrake) di analizzare la Telepatia Telefonica, fenomeno che abbiamo tutti esperimentato o almeno la gran parte di noi: all’improvviso pensiamo ad una persona, il telefono suona ed è propria la persona a cui abbiamo pensato. L’analisi di tale fenomeno è stata al centro di un’enorme controversia.
Il professor Peter Atkins ha commentato, in occasione di un’intervista radiofonica, che gli esempi usati erano inconsistenti, che gli effetti erano statisticamente insignificanti e che gli esperimenti non erano stati condotti in modo ‘scientifico’.


Sempre Atkins ha ammesso a posteriori che non aveva effettivamente visto le conclusioni dell’esperimento ma ciò non cambiava nulla rispetto a quello che aveva dichiarato aggiungendo che non esisteva nessuna seria ragione per credere negli effetti della telepatia. Non tutti gli scienziati concordano con Atkins, come vedremo.
La critica mossa contro la British Association scaturisce da un tentativo di valutare se l’assunto della Telepatia Telefonica sia reale.


Gli esperimenti di Telepatia Telefonica sono stati eseguiti dal dottor Rupert Sheldrake che sta esaminando questo fenomeno da molti anni. Egli afferma che la persona che sta facendo la telefonata ha naturalmente già pensato alla persona che sta chiamando. È questo quello che la persona dall’altra parte rileva fisicamente prima che il telefono squilli.
Sheldrake ha chiamato centinaia di volontari, ognuno dei quali ha nominato quattro amici. Uno di questi quattro è stato tirato a sorte per fare la telefonata all’amico ricevente. Quest’ultimo deve dire prima di rispondere al telefono quale dei quattro amici lo sta chiamando. Statisticamente, la probabilità da sola decreta che 1 volta su 4 o il 25% del tempo le risposte sarebbero corrette
Il risultato ha mostrato che il 42% delle volte le persone indovinavano chi le stava chiamando. Gli scettici vedono il loro punto di vista ripetutamente sfidato.
Un altro test familiare alla maggioranza delle persone è il ganzfield test nel quale una persona deve indovinare una forma disegnata su una carta girata. Di recente è stata portata a termini un’analisi combinata di questi tests (3000 eseguiti fino al 2004). Nuovamente l’indice di successo sarebbe dovuto risultare pari al 25%. I risultati hanno mostrato invece che l’indice complessivo di successo è stato del 32%: un numero piccolo ma statisticamente ricco di significato. Gli scettici rifiutano ancora di accettare le scoperte, affermando che sono state fatte analisi non corrette.

 

 

 

Nuovi passi avanti


Gli scienziati inglesi e americani stanno fornendo prove che sfidano ancor più questo irrazionale scetticismo. I cervelli delle persone vengono ora monitorati durate gli esperimenti. I risultati di tali esperimenti vengono dettagliatamente menzionati nei giornali scientifici e mostrano che qualcosa di straordinario sta realmente accadendo.
Con la disponibilità dell’alta tecnologia e delle successive analisi tecniche, la validità di questi esperimenti non può essere negata facilmente.
Il dottor Mario Kittenis dell’Università di Edimburgo, usa le tecniche dell’EEG (elettroencefalogramma) per fornire prove valide dell’esistenza della telepatia. Persone con forti legami tra loro decidono chi sia il ‘mittente’e chi il ‘destinatario’. Vengono poi portate in stanze separate e collegate ad apparecchiature EEG che monitorano le attività di talune parti del cervello. Una volta in queste stanze i soggetti vengono sottoposti al suono ritmico di un tamburo per portare i loro livelli di coscienza ad uno stato similare. Una volta in questo stato, lampi di luce casuali vengono trasmessi al ‘mittente’. Questo scatena un’attività nella corteccia visiva del cervello (l’area che si attiva con i segnali trasmessi dagli occhi). La scoperta sorprendente consiste nel fatto che la corteccia visiva del ‘destinatario’ risponde in maniera simile, nonostante egli non sia stato esposto a nessun lampo di luce.
Gli scettici hanno sempre più difficoltà a negare queste scoperte ma affermano che deve per forza esistere qualche errore sconosciuto nell’esperimento che causa questo tipo di risultati.
In America, Todd Richards dell’Università di Washington ha eseguito esperimenti simili con tecniche più sofisticate come l’FMRI (Functional Magnetic Resonance Imaging) che riescono a studiare l’attività cerebrale più in dettaglio. I risultati ottenuti sono stati gli stessi di quelli ottenuti utilizzando macchinari per l’EEG, vale a dire che il ‘mittente’ che viene esposto a lampi di luce casuali, scatena non si sa come la stessa reazione nella corteccia visiva del ‘destinatario’. È stato effettuato un numero significativo di questi esperimenti che hanno prodotto ogni volta gli stessi sorprendenti risultati. Entrambi i team del dott. Sheldrake e del dott. Richards hanno affermato che devono essere realizzati molti più esperimenti prima che possano essere tratte delle conclusioni sostanziali. Ma anche a questi stadi iniziali entrambi i team considerano queste scoperte come la conseguenza di un fenomeno anomalo.

 

 

 

Conclusione


È fuori di dubbio che gli scettici continueranno a dare sempre le stesse risposte. Hanno preteso prove per anni, e quando queste sono state fornite, hanno sostenuto che non fossero ‘scientifiche’. Ora che vi è una prova scientifica, senza dubbio contesteranno i metodi così come hanno fatto l’anno scorso con Sheldrake.
Talvolta mi chiedo come si possa progredire quando così tante persone dedicano così tanto tempo a rifiutare di accettare quello che moltissime persone accettano ormai come un dato di fatto.
Ci sarà un seguito a questo articolo in riferimento ad esperimenti fatti recentemente in Italia che hanno mostrato come le cellule nervose continuino ad interagire tra loro anche quando vengono separate ed isolate l’una dall’altra.


Come i segnali di luce fanno sì che il ‘destinatario’ risponda nonostante la distanza, allo stesso modo queste cellule nervose agiscono nella stessa maniera anche quando solo un set è esposto alla luce.

 

[Fonte: http://www.book-of-thoth.com/article1683.html]

 

 

 

Commenti pervenuti:

Inviato da: virgilio  19/07/2012 9.52.38
 Commento:  

Stavo appunto leggendo tutti questi racconti, mentre ad un tratto decido di avvisare un collega di lavoro che in ufficio c'è un pacco per lui, il suo telefono è spento ma nello stesso preciso istante mi chiama lui per chiedermi di quel pacco e venirlo a ritirare. Dico preciso istante perchè abbiamo due linee telefoniche io lo cercavo dalla linea per i cellulari mentre lui mi chiamava su quella per la rete fissa.

 


Inviato da: Stefano  26/02/2012 21.33.26
 Commento:  

Io alla telepatia non ci credo mi sembra una cosa fuori logica dalla portata della sapienza umana, però si noto sempre con stupore e meraviglia che man mano che cresco, cresce in me questo diciamo coincidenza telepatica; ho notato che con me non funziona con chiunque, riesco solo ad usarla con chi è per me importante, amici, familiari, fidanzata, riesco a sentirli a distanza se si sentono bene o male, se stanno piangendo o son felici... molte volte è capitato di prendere il telefono e chiamarli perchè li sentivo piangere e/o indovinare un certo evento anche banale del quotidiano; oggi 26/02/2012 in chat invito mia cugina ad ascoltare Unchained Melody al dilà del film del 1990 la canzone è molto romantica la stavo cantando tutta la settimana per dimenticare un amore perso, mia cugina in chat mi risponde che la sua insegnante gli diede da tradurre proprio la canzone che gli stavo consigliando di ascoltare... a volte penso e mi spiego cosi la faccenda, che se strumenti o computer inanimati possono farlo a volte penso che possiamo farlo pure... non so fino a dove potrebbe essere utile o dannoso riuscire a sviluppare questa capacità, di certi doni noi umani capaci solo di autodistruggerci potrebbe essere un arma che non sappiamo con sapienza usare con umiltà, quando posso cerco di non farci caso

 


Inviato da: gemma  14/02/2012 23.40.47
 Commento:  

scrivo anch'io perchè credo di percepire alcune cose..credo che per essere telepatici bisogna essere molto sensibili e anche saper ascoltare i segnali del nostro corpo..all'inizio quando mi venivano in mente questi pensieri pensavo di essere un genio..ad esempio spesso mi è capitato di pensare a cure particolari ,a nuove scoperte,però dopo un pò di tempo queste mie scoperte venivano dette al telegiornale...visto che mi è capitato tante volte alla fine ho capito che i pensieri che mi arrivavano erano pensieri di altri..probabilmente gli inventori in qualche modo involontariamente mi inviavano le loro scoperte..col tempo ho capito meglio come funziona..inanzitutto i pensieri non hanno lingua..ma sono trasmessi attraverso immagini sentimenti concetti,noi possiamo percepire messaggi anche da persone che parlano una lingua diversa dalla nostra ..e come se in certi momenti si aprissero delle porte nel nostro cervello che ci fà percepire messaggi di altri che comunque devono aprire le loro porte...quindi se i test si fanno con persone che percepiscono la telepatia no funziona ..ci deve essere una capacità percepita e non da entrambi..non è facile spiegare..mio marito ormai per me non ha segreti ..a volte sembra essere lui il telepatico perchè pensa una cosa e io subito dopo gli chiedo la stessa cosa che ho pensato..
ci sarebbero tante cose da dire ma l'argomento è difficile da spiegare anche per chi come me lo vive tutti i giorni..e non sempre è bello sapere cosa gli altri pesano di te o dei tuoi familiari..saluti gemma.

 


Inviato da: Federica  10/02/2012 10.12.28
 Commento:  

Salve...Il mio ragazzo ed io stiamo insieme da 9mesi...sin dall'inizio il numero tre ci ha accompagnato, manifestandosi molto spesso. A volte anche in modo strano (incontrare tre tassi per la strada non è da tutti i giorni) poi è iniziata una sorte di telepatia...quando il mio ragazzo partiva per farmi una sorpresa io lo sentivo prima...oppure prima che dicesse qualsiasi cosa, già sapevo cosa stava per dire...a parte questi banali esempi ho notato che anche quando uno dei due sta male...lo percepiamo!
Io ho una gemella, e con lei mi capita spesso di provare le stesse cose...o avere i medesimi pensieri contemporaneamente....e dato che si dicono storie sulla telepatia tra gemelli, non le ho dato peso. Ma col mio ragazzo la cosa mi sembra strana...proprio ieri sera abbiamo provato a fare dei piccoli esercizi per vedere cosa succedeva: il primo consisteva nel pensare una cosa bella nei confronti dell'altro, poi un pensiero negativo. Quando lui pensava positivo, avvertivo una pressione al centro della fronte (e viceversa), quando pensava negativo sentivo delle pressioni alle tempie! Dopo di ciò abbiamo provato ad immaginare delle figure geometriche...ho iniziato io e lui indovinava...e viceversa! infine abbiamo provato coi numeri, prima da uno a dieci...poi da uno a venti! I risultati sono stati incredibili! Vorrei sapere se c'è una spiegazione a tutto questo e che significato potrebbe avere la ricorrenza del numero tre con la telepatia! grazie infinite!

 


Inviato da: Fabrizio Leonardi  03/01/2012 7.09.02
 Commento:  

La Telepatia iintesa come trasmissione del pensiero senza ausili di supporto alla cominucazione cioè solo con la forza della mente per me è impossibile ma alcune eccezzioni ci sono,quante volte si è detto mi sento in sintonia con quella o questa persona,quante volte persone intorno a noi hanno detto prima di voi ciò che pensavate ,questo per me è lo stare in risonanza cioè sulla stessa frequenza di trasmissione e ricezione , come una stazione radio irradia il proprio programma nell'etere ed alcuni ascoltatori sono sintonizzate su quella frequenza , sò che tanti di voi mi daranno del pazzo ma penso che si possono costruire determinati ricevitori per catturare i pensieri e ciò che si prova insomma ricevitori radio dei nostri pensieri .

 


Inviato da: Sambuy Vittorio  23/12/2011 11.39.39
 Commento:  

Gli encefalogrammi provano che il pensiero è trasmesso anche per via elettrica. Quindi il pensiero è energia, conseguentemente deve rispondere alla prima legge della termodinamica: è indistruttibile.
Probabilmente dall'esame del fenomemi telepatici si dovrebbe dedurre che esiste un "campo" attrarverso all quale l'energia si trasmette.
Ma dove va poi a finire tutta quell'energia?
Forse ad accrescere la materia oscura?

 


Inviato da: Maria Teresa  09/11/2011 11.41.22
 Commento:  

Io penso sinceramente che una buona parte delle funzioni del nostro cervello siano ancora da scoprire....Credo nella telepatia. La mia personale esperienza mi fa credere nella telepatia. Avevo 17 anni (adesso ne ho 62) quando incontrai a Roma un ragazzo israeliano mio coetaneo. Amore a prima vista per entrambi. Siamo stati insieme 2 anni sapendo che per noi non ci sarebbe stato alcun futuro. Lui sarebbe dovuto partire per il servizio militare (3 anni) e proseguire gli studi nel suo paese. Suo padre (allora colonnello dell'aereonautica) era irremovibile; e poi c'era la questione della religione, allora i più la pensavano in modo diverso. Quando lo accompagnai all'aereoporto il 12 novembre del '68 piansi disperatamente perchè ero certa che non lo avrei più rivisto. Ricevetti poche cartoline dal servizio militare, ma in ognuna diceva la stessa cosa: "tuo come sempre per sempre". Nel luglio del '69 tornò a Roma per due giorni dato che i suoi genitori stavano ancora qui. Mi chiamò e ci vedemmo. Mi disse, con gli occhi lucidi, di dimenticarlo e che lui avrebbe fatto altrettanto perchè era così che doveva andare.....Non mi scrisse più. Ma io lo aspettai. Vivevo con il pensiero di lui e sognavo spessissimo il suo ritorno. Mi isolai per un bel po' di tempo, ma poi cedetti alle amicizie che cercavano di aiutarmi a dimenticare. Nel 1971 ebbi un flirt con un ragazzo che mi stava dietro da tempo. Era carino ed educato. Ma non provavo nulla. Poi conobbi il ragazzo che sarebbe diventato mio marito. Non sentivo quello che avevo sentito per il mio primo amore, era qualcosa di diverso. Però tenevo a questo ragazzo, mi piaceva stare con lui e quando non c'era mi mancava. Dopo tre anni di fidanzamento decidemmo di sposarci. Avevo avuto notizie da qualche conoscente del mio ragazzo israeliano, e decisi di contattarlo ancora una volta prima di fare il grande passo. Nel '75 ebbi il numero di telefono da un amico comune. Fu felice di sentirmi e dopo i convenevoli mi disse che si era sposato. Lo immaginavo. I suoi genitori già gli avevano combinato il matrimonio da un bel pezzo, già quando stava a Roma, me lo disse allora. Gli dissi che anche io stavo per sposarmi; prima di farmi gli auguri, disse che gli era capitato spesso, nel corso degli anni, di pensare a me quando gli succedeva qualcosa di bello e che era molto fortunato perchè le cose belle gli capitavano spesso... mi fece gli auguri e ci salutammo. La mia vita è andata avanti come quella di migliaia di persone. Matrimonio, figli, casa. Ogni giorno però ho pensato a lui, anche più di una volta. Ho continuato a sognarlo. Sognavo che il telefono squillava ed io sapevo che era lui. Sentivo la sua voce che mi parlava. Sono passati gli anni, tanti. Io ancora penso a lui. Spesso mi capita di passare nei luoghi che ci hanno visto insieme ed in quei momenti sento una vicinanza a lui molto forte. Circa due anni fa scoprii Facebook. Fu una vera rivoluzione nel mio cervello. Avrei potuto trovarlo. Digitai il suo nome ogni giorno, ma niente: evidentemente non gli interessava. Passò un mese. Poi un mattino di gennaio alle 9 e 30 il mio grido sfondò quasi le pareti di casa (meno male che ero sola). Lo avevo trovato! Lui stava lì, la sua foto era lì. Lo riconobbi nonostante i capelli bianchi e il viso arrotondato. Gli mandai un messaggio e il testo di una filastrocca in ebraico (difficilissima) che lui mi aveva insegnato 44 anni prima. Mi rispose immediamente citandomi esattamente il mio numero di telefono di allora. Abbiamo passato un paio di mesi scambiandoci notizie e foto dei figli. Ci sentivamo spesso. Una volta disse che aveva sognato di telefonarmi ed io tardavo a rispondere, tra i vari "hahahaha" disse "la prossima volta che ti chiamo non farmi aspettare eh?" Ero felice, lo avevo ritrovato. Andammo avanti così per quasi tre mesi, poi ad un tratto tutto finì. Mi mandò un messaggio di scuse: aveva dovuto chiudere l'account perchè la moglie gli aveva creato problemi; il suo ultimo messaggio: "ti auguro ogni bene, addio" . Ho rispettato i suoi desideri e non l'ho più cercato pur avendo a disposizione la sua e-mail. Anche se mi è rimasto un po' di amaro in bocca, capisco che forse è stato meglio così. So di certo che lui mi pensa ogni giorno come lo penso io. Lo sento chiaramente. So anche che un giorno, non necessariamente nell'aldilà, ci ritroveremo, perchè cercheremo il modo per poterlo fare. Grazie di avermi ascoltato.

 


Inviato da: aurora  28/10/2011 16.37.52
 Commento:  

io ho solo 11 anni e a volte mi succedono cose inspiegabili:mischio 40 carte ne desidero fortemente 1 e quella che giro è proprio quella ma non è successo 1 volta sola ben circa 5 di seguito!!! ma la cosa più pazzesca è quando ho giocato 1 schedina al superenalotto e ho vinto10.000 euro era 1 volta che giocavo e desideravo fortemente vincere poi quando ho giocato la 2 non ho vinto ma lo sapevo di non vincere perchè qualcosa mi diceva così...ne ho parlato con i miei e mi hanno detto che questo fenomeno si chiama il sesto senso ovvero telepatia ma io volevo saperne di più anche perchè questo fenomeno in me è troppo frequente e sto continuando a cercare e ricercare qualcosa o qualcuno che mi dia spiegazioni.
grazie mille a tutti!!!

 


Inviato da: A.l.y.  15/09/2011 21.48.13
 Commento:  

Buonasera, leggendo i vostri commenti abbiamo deciso di condividere con voi la nostra esperienza.
Dopo aver trascorso esperienze che ci hanno lasciato il segno, per l'ennesima volta ci siamo trovati davanti ad una situazione che mai avremmo immaginato di poter vivere. Da premettere che ci siamo innamorati dinnanzi il sorgere del sole e che spesso ci siamo svegliati per osservarlo insieme. Un giorno mentre uno di noi due era fuori per lavoro osservava l'alba sotto una nuova vista decise di mandare un sms per svegliare e "rendere partecipe" l'altro, beh non fu necessario! Dall'altra parte già da qualche minuto ci si era svegliati perchè nel sonno sentì la voce dell'altro che sussurrava: "eccola, qui c'è l'alba!!!". P.s. casi di "telepatia telefonica" sono di ordinaria amministrazione.

 


Inviato da: Alessio  09/08/2011 0.52.12
 Commento:  

Tra i commenti di questa pagina ne ho letto uno del 2008 di una persona che affermava di sentirsi, in quel periodo, in contatto telepatico con una persona con cui aveva condiviso i suoi sentimenti per un periodo molto importante della sua vita. Scriveva: "il nostro rapporto e' stato reciso con un taglio netto per una scelta di tipo razionale. in certi momenti della giornata mentre sono anche molto impegnata dal punto di vista mentale in altre cose,sono letteralmente subissata di flash di immagini e di sensazioni ora di dolcezza ora di rifiuto che non riesco a controllare."
Ebbene, io proprio in quel periodo sono stato protagonista di una vicenda uguale: ho tagliato i rapporti in modo netto con una persona importante, e la pensavo intensamente in quel periodo. Dal nick che si è dato questa persona (Lor) deduco che potrebbe essere proprio lei, e leggere questa testimonianza mi dispiace, perchè una delle mie più grandi preoccupazioni, quando la pensavo, era che i miei pensieri potessero raggiungerla telepaticamente, cosa che non volevo, essendo quei pensieri uno sfogo personale della mia mancanza di lei, che non volevo la coinvolgessero.

 


Inviato da: Alice  01/08/2011 17.22.20
 Commento:  

da quando ho iniziato ad interessarmi dell'argomento ho iniziato a fare più attenzione a queste "casualità" e mi capita sempre più spesso di "intercettare" le chiamate delle mie amiche ... sapere ancora prima di rispondere e vedere le chiamate chi mi sta facendo squillare il telefono ... riuscire a prevedere cosa stanno per dire e fare le persone che mi sono vicine... e non mi è ancora capitato di sbagliare

 


Inviato da: filorosso  21/07/2011 15.22.42
 Commento:  

ciao a tutti, vi segnalo l'arrivo in italia di questo documentario, un'indagine molto originale del fenomeni psichici e paranormali che tiene insieme telepatia, precognizione, remote viewing, psicocinesi e guarigione... si chiama Something Unknown (Qualcosa di Sconosciuto) ed è appena arrivato in dvd, qui trovate il trailer: http://www.youtube.com/watch?v=cVoIyb_wHFk

 


Inviato da: Alessandra de Franceschi  11/05/2011 20.15.51
 Commento:  

Salve, vorrei comunicarvi alcune esperienze personali di telepatia.
Premetto che ho ricevuto un?educazione scientifica e razionale(studi scientifici con laurea in astrofisica + specializzazioni/master vari) e attualmente lavoro in una società di telecomunicazioni internazionali. Sono abbastanza a disagio nel mettere per iscritto le mie percezioni.
Già da ragazza avevo percezione di fenomeni ?anomali?. Tra questi la telepatia.
Quand?ero all?università l?utilizzavo a mio vantaggio: in attesa di sostenere un esame orale ?sceglievo? 2-3 argomenti del programma (comunque approfonditamente studiato in ogni sua parte) e mi presentavo pensando intensamente a questi. Ero convinta che così facendo avrei influenzato l?esaminatore, in quel momento mentalmente alla ricerca di argomenti da sottoporre all?esaminanda.
Negli anni in cui ho applicato questa tecnica, gli ultimi due del corso, solo in un caso non sono riuscita ad influenzare l?esaminatore, (ma la persona che avevo davanti aveva realmente una mente contorta!), mentre a volte succedeva che ben 2 delle domande d?esame fossero di quelle ?scelte? da me! I miei colleghi erano interdetti.
Con gli anni questa capacità era aumentata, percepivo cosa pensavano gli altri, ma a mia volta celavo a mala pena i miei pensieri. Capisco che questo è facilmente spiegabile col linguaggio del corpo per cui non mi dilungo.
Per me non era nulla di ?paranormale?. Me lo sono sempre spiegato col fatto che la nostra mente, il nostro cervello, produca e quindi emetta onde, di natura non ancora identificata, che normalmente vengono contenute dalla scatola cranica, ma, se intense e/o vicine, come qualsiasi altra forma di energia può essere decodificata da un altro cervello ?ricevente?.
Ma la faccenda, che inizialmente mi divertiva, cominciò ad infastidirmi perché la sentivo come una vicendevole invadenza della privacy più intima: i pensieri. Fino ad un giorno di circa 11 anni fa.
La situazione era la seguente:
Palermo, mega-convention aziendale di direzione, centinaia di partecipanti. La convention era stata fortemente voluta e accuratamente organizzata dal direttore di Business Unit, che conoscevo solo di vista. Sul grande palco erano presenti vari direttori.
Io ero tra la folla tranquillamente seduta, concentrata ad ascoltare gli interventi quando sono stata colpita da un pensiero di morte, forte e sferzante, gelido e buio, che mi ha fatto trasalire e mi ha bloccato il respiro per diversi secondi per poi lasciarmi pallida dalla paura e grondante di sudore freddo per alcuni minuti. Ne ho percepito distintamente anche la direzione, verso la quale mi sono voltata, individuando due possibili persone sul palco dei direttori da cui poteva provenire tale pensiero.
Solo un mese dopo ho saputo che una di queste due persone, proprio il direttore della Business Unit, che tanto si era dato da fare per anticipare la convention, era stato operato di un brutto cancro ed era in fin di vita. Sono sicura di aver ?assorbito? quel suo pensiero violento, quella sua paura, che, sorta mentre parlava, aveva violentemente e volontariamente respinto.
Da quel giorno mi sono sempre più sforzata, deliberatamente, di ?spegnere il ricevitore?.
Nel ringraziarvi della pazienza avuta nel leggere il racconto di questa mia esperienza, vorrei dirvi che ho altre esperienze da raccontare di tipo diverso.
P.S. Anche mia sorella, distinto medico chirurgo, soffre di esperienze telepatiche indesiderate.

 


Inviato da: Pietro  10/03/2011 18.03.00
 Commento:  

salve ho letto molti commenti e mi avete convinto a raccontarvi anche una mia esperienza. Una notte ebbi un incubo alle 1 di notte: ero nel mio letto e quando cominciai a sognare ero quasi sveglio ma il sogno sembrava molto reale e riuscivo anche a percepire con tutti e 5 i sensi quello che stava accadendo. Ero sdraiato a letto a pancia in su con gambe e braccia distese parallele al corpo e dormivo quando ad un certo punto mi svegliai perché sentivo le braccia come se fossero strette da delle corde, aprii gli occhi e vidi 2 serpenti di colore scuro del diametro di 5 cm circa per braccio. 3 di questi serpenti non mi dispiaceva la loro presenza,anzi, ma il serpente sulla parte alta del braccio sinistro mi terrorizzava a morte! Si slegò dal braccio infilandosi nel letto, così mi alzai sul letto gattonando verso i piedi del letto anche nella realtà per andare ad accendere la luce evitando il serpente e quando la accesi era sparito e mi svegliai completamente e tornai a dormire. La mattina seguente stavo facendo colazione con mia mamma e le dissi che avevo fatto un incubo e prima ancora che potessi raccontarglielo mi disse che anche lei aveva fatto un incubo in cui lei era in piedi sul letto mentre mio papà stava cercando un serpente che era in camera loro che non trovavano più! Alla fine le raccontai il mio e perfino il tipo e la grandezza dei serpenti dei due sogni coincidevano! Stessa notte stessa ora e praticamente metà sogno coincidevano, anzi sembrano due pezzi di un sogno unico un episodio per persona. Ciao e grazie dell'attenzione! Pietro

 


Inviato da: Seanna  26/02/2011 17.33.58
 Commento:  

A volte ho come l'impressione di "leggere" nel pensiero di persone vicine, fisicamente intendo, delle frasi precise. Purtroppo non ho modo di appurare se sia la verità. Un episodio che comunque ho vissuto e accertato e questo: ho mandato alla lavagna una mia alunna pregandola di scrivere una frase per poterla analizzare, ebbene ha scritto esattamente la frase che io avevo pensato e che non era per niente scontata....è la prima volta che posso accertare una forma ti telepatia. Che ne pensate?
Seanna

 


Inviato da: marco  30/01/2011 11.59.25
 Commento:  

Non sono sicuro dell'esistenza di tutti i fenomeni descritti in questi commenti, ma sono sicuro della telepatia perche' ne ho avuto una esperienza diretta ed inequivocabile.
e' accaduto 50 anni fa, quando avevo venti anni, in un teatro di campagna. c'era un "mago" che faceva cose straordinarie, (ipnotismo, telecinesi, preveggenza, chiaroveggenza ecc...)
mi chiamo' sul palco per un esperimento di telepatia. Si bendo' e mi chiese di nascondere un oggetto, cosa che io feci. Da quel momento in poi io pensavo e lui parlava. Mi chiese dove fosse l'oggetto ed io glielo dissi ma lui non capi' la parola che usavo (era un uomo piuttosto rozzo ed ignorante) Allora io dissi(pensai) faccioamo cosi', ti condurro' all'oggetto: fai un passo avanti, e lui lo fa, gira a destra, e lui gira, chinati, cerca dietro al legno con la mano destra, lui fa tutto; stai attento perche' sei sul ciglio del palco e potresti cadere, e lui, ma accidenti perche' mi fai correre questi rischi, potevi usare un posto piu' sicuro.
Insomma il colloquio si e' svolto come se io parlassi ad alta voce e lui sentisse. Quando poi sento parlare di esperimenti che indovinano la carta al 65% mi viene da ridere: se il fenomeno c'e' ed i due soggetti sono all' unisono il risultato deve essere al 100%. Non ho piu' avuto altre esperienze per il resto della mia vita.
Quello che ho capito e' che per poter accedere a poteri extrasensoriali bisogna avere una mente semplice, libera da sovrastrutture. L'esperimento piu' impegnativo di telecinesi lo fece usando come tramite la mente di un neonato: quindi o la civilta' la cultura e la tecnologia oppure la forza del pensiero.........forse abbiamo intrapreso la strada sbagliata.

 


Inviato da: shila  03/01/2011 19.22.05
 Commento:  

ciao a tutti, vi ho letto vostri messaggi e ho pensato di partecipare. Penso che la telepatia faccia parte delle capacità celebrare di ogni uno di noi. nel verificarsi delle prime situazioni telepatiche o empatiche nella mia vita,ho pensato: e solo un caso. Poi ho capito che nn lo è e con prudenza ed equilibrio l ho accettato le mie capacità telepatiche. A volte riesco percepire i pensieri anche delle persone con le quali parlo per la prima volta,mentre con le persone che ho un rapporto affettivo funziona sempre. Io ci credo profondamente in questa nostra capacità, nn indago perchè nn è accettato, nn cerco a convincere nessuno, lo vivo, lo prattico e traggo soddisfazioni. Onestamente mi fa piacere leggervi, mi fa piacere sapere che nn sono l unica. Con miei figli capitava che mentre facevo un lavoro in casa pensavo loro ed immancabilmente venivano da me dicendomi: mi hai chiamata? con loro abbiamo proprio un accordo, se siamo lontani ci comunichiamo tramite i pensieri.ALTRO CHE CELLULARI!!!quando erano piccole e andavano a casa degli amici per un pomeriggio, x me che amavo tenerle vicino a me, mi manchavano, le pensavo e loro quando tornavano a casa mi dicevano :NN riuscivo giocare, mi manchavi. Allora mi sono costretta di nn pensarle con dispiacere che nn sono con me, per nn rovinare il loro primi passi di autonomia.E cosi, quando tornavano a casa con gioia mi raccontavano che giochi hanno fatto e che sono state bene. L'ultima testimonianza x nn annoiarvi: dopo la maturità mia figlia piu grande è partita a Grecia x 2 settimane.Mi ha raccomandato di nn telefonare ogni ora e nn scriverle sms ogni minuto. Io ero tranquilla xhe andata via con le sue amiche,poi reputavo grande....quindi le telefonai solo la sera, ma dopo il terzo giorno ho avvertito un suo disaggio, una sua nostalgia x la casa, una sua tristezza. Da quel momento ho cominciato telefonarle piu spesso con varie scuse, scriverle sms raccontando cosa facciamo noi a casa, chiedere lei cosa fa ect. Insomma al suo ritorno mi ha confermato quel mal essere che io ho percepito, ma nn voleva dire x nn farci preoccupare e che le si è passato quando ho cominciato chiamarla piu frequentemente....

 


Inviato da: DD  02/01/2011 20.12.55
 Commento:  

ho capito molto tempo dopo che ho questa "facoltà" o ulteriore "senso" mi sono successe molte cose ma non ho mai collegato quello che succedeva alla telepatia .un esempio su tutti ho superato l'esame di stato grazie all'unico esercizio che chiedeva la traccia dell'esame.Il giorno prima non sapendo da dove iniziare ho imparato a memoria uno a caso (comunque ho "sentito" che dovevo imparare)il giorno dopo la traccia dell'esame di ............ chiedeva un esempio ben preciso ,era esattamente quello che avevo memorizzato.poi tante altre cose che pero ho notato avvengono nel momento del bisogno estremo e senza pensarci ma con estrema facilità .Grazie

 


Inviato da: Massimo  14/08/2010 18.54.32
 Commento:  

Credo che messaggi e persone di cui prevediamo l'incontro, o telefonate che prevediamo ecc, siano una prerogativa di tutti noi che siamo qui a leggere. Credo cheora la cosa importante sia quella di saper convogliare la nostra voglia di crescere, evibrare, in uno stato di evoluzione. Detto che la consapevolezza sia insita in tutti noi, nonchè il dubbio della prova, ad ognuno di noi inutile, ormai, capire COME poter utilizzare la nostra mente. E' un discorso di energia. Qui ho letto elettricità. Ma non è questo. Bisogna riuscire a riconoscere l'energia con la quale veniamo a contatto. Credete che capire se ad una persona siamo antipatici a pelle, sia preveggenza? No. E' solo riuscire a percepirne l'energia, e così, entrare in contatto con l'energia altrui, sia di persona, che a distanza. Non chiedetemi come fare. Fatelo e basta.

 


Inviato da: mello sequeira  17/07/2010 10.11.10
 Commento:  

Anni fa io e un mio caro amico che partiva dalla Sicilia che si trasferiva a Firenze (motivi di lavoro)decidemmo di comune accordo di effettuare un esperimento di telepatia. Entrambi ci credevamo.Dopo una quindicina di giorni, mi capitò di realizzare un sogno la mattina quasi prima di svegliarmi. Avevo sognato io, lui, altri vestiti da monaci in un ambiente silvestre che conversavano di temi trascendentali. La cosa mi stupì. Mi ricordai dell'impegno che avevo preso con il mio amico. Pensai che anche lui stava trasmettendo un messaggio. Appena sceso di casa mi accorsi con stupore che nella buca c'era una cartolina. Ecco mi dissi è Ludovico che mi ha scritto l'esperimento ha funzionato. Lessi il testo, e ancora magfgiore la meraviglia sulla riuscita dell'esperimento:l'immagine illustrava un dipinto; alcuni monaci in conversazione al giardino dei Boboli! Grazie

 


Inviato da: E.M.  04/07/2010 16.37.55
 Commento:  

..è tutto davvero naturale ..quando proviamo delle emozioni sprigioniamo energia e quando ci affezioniamo a qualcuno questa energia è più forte e tenta di giungere quando vuole nella mente della persona in questione sottoforma di impulsi elettromagnetici che vengono percepiti dall'altro in forma positiva sul emisfero sinistro e in forma negativa se pensiamo in negativo sull' emisfero destro e ce ne accorgiamo dal sibilo acustico di entrambi gli emisferi..

 


Inviato da: roberta  15/06/2010 16.01.09
 Commento:  

Credo fermamente che nella nostra mente abbiamo poteri e capacità che ora non possiamo neanche immaginare e sono lì in attesa che noi le facciamo riemergere. Grazie ad alcuni corsi che ho fatto, come camminare sui carboni ardenti e di motivazione, ho toccato con mano le mie capacità!E' stato strabiliante!meraviglioso!E oggi guardando film come "Il pianeta verde"o "Prossima fermata paradiso" o "The Secret" e altri, so che nulla ci è impossibile se solo ci concentrassimo sulla conoscenza e alla scoperta di noi stessi.
Un forte abbraccio a tutti!
roberta

 


Inviato da: Gina  02/04/2010 11.59.40
 Commento:  

Che devo dire? L'essere umano è un essere eccezzionale! Sa fare un sacco di cose! Non sono solo alcuni così! Abbiamo tutti un QI ecezzionale, la telepatia, la telecinesi... Solo che alcuni la sanno usare bene e ci credono, mentre gli altri fanno l'inverso! Adoro questo sito, ma ora devo prepararmi per gli esami. Ciao!

 


Inviato da: damiano  22/03/2010 12.40.21
 Commento:  

come è possibile sviluppare tutte le capacità descrite daglì utenti? c'è bisogno di una predisposizione o sono capacità in tutti noi assopite?

 


Inviato da: malb  07/03/2010 16.17.07
 Commento:  

nn so quale sia la verita' ma tanti di voi solo per il semplice fatto di partecipare a questo forum hanno la sensazione che possa esserci un'energia parallela difficile da provare e sperimentare ma latente e probabilmente presente.. da quando sono piccola vivo strane coinicidenze, situazioni forse strane... la piu' particolare e reale non mi aveva spaventata sicuramente era curiosa.. ero da una mia amica quel giorno ero arrabbiatissima non ricordo per cosa so solo che toccandomi le gambe liberavo un'energia strana al punto da fare delle piccole scintille.. come quando prendiamo la scossa ma piu' visibile e non in maniera casuale perche' ne ero consapevole ..stupita lo facevo notare alla mia amica.. ne ero quasi divertita .. bah qualcuno di voi sa dirmi qualcosa di piu'?...con l'eletricita' ho un rapporto strano..in camera mia non ho mai la luce.. le fulmino talmente spesso che non le cambio piu'... solo strane coincidenze?.. penso di si .. pero' ormai ci faccio caso!.. parlando di sogni invece da piccolissima ne ho fatto uno che tutt'ora ricordo in maniera lucida ero una bambina mulatta che giocava con la sabbia e al mio fianco avevo una donna anche lei mai vista con capelli neri e lisci .. nel sogno era mia mamma.. e' possibile che una bambina di 4 anni possa sognare solo per suggestione una realta' cosi diversa?

 


Inviato da: francesca  30/12/2009 19.37.52
 Commento:  

Questa settimana ho sperimentato che pensando una persona a cui tengo veramente tanto e non potendola vedere sono riuscita a mettermi in contatto con lui. Me l'ha confermato oggi e ne sono entusiasta!!!! Voglio affinare questa mia capacità perchè mi darà grandi soddisfazioni. Provate e vedrete grandi cose. buon lavoro a tutti

 


Inviato da: fabio  24/09/2009 13.26.36
 Commento:  

sono circa 3 anni che sperimento un diverso stato di coscienza che si alimenti e altera autonomamente, sono entrato in contatto con diverse forme manifestate, sia attraverso il sogno che attraverso stati consci.
mi capita di vivere in semiluce prima di addormentarmi l'evoluzione psichica dei pensieri scaturiti sia il giorno stesso che mesi prima, con diversi rimandi a simboli e allegorie.
ultimamente mi vuole molto tempo per addormentarmi e per trovare quiete.
sono tre anni che ho scoperto di essere sensitivo, sto cercando di sviluppare la mia capacità senza creare disagio a nessuno e sopratutto senza forzature, ma ho ancora molti dubbi.
cerco di attribuire il senso giusto a ciò che vedo e che sento, ma il campo è vastissimo e le interpretazioni di verse.
probabilmente vi sono persone che hanno sperimentato queste cose, è strano che sin da quando ero bambino è maturata un gran consapevolezza ma il percorso evolutivo della mente non ha fatto altro che assottigliarsi fino a diventare quasi impercettibile,
come se fosse un involuzione silenziosa nell'evoluzione.
sono ancora molto giovane e in molti hanno tentato di scoraggiarmi, spesso ho cercato di usare la delicatezza e una buona dose di diplomazia, mi è stato difficile trovare un degno supporto e qualcuno che nn ti tratti come un marziano.
grazie a presto
fabio

 


Inviato da: xxx  18/09/2009 1.44.28
 Commento:  

centra poco ma io riesco a spostare oggetti mirandoli con la mano e anche ad alzarli ho provato a parlarne ma nessuno mi crede anche con prove visive ed ê per quqsto che non lo dico piû a nessun' altro

 


Inviato da: Karla  24/08/2009 23.57.43
 Commento:  

Ho strane e numerosissime forme di preveggenza, magiormente dovute a ciò che sogno e che molto spesso si avvera. sogno cose mesi prima o il giorno prima e poi si verificano. A volte incontro persone mai viste, che però ho sognato per mesi. A volte so che sta per suonare il telefono. A volte so anche chi mi sta chiamando. So quando nella mia famiglia nascerà o morirà qualcuno (da quando ero bambina).
Mia nonna aveva simili poteri. Penso però che sia una cosa molto comune, una capacità che hanno in tanti, che pochi accettano o comunque non capiscono di avere, probabilmente perchè non ne hanno l'occasione o non ne hanno bisogno. Karla

 


Inviato da: Paola Folli  01/08/2009 18.31.27
 Commento:  

Da molti anni convivo con esperienze di telepatia. Sono talmente sorprendenti che spesso faccio appello alla razionalità perchè mi creano turbamento. Accade quando vivo forti stati emotivi (amore o rabbia) nei confronti di persone con le quali sono in stretto contatto. Riesco a percepire le emozioni che provano e instauro uno scambio telepatico. E' importante vivere in armonia con gli altri. Le energie positive o negative si trasmettono e anche coloro che non ne sono consapevoli le percepiscono.
Vi auguro che presto i vostri studi diano risultati da convincere anche gli scettici.

 


Inviato da: Patrizia  10/07/2009 19.20.08
 Commento:  

E' praticamente tutta la vita che faccio sogni premonitori, piu' o meno importanti. L'ultimo veramente drammatico, avevo sognato che mio fratallo doveva mettermi al corrente di qualcosa. l'ho tempestato di telefonate,finchè ammise che aveva un tumore. naturalmente ho solo accennato le cose brevemente, ma i sogni (5 con questo riferimento) erano pieni di particolari.Ora mio fratello è morto,ma io lo sapevo gia' che non ce l'avrebbe fatta. Come dicevo faccio questi sogni da tutta la vita e vorrei veramente che la scienza si interessasse a questi fenomeni.
Credo non lo facciano perchè non hanno mai avuto esperienze simili. Vorrei capire qualcosa prima di morire. Scrivero' ancora e raccontero' le mie esperienze.
Patrizia

 


Inviato da: Fabrizio  02/07/2009 15.04.27
 Commento:  

Un vecchio esperimento.
Sono nato nel 1964. Quando avevo 6-10 anni era il periodo dei telefilm di fantascienza come "UFO" od altri, da poco l'uomo si era affacciato dalla luna e la fantasia di noi bambini, a scuola, ci a portato a tentare un piccolo esperimento di telepatia. Con un mio compagno di scuola avevo concordato che, ad un dato segnale, il segnale orario televisivo delle 20, avremmo tentato di metterci in contatto telepatico, ciascuno dalla rispettiva abitazione. Poco prima delle 20 quindi ero pronto davanti alla tv e, al preciso segnale orario, ho cercato di concentrarmi per trasmettere qualcosa al mio compagno. Poi, dopo un po', mi è venuto a mente che avevo fatto solo una parte dei compiti e che il resto avrei dovuto finirlo la sera. Ho pensato così di trasmettere ciò che avevo pensato all'amico, concentrandomi ancora, poi, dopo qualche minuto ho abbandonato l'esperimento.
L'indomani a scuola, appena incontrato il compagno, ci siamo chiesti cosa ci eravamo trasmesso. Il mio compagno ha detto di avermi chiesto dei compiti ed io gli ho riferito che avevo cercato di trasmettergli che ne avevo fatto una parte e che il resto l'avrei completato la sera. Questo è ciò che il mio compagno ha detto di aver esattamente recepito.
Il nostro esperimento era perfettamente riuscito!
Oggi siamo un po' meno ingenui, al di la del problema della ripetibilità di un esperimento, si può dire che per dei ragazzini di quell'età parlare dei compiti è qualcosa di piuttosto probabile (ma si poteva pensare però anche al gioco o allo sport!). E' vero che inconsciamente si può essere portati a far riuscire la prova, che qualcosa può riuscire anche per caso, che si possono interpretere le parole del compagno, senza rendersene conto, un modo da credere che il tutto abbia funzionato e tanto altro ancora, insomma, ad un esame di psicologia sperimentale non mi azzarderei neanche a pensare che l"esperimento" è riuscito... però una cosa del genere colpisce un po' anche un bambino... che il giorno dopo tornenerà a pensare ad altro ma senza più dimenticare!

 


Inviato da: veronica  23/06/2009 12.46.07
 Commento:  

Racconto uno degli avvenimenti più particolari che mi siano capitati in merito a questo argomento della telepatia. Erano 7 mesi che stavo assieme al mio ragazzo, era estate, entrambi eravamo in vacanza dalla scuola e potevamo permetterci di stare a letto fino a tardi. In quel perido lui lavorava di notte presso un centro commerciale..ci andava in motorino e varie volte è capitato che si dimenticasse il cell nel bauletto e perciò non potevamo sentirci fino alla mattina seguente. Una sera va a lavoro, gli invio un sms ma lui non risponde, penso che si sia dimenticato il cell dentro il bauletto, come accaduto altre volte, perciò rimango tranquilla. Vado a letto e ad un certo punto , verso la mattinnata,inizio a sognare il mio ragazzo che mi chiede aiuto, che sta male, è disperato e ha bisogno di me. Il sogno termina, ma ad un certo punto mi sveglio, erano solo le sei del mattino, di istinto prendo il cell in mano, presa da una sensazione di pericolo e ansia..trovo 5 sms del mio ragazzo in cui mi raccontava che andando a lavoro aveva avuto un malore, o un colpo di sonno, per cui era caduto dalla moto e si era fatto molto molto male, che era in ospedale e che era riuscito ad inviarmi l'sms solo di mattina presto...proprio nel momento in cui dormendo ho sentito il suo richiamo di aiuto e malessere.

 


Inviato da: Angioletta  06/06/2009 22.40.47
 Commento:  

Io ci credo, perchè a me succede con una persona...quando comunichiamo a distanza...penso a lui, mi viene da scrivergli una mail o telefonare, e prima che lo faccio mi contatta lui. O ancora, sto per dire una cosa, e lui mi anticipa...c'è un'intesa incredibile!!

 


Inviato da: Cesare  19/05/2009 13.57.49
 Commento:  

Wow... anche a me è capitato diverse volte di prevedere l'arrrivo di un sms o di chiamare una persona che mi dice "stavo proprio pensando a te!". secondo me questo non è casuale. Sono inoltre venuto a sapere che milioni di anni fa gli animali comunicavano in questo modo (e forse anche l'uomo? chissà...) forse abbiamo conservato alcune delle loro caratteristiche e le utilizziamo (anche se in minima quantità) senza neanche accorgercene.

 


Inviato da: sabry  13/04/2009 19.08.59
 Commento:  

leggendo mi rendo conto che quello che succede a me non è poi cosi straordinario!Ma posso raccontare e dare il mio contributo, ho 43 anni, non so se ha a che fare con la telepatia, ma posso dire che mia madre mi ha sempre stupito, mi ha sempre raccontato di fare sogni su persone che non vedeva e non sentiva anche da 50 anni,che poi scopriva che queste erano decedute quando lei le aveva sognate.
io invece ho un legame stretto con mia figlia e lei è una ragazza sbadata, quando esce non mi chiama mai per dire se va tutto bene. Spesso 9 volte su 10 durante il giorno di punto in bianco senza un perchè penso a lei... prendo il cellulare per mandarle un messaggio è mentre l'ho in mano mi arriva un suo messaggio, assicuro che non ci diamo degli orari perchè lei è sempre con la mente da altre parti e io la lascio molto libera di gestire la giornata. Anche se ha 16 anni mi fido di lei e non sono apprensiva. un' altra cosa che mi succede, di sognare persone che non vedo anche da 20 anni e mi chiamano o le incontro il giorno del sogno.

 


Inviato da: MonkeyHouse  03/02/2009 17.27.31
 Commento:  

E' intrigante, tutta questa realtà che ci circonda. A me capita, mentre messaggio con qualcuno, di "prevedere" l'arrivo dei messaggi. Dopo molte riflessioni, sono giunto ad una mia conclusione.
Mentre aspetto che quella persona mi risponda, i miei pensieri possono essere o quella persona o qualcos'altro. Analizzo la seconda ipotesi. Se penso ad altro, la mia mente vaga su altri pensieri, e quando mi accorgo che questa persona non mi ha risposto e muovo la mano verso il telefono, ecco che mi arriva il messaggio. Si può spiegare come casualità, o come "previsione"? Secondo me, il tempo di risposta è quello. Nel senso, la persona riceve il mio messaggio, lo legge e risponde in due minuti. Io non so ovviamente quanto ci mette. Ma mentre vago su altri pensieri, il tempo passa, e proprio quando ripenso a questa persona, ecco che arriva il messaggio. Mi è capitato anche a scuola di prevedere il suono della campanella con una precisione indiscutibile. Attribuisco questi fatti alla pura tensione. Attendendo il suono della campanella, creo quasi un silenzio interiore, e dalla gravità del mio "sesto senso" decreto il suono della campanella. Ho fatto vari esperimenti al riguardo. Se mi impegnavo, non funzionava. Se lo facevo "passivamente", ero quasi precisissimo. Lessi che l'uomo usa il 10% del suo cervello. Che sia vero o no è indifferente. Secondo me più una persona vuole qualcosa meno ha probabilità di averla. L'attendere tanto una cosa ti crea speranze ed emozioni che ti annebbiano la mente. Come ci si può concentrare e "sfruttare" i propri "poteri" se la mente è annebbiata da altre emozioni? Spesso capita anche a scuola. Più mi aspetto un buon voto e sono sicuro del mio successo meno alto è il voto.

A proprosito di questo, ho altro parere da comunicare. I bambini, come si sa, non usano tanto il cervello. Se non per cose semplici. Però spesso le prime scoperte di "poteri" avvengono nell'infanziIn un certo senso questo vericizza la mia ipotesi che più usiamo la testa per altre cose meno arrivano quelle che vogliamo veramente.

Attendo pareri. Se Volete, la mia email è questa
guyfawkes92@email.it

Rispondo a tutti, pazzi, saccenti e credenti.

 


Inviato da: Giaggio  20/12/2008 14.32.57
 Commento:  

A me non capita mai nulla.
Eppure sono mosso da una curiosità enorme.
Qualche consiglio?

 


Inviato da: francesca  18/12/2008 17.18.16
 Commento:  

A me capita spesso, ma solo con una mia amica in particolare..di dire le cose contemporaneamente..o comunque di pensarle nello stesso istante. Ad esempio se lei dice qualcosa..l'80% delle volte la stavo pensando anche io..e viceversa. Tra le altre cose è successo..facendo delle prove..che io indovinassi canzoni che lei stava ascoltando nell'ipod oppure film che aveva deciso di vedere. Non so se si tratti di telepatia o di grande intesa..fattostà che ci capitano episodi davvero singolari!

 


Inviato da: Andrea  13/11/2008 0.20.39
 Commento:  

Ciao a tutti! ho già inviato, tempo fa, un commento decisamente lungo che gentilmente mi è stato pubblicato (più sotto) su questa pagina, quindi sarò più breve. Per quella che è la mia esperienza è molto difficile capire quanto ci sia di telepatico e quanto di medianico in questi fenomeni. Diciamo che se la telepatia è la trasmissione del pensiero su di una certa frequenza è anche vero che ciò può verificarsi in diversi modi e con diversa intensità, premetto che ciò che dico l'ho anche verificato in gran parte, come ho scritto. Ho avuto dei periodi di trasmissione forte e chiara e altri in cui era molto debole. Ora, per esempio, non mi succede da tempo. Per quanto ho capito da queste esperienze, la trasmissione più forte deve avere, per essere tale, un canale di appoggio, che funge da "conduttore", come accade per la corrente elettrica che può essere trasmessa meglio da un materiale piuttosto che da un altro. Quale sia questo mezzo o canale è per me la vera domanda. Io lo chiamo spirito ma questo non ha a che vedere con la religione, avendo un'idea di religione diversa da quella comune. Per me anche lo spirito è natura, solo sconosciuta (forse). Questa però è solo la mia opinione. Ho l'impressione che la telepatia che utilizza solo l'energia della mente sia ancora limitata. E' comunque ancora difficile fare distinzioni sebbene la mente, come dice la scienza, abbia un potenziale enorme.
Ciao!

 


Inviato da: Andrea mail: andrea_catena@virgilio.it  03/11/2008 1.09.42
 Commento:  

Ciao a tutti! ho già inviato, tempo fa, un commento decisamente lungo che gentilmente mi è stato pubblicato (più sotto) su questa pagina, quindi sarò più breve. Vorrei fare un commento su quanto detto da Luca. Per quella che è la mia esperienza è molto difficile capire quanto ci sia di telepatico e quanto di medianico in questi fenomeni. Diciamo che se la telepatia è la trasmissione del pensiero su di una certa frequenza è anche vero che ciò può verificarsi in diversi modi e con diversa intensità, premetto che ciò che dico l'ho anche verificato in gran parte, come ho scritto.
Ho avuto dei periodi di trasmissione forte e chiara e altri in cui era molto debole. Ora, per esempio, non mi succede da tempo. Per quanto ho capito da queste esperienze, la trasmissione più forte deve avere, per essere tale, un canale di appoggio, che funge da "conduttore", come accade per la corrente elettrica che può essere trasmessa meglio da un materiale piuttosto che da un altro. Quale sia questo mezzo o canale è per me la vera domanda. Io lo chiamo spirito ma questo non ha a che vedere con la religione, avendo un'idea di religione diversa da quella comune. Per me anche lo spirito è natura, solo sconosciuta (forse). Questa però è solo la mia opinione. Ho l'impressione che la telepatia che utilizza solo l'energia della mente sia ancora limitata. E' comunque ancora difficile fare distinzioni sebbene la mente, come dice la scienza, abbia un potenziale enorme.
Se volete scambiare opinioni scrivetemi pure, sperando che pubblichino il mio indirizzo mail, mi farebbe molto piacere.
Vorrei anche scambiare qualche opinione con A.L. che ha avuto un'esperienza simile alla mia.
Grazie!

 


Inviato da: Elisa  23/10/2008 19.28.48
 Commento:  

ho 22 anni. è da un anno quasi esatto che credo di essere diventata pazza, dopo che ad un rave organizzato per halloween, io ed il mio ragazzo abbiamo parlato con la mente per circa un paio di ore consecutive. non volevo crederci, ridevo e piangevo contemporaneamente, ero felice ed immensamente triste perchè stavo intuendo che tutto quello che avrei pensato da quel momento lui sarebbe riuscito a captarlo e vivendo insieme a lui ero terrorizzata dal fatto di non poter più avere i miei spazi 'MENTALI', dall'idea di non poter più pensare liberamente.pensavo che fosse solo una mia paranoia data dall'abuso di stupefacenti, solo una follia isterica di una pazza schizofrenica. tornando da quel rave in metropolitana, abbiamo continuato a scambiare idee con la mente, a pensare a come avremmo potuto usare la telepatia, ovviamente solo a scopo benefico. io ero spaventata continuavo a piangere perchè continuavano a venirmi in mente solo cose che non volevo lui sapesse di me , oppure cose che non pensavo realmente, ma visualizzavo solo perchè avevo paura lu potesse sentire. intanto cercavo di capire i meccanismi della telepatia, come entrare in stato ricettivo, come entrare in quello di trasmittente e come bloccare ogni transizione di informazioni. è stata una giornata assurda, veramente pesante da sopportare psicologicamente
tornati a casa nel letto abbiamo fatto questo gioco, che io chiamo master mind..vince chi è psicologicamente più forte.
consiste nello scoprire quello che l'altro non vuole che tu sappia, riuscendo a entrare nella sua testa e a vedere tutto! è un gioco sadico e perverso che non voglio fare mai più con lui, ci siamo fatti troppo male. infatti dopo una settimana di paranoie e silenzi abbiamo deciso di non parlarne mai più che era una cosa troppo pericolosa e ingestibile. da quel giorno e anche prima ho avuto altri episodi di questo genere, anche con lui, ma soprattutto mi succede in luoghi molto affollati e rumorosi di riuscire a trasmettere alla gente i miei pensieri, ad esempio in metropolitana, mi capita di provare a pensare che una bomba esploderà e che moriremo tutti su quel treno e d'improvviso la gente si ammutolisce e comincia ad essere nervosa, mi fissa stralunata senza capire. non l'ho fatto per cattiveria, ma per testare da sola se ero pazza oppure no.
dopo un anno, quasi esatto dall'episodio del rave, ieri sera ho capito tutto! ho capito che non sono pazza, che siamo in tanti a possedere questi 'POTERI'.
tornando da una serata tra amici due persone mi hanno riaccompagnata a casa e per tutto il tragitto, dove io ero stesa nei sedili posteriori, e mentre loro parlavano di cose senza senso, ho avuto una strana sensazione, come se queste persone mi stessero risucchiando l'energia cerebrale, lasciandomi senza forze. mi sentivo debole fino a quando non ho fatto uno sforzo e sono riuscita a isolarmi e a tornare in me. queste due persone sono fratello e sorella e io credo che quindi abbiano capito questo loro potere sin da piccoli, affinandolo negli anni.
fino ad ora, negli altri commenti, nessuno aveva descritto episodi di telepatia usata in modo 'cattivo' quindi non sapevo neanche se scrivere questa miia esperienza.
fattostà che lei, che era alla guida si è accorta che ero riuscita a staccarmi da loro, e a quel punto a cominciato a dire 'SEGUIMI, DAI SEGUIMI' ma io avevo ormai capito cosa stavano facendo e non avevo più intenzione di continuare. ha continuato a parlare di cose orribili per rendermi vulnerabile, ma io sono rimasta salda. a quel punto lui ha cominciato a fare strani discorsi del tipo 'io non capisco questi bambini che si fanno male e continuano a voler giocare' come se si riferisse al gioco del master mind e delle energie. poi ha continuato con 'e poi ci sono queste ghigliottine affilatissime' e lei 'ah si! quelle che più ti dimeni e più ti schiacciano in una morsa affettatrice!' a quel punto erano di nuovo due sanguisughe con la mia energia mentale, mi sono irrigidita e bloccata immobile sul sedile. poi di nuovo mi sono liberata dalla presa e sono tornata tranquilla, tutto quello che dicevano mi scivolava addosso come acqua fresca. con questa esperienza vorrei spiegare che sto cominciando a capire che esiste della gente che è pienamente consapevole delle sue potenzialità e le sfrutta per succhiare benessere mentale dagli altri, inducendoli a pensare a certe cose.è tutto il giorno che continuo a ripensare a quello che è successo ieri, ne ho anche parlato col mio ragazzo e lui non mi ha detto che sono pazza, ma quasi.. quello che ho descritto riguardo a ieri sono una serie di sensazioni, che nonposso provare come vere in nessun modo.
vorrei sapere che cosa ne pensa lei professore, se non chiedo troppo. grazie e ciao a tutti.

 


Inviato da: Francesca  13/10/2008 21.48.13
 Commento:  

Decifrare un fenomeno è per me complesso , inizialmente mi dico è sucesso è voro ma dopo incomincia una sequenza di autoanalisi che prova a spiegarmi l'accaduto . E' telepatia sapere che il telefono sta per suonare e sapere ciò che verràdetto nella comunicazione ? mi è capitato sempre per fatti sgradevoli come morti improvvise fatti che non era possibile essere inconciamente consapevole . E' telepatia svegliarsi nel cuore della notte poco prima ch il telefono suoni , oppure c'è qualche cosa ( suono non percettibile ) che la linea telefonica emette prima che il suono vero e proprio si possa ascoltare ?

 


Inviato da: A.L.  13/10/2008 1.00.26
 Commento:  

Non so se si possa definire telepatia ma per molto tempo mi son visto partecipe delle vicende di una persona a cui ero molto legato e che è uscita dalla mia vita (nel senso che si è allontanata da me) tramite i sogni. All'inizio pensavo a una suggestione, del tipo io pensavo che stesse con un altro e così sognavo, poi venivo a scoprire che era così e non me ne stupivo dato che ciò che pensavo era la cosa più probabile. Ma sulla settimana esatta in cui si sarebbe poi sposata e su quando si sarebbe ritrasferita di casa un anno più tardi...beh non era per nulla probabile e cmq non credo che il mio pensiero/suggestione potesse essere così sincronizzato. Avevo la sensazione di avvertire ciò che accadeva a quella persona a circa un centinaio di km di distanza.

 


Inviato da: sara  12/10/2008 23.58.31
 Commento:  

Ciao!Quello che scrivete da una parte mi spaventa e dall'altra mi intriga e mi dà speranza. ancxh'io sto facendo un percorso,ma non mi capitano episodi come i vostri(bisogna essere aperti perchè accadano e a me fanno ancora un pò paura).Vi chiedo di non ignorarli, di regalarli all'umanità affidandoli al vento, alla luce del sole e allo splendore della luna perchè in questo periodo di cambiamento ne ha davvero bisogno!GRAZIE!Chiedete sempre protezione alla GRANDE MADRE,LEI VI SOSTERRA'!L'HO PROVATO SULLA MIA PELLE!A voi capita già quello che sarà il Futuro di questo pianeta e se aiuterete gli altri a capirlo ve ne saranno grati così come io sono grata a tutte quelle persone che mi aiutano nel mio percorso di crescita e comprensione personale!Un ABBRACCIO DI LUCE A TUTTI VOI!

 


Inviato da: l'aura  08/10/2008 22.33.12
 Commento:  

da sempre quando penso intensamente a una persona che non vedo o non sento da tanto tempo, mi capita di sentirla o vederla dopo pochi giorni.
sono contenta di aver trovato questo sito perchè quando lo racconto alle mie amiche mi fanno un sorriso di compassione come per dire "credi davvero nella telepatia???"
comunque oltre a questo fatto voglio raccontarne un altro che mi turba un po. da un po di tempo, forse un anno, non saprei con precisione, sogno di frequente: la mia casa d'infanzia, la casa di mia nonna, la mia amica d'infanzia con cui ho litigtato qualche anno fa e ho perso i contatti.
inoltre da 2 mesi piu o meno mi sta venendo in mente il suo nome continuamente.
volevo solo contribuire con la mia esperienza ma se ci fosse qualcuno esperto in sogni che mi puo fare luce sui miei ne sarei infinitamente grata!!
grazie ciao

 


Inviato da: Luca  07/10/2008 3.16.08
 Commento:  

Salve a tutti.
Di certo l'ora tarda mi aiuterà ad esprimere i miei concetti, basati su letture e quanto io possa rammentare anche da racconti di mia conoscenza.

Ho letto tutti i commenti di quest'articolo e non posso fare a meno di notare che è stata abbandonata la traccia che Umberto Di Grazia forse cercava di esprimere e riportare.

Molti dei commenti letti lasciano pensare a forme di mediatismo, in cui uno spirito cerchi un contatto fisico con il suo "prediletto", di cui senza una profonda credenza religiosa escludo si possa avere.

La telepatia tratta l'alterazione della percezione a mio avviso, in cui il mittente emette impulsi elettromagnetici che possono essere percepiti soltanto dalla stessa frequenza d'onda, il ricevente, che possiamo interpretare per meglio dire come "feeling" tra i due soggetti.

Ho letto alcuni studi del Dott. Malanga, che da molti anni studia una forma di telepatia veramente particolare, chiamata Cowabdction. Gli studi non partono dagli alieni come molti avranno letto, ma semplicemente è il contatto telepatico che avviene durante il sonno, in cui sarebbe possibile addirittura trasmettere pensieri vivendoli proprio come in un sogno, con tanto di visioni dell'ambiente, contatti fisici e memoria dei fatti al risveglio.

Non so se spaventarmi di fronte all'aumento le possibilità espansive del nostro cervello, potrebbe rivelarsi un arma a doppio taglio. Ma la curiosità sta alla base della conoscenza, quindi è giusto che si procedi grado per grado verso la consapevolezza di ciò che è possibile.

Buon risveglio a tutti voi. Luca.

 


Inviato da: Alisea  01/09/2008 20.45.03
 Commento:  

Buonasera a tutti.
Sono una ragazza di 18 anni e devo dire che questo argomento mi interessa molto tanto da rimanere stupita da alcune vostre risposte, come per esempio quelle di Andrea e Rachele.

Devo dire che anche io mi sono ritrovata a fare i conti con situazioni davvero strane...

La prima che mi viene in mente riguarda una mattina, mentre stavo preparando la colazione. Vicino al lavandino, la sera prima, mia madre aveva poggiato un vasetto di crema... il tempo di prendere una tazza e versare il latte che subito dopo sento un rumore insolito: il vasetto era caduto nel lavandino. Come è stato possibile dato che si trovava ben distante ed era rimasto li per tutta la notte?

Altro episodio....
una mia compagna di classe esce dall'aula per consegnare del materiale ad un professore e notiamo che tarda a ritornare. Ad un tratto non so come ne perchè ma pensai: "tra 10 secondi rientra in classe". Mi misi a fare il conto alla rovescia con l'orologio sott'occhio e quando arrivai a zero, la porta si aprìì e lei entrò in classe.

e altro ancora....
Spesso e volentieri penso ad una persona ed ecco che si presenta con un messaggio, chiamata o altro...
Mi è successa anche una cosa particolare in questo periodo...Tempo fa conobbi un ragazzo via chat.
Alla fine mi interessai di lui, la cosa era palesemente reciproca, ma io rimasi più coinvolta nella situazione.
Passati i primi mesi dove ci sentivamo spesso, iniziammo a sentirci di meno, fino a che ci scrivevamo su Msn Messenger massimo una volta ogni 10 giorni circa. E ancora adesso non so la causa di questo cambiamento. Sono venuta a mancare per due settimane, a causa delle ferie, ma durante le vacanze la sua "presenza" fu determinante:
Venii perseguitata dalla canzone a cui lui piace molto...una canzone degli anni '80, molto bella, e ogni volta mi faceva pensare a lui, tanto che è diventata la canzone della mia estate. Oltre a quello, un giorno, alla tv dello chalet in spaiggia , davano le olimpiadi e un giocatore di pallavolo aveva per cognome il nome del ragazzo che ho conosciuto in chat.
In spiaggia, sotto l'ombrellone, cantai nella mente "la cura" di F.Battiato, pensando, non so perchè, a lui... dopo un minuto la radio della spiaggia intonò proprio questa canzone......
Nel cielo inoltre vidi passare un aereo, e un detto stupido dice che se vedi la scia dell'aereo vuol dire che qualcuno ti pensa...questa scia passò dietro ad un aquilone a forma di pipistrello, (l'animale che caratterizza questo ragazzo) di color nero e arancio. (il suo e il mio colore preferito)..
E una volta a casa, leggendo alcune notizie sul giornale notai che nelle 2012 toccherà a Jimmy Page aprire le olimpiadi..(Page è il suo mito).

Tornata dalle ferie,2 giorni dopo, accesi il computer e trovai in linea questo ragazzo. Non appena entrai in msn messenger lui mi scrisse.

Oltre a questo c'è una cosa davvero strana da dire:
Sono anni che un numero mi perseguita...
è una vera e propria fissa, lo vedo da ogni parte.
chiudo gli occhi e il numero si presenta, vivido davanti a me.
Una volta lo anche sognato e tempo dopo, il sogno in cui appariva, si è avverato.
Questo numero è il 33.
Una notte poi ho sognato di essere a Bagdad, così senza motivo... dopo qualche giorno vengo a sapere che questa città si trova alla latitudine 33°33'N.
Lo sento e vedo dappertutto..dal numero della mia camera in albergo, alla tv, ai semplici numeri di telefono...alzo gli occhi e mi capita di leggere questo numero ovunque. Il fatto è che non so perchè proprio questo numero.
Ho fatto molte ricerche ma nessuna è risulatata interessante o abbastanza soddisfacente.
Credo sia il mio piccolo rebus che porterò dietro per tutta la vita...chissà..

Bèh, oltre ai fatti che ho elencato c'è molto altro da dire... ma rischierei di far perdere la curiosità di iniziare a leggere il mio commento ai lettori, se andassi avanti a scrivere...per cui lo finisco qui!!!

Un saluto a tutti!

 


Inviato da: Toni  04/08/2008 22.37.32
 Commento:  

Siamo tutti parte di una grande energia.La telepatia è solo una manifestazione di questo.Grazie per la condivisione delle vostre esperienze.

 


Inviato da: Andrea  25/07/2008 8.31.55
 Commento:  

Ciao a tutti, ho trovato molto interessante il racconto di Rachele perchè, oltre ad essere affascinante di per se, ho trovato in esso molta somiglianza con i fatti che mi sono accaduti. Quando si parla di telepatia si tende sempre a fare confusione. Per quello che ne so la telepatia è trasmissione del pensiero ed è una capacità che hanno tutti gli esseri viventi, uomo compreso. Il problema è che l?uomo, a mio parere, ha risolto il problema della comunicazione con altri mezzi meno ?difficoltosi? da esercitare e con un fine commerciale evidente come il telefono, la radio, la televisione e per ultimo Internet. I primi mezzi penso siano stati i segnali di fumo e successivamente le lettere. Nessuno si è più preoccupato di considerare le doti che ci sono state date da madre natura. Provate a pensare cosa succederebbe ai media se tutti ci rimettessimo a comunicare con il pensiero...
Eppure questi fatti, come è dimostrato anche in questo forum, accadono quotidianamente, al punto che tanti nemmeno ci fanno caso, come il sentire chi ci chiamerà o l?incontrare una tale persona alla quale si stava pensando o semplicemente il sentirci osservati da qualcuno che ci sta davvero osservando e magari è alle nostre spalle.
Avevo un prof di Italiano che era non vedente, un giorno arrivo in classe e lui è girato di spalle. Appena varco la soglia della classe lui mi saluta dicendomi ?ciao Andrea!?. Purtroppo non gli ho chiesto come avesse fatto a riconoscermi, forse per rispetto della sua cecità ma era comunque girato di spalle!
I fatti successi a Rachele e a me, per quanto ho potuto vedere di persona, aiutano molto ad aprire la mente verso questo mondo affascinante e dimenticato dalla maggioranza di persone. In alcuni casi, come questi, l?esperienza va oltre la telepatia ma, a mio parere, ha sempre essa come base .

Questa è la mia esperienza.

Ho trentasei anni e durante tutta la mia vita sentivo con certezza che si sarebbero realizzate delle situazioni, nel corso degli anni. Tutto ciò che sentivo si è realizzato e sono cose che hanno cambiato la mia vita. Questa più che telepatia mi sembra precognizione ma non so quanto le due cose siano legate. Se qualcuno lo sa e me lo spiega, ne sarei felice.
Per arrivare al punto devo però prima raccontare alcuni fatti.
Avevo ventun?anni e come tutti i ventenni ero in cerca di qualcosa che rendesse la mia vita più interessante. Con i miei amici ho iniziato a fare sedute spiritiche (con il bicchierino), non per scherzo ma sul serio e tutto filava liscio, i contatti c?erano forti e chiari. L?errore è stato quello di farne una per scherzo (che però è riuscita davvero) per spaventare una nostra amica. In quel frangente è successo di tutto, dallo stereo che si accellerava, si spegneva, riavvolgeva il nastro e ripartiva al faretto che andava ad intermittenza , addirittura si è messo a nevicare ed era aprile! Pochi giorni dopo, a casa mia, mi sono trovato di fronte una nuvoletta di luce bianca che mi ha attraversato, anzi, direi che mi è entrata dentro e ci è rimasta. Posso affermare questo perchè da quel momento ho iniziato ad avere incubi tutte le notti e a sentire una presenza costante di qualcuno alle mie spalle. Mi sentivo cattivo. Sono dovuto ricorrere a preghiere esorciste per risolvere il problema che è andato avanti per mesi. Mesi da incubo, durante i quali sono successi fatti inequivocabili che mi dilungherei troppo a raccontare.
Quell?esperienza mi ha allontanato dal mondo della medianità per anni.
La cosa strana è che quello che è successo a me non è successo ai miei due compagni di sedute.
Anni dopo ho letto che prendere queste entità per scherzo è il miglior modo per finire in queste situazioni, peccato non averlo letto prima.
Mi sono spesso dedicato anche alla lettura dei tarocchi e spesso ci ho anche azzeccato ma non mi sento molto portato e ormai non li faccio più.
Ho sofferto di depressione per vent?anni, la mia vita è iniziata a cambiare un anno fa.
Dopo la morte della mamma della mia ragazza (per cancro), alla quale ero legatissimo e ad altri fatti, che sapevo doversi avverare da anni, ho avuto un crollo di nervi quasi letale.
All?età di sedici anni ero solito andare in vacanza in Valle d?Aosta e sentivo una particolare attrazione per una valle che poi ho scoperto chiamarsi ?Vallone dell?Urtièr?. Forse il nome già lo sapevo ma di certo non lo ricordavo.
Avevo la netta sensazione che lì c?era qualcosa che mi attraeva in un modo irresistibile, qualcosa di magico. Non sono mai riuscito ad andare in quel posto, fino a che...
Dopo i fatti che ho citato e il crollo sentivo il bisogno di evadere e ho scovato il sito di un rifugio costruito da pochi anni. Ho deciso di andarci senza sapere precisamente dove fosse, conoscevo bene soltanto la zona in cui si trovava. Sentivo che dovevo andarci ad ogni costo. Arrivato sul posto mi sono reso conto che stavo andando in quella valle, della quale prima non conoscevo il nome. Avevo guardato la carta geografica ma non avevo ricollegato niente, quei ricordi erano ormai lontani.
Ho avuto una serata orrenda, fatta di disperazione, preghiere e suppliche (e allora ero diventato ateo!). La mattina dopo nel salire al colle ?Fènètre de Champorcher?, situato oltre il rifugio mi è successa la cosa più incredibile di tutta la mia vita. A pochi minuti dalla cima si leva un colpo di vento, il sole esce da dietro una nuvola, tutto si illumina ma non è solo la luce del sole. Il paesaggio sembra prendere vita, i colori si fanno intensissimi, il cielo si illumina e io mi sento parte di tutto l?universo. Vengo investito da un?energia pazzesca fatta di bene assoluto e con quel colpo di vento tutto il dolore che avevo dentro sparisce di colpo. Poi tutto torna alla normalità, a parte ovviamente io che rimango stordito per tutto il giorno e mi pizzico in continuazione per vedere se sono sveglio. Ho parlato di questo fatto solo molti giorni dopo e solo a pochi. Ora mi sento di raccontarlo anche ad altri.
Ho avuto la fortuna di conoscere una persona alla quale è successa la stessa cosa che mi ha descritto le stesse sensazioni ed era in una situazione analoga. Poco tempo dopo il primo evento e sempre in alta montagna mi è successo ancora ma in modo diverso, meno intenso ma prolungato e lì ho avuto la netta sensazione di avere vicino le persone a cui avevo voluto più bene durante la mia vita e che non c?erano più. Anche quella volta il mio dolore, che nel frattempo era in parte riaffiorato, si è dissolto.
Cosa centra tutto questo con la telepatia? Centra perchè da allora ho iniziato a sentire segnali sempre più forti da quelle che io definisco le mie ?guide?, che mi hanno indirizzato a cercare contatto con gli altri esseri viventi tramite la telepatia, in particolare mentre queste dormono, per mezzo della telescrittura.
Per comunicare con le ?guide? utilizzo il pendolino e la telescrittura stessa.
Confesso che anch?io a volte ho pensato di essere prossimo ad un ricovero d?urgenza in psichiatria ma sono arrivato alla conclusione che se tutto questo ha cambiato la mia vita in meglio, sicuramente si tratta di qualcosa di buono e reale.
Senza contare che ho cercato ed ottenuto numerose prove certe.
Per esempio: una sera ero in treno a Milano e stavo tornando a casa (ci sono 40 km) quando mi sono addormentato. Come una fucilata mi è risuonata nel cervello una voce femminile che mi ha detto ?ti amo?. Un secondo dopo mi arriva un sms dalla mia ragazza che si chiude con ?ti amo?. Le ho chiesto conferma e lei mi ha detto di averlo pensato molto intensamente prima di mandare l?sms.
Una mattina un mio amico doveva venire da me alle dieci. Alle nove e mezza suona la sveglia e nel dormiveglia sento chiaramente la sua voce che dice ?sarò là per le dieci e mezza?. Ho pensato senza farci troppo caso ?menomale! Così dormo ancora mezz?ora!? e ho continuato a dormire. In sottofondo ho sentito qualcosa che sembrava una musica (siamo entrambi musicisti).
Alle dieci e dieci mi sveglio, alle dieci e venti lui mi telefona e mi dice cha sarà lì tra dieci minuti. Alle dieci e mezza arriva. Gli chiedo se ha detto a qualcuno che sarebbe arrivato alle dieci e mezza e lui mi risponde di no ma che lo ha pensato molto tempo prima di telefonarmi, intorno alle nove e mezza.
Poi, a seguito del mio racconto, mi fa sentire cosa stava ascoltando e io riconosco chiaramente la musica che avevo sentito. Anche questo mio amico ha delle notevoli capacità sensitive, così come la mia ragazza.
Ho fatto alcuni esperimenti di telepatia, sia con persone sveglie, chiedendo loro di fare qualcosa che puntualmente hanno fatto, sia comunicando con le persone nei sogni e scrivendo le loro risposte alle mie domande. Loro stessi mi hanno confermato di avermi sognato, in alcuni casi mi hanno ripetuto cosa avevo detto e si sono riconosciuti nelle loro risposte.
Questa non può essere che telepatia.
A questo posso aggiungere tutti gli avvenimenti che mi sono stati predetti e che si sono puntualmente avverati.
Anche questa è telepatia, il comunicare con ?loro?.
Da quando ho iniziato questo percorso la mia vita non ha fatto che migliorare. Ho avuto anche quello che alcuni psicologi pionieri chiamano lo scarico di energia traumatica (cercatevi un sito che ne parla perchè il discorso è lungo). Dopo questo scarico tutti i legami traumatici della mia vita e relativi effetti si sono dissolti e io sono una persona completamente nuova. A completare lo scarico sono stato guidato da ?loro? e lo affermo senza paura di sbagliarmi.
Inoltre, dopo la morte della mamma della mia ragazza ho avvertito anch?io e non solo io, il profumo di fiori di cui parlava Rachele. Pare sia un mezzo comune agli spiriti e lo usano per comunicare ai cari che gli sono vicini.
Questo profumo è continuato ad intervalli irregolari per giorni. Adesso non lo sento più ma il papà della mia ragazza a volte lo sente ancora.
Alcune note riguardo la telescrittura (penso significhi telepatia scritta).
Quando scrivo sento chiaramente la presenza della persona con la quale comunico e le risposte che scrivo sono identiche, sia nel modo di esprimersi che nella forma, a quello di tale persona.
Una volta mi è capitato anche di scrivere una frase con la stessa calligrafia della persona in questione.
Durante più di un dialogo sono riuscito a farmi descrivere cosa c?era nella stanza e io avevo gli occhi chiusi. Mi è stato detto esattamente cosa c?era anche dietro di me. Questo proverebbe la teoria secondo la quale durante il sonno l?anima si stacca dal corpo e viaggia. Il solito mio amico ha avuto la prova di aver fatto quello che si chiama un ?viaggio astrale?. Sognava un giardino continuamente e si chiedeva il perchè, in quel periodo si mette con una ragazza giapponese e un giorno lei gli mostra una foto di casa sua in Giappone. Era il giardino che lui sognava!
Tutto ciò nell?ambiente dei medium è la norma ma io sono ancora ?piccolo? e tutto ciò mi appare veramente magico.
Penso che il limite tra scienza e religione sia solo un limite di concetto e che tutto ciò che ancora non è scienza lo sarà in futuro. Nell?antichità avrebbero incenerito chiunque avesse sostenuto che un giorno gli uomini sarebbero stati in grado di volare. Oggi si prende l?aereo normalmente (anche se io non l?ho mai preso). Ho conosciuto uno scienziato che studia la meccanica quantistica e pare che l?esistenza dello spirito sia ormai provata, naturalmente gli scettici di mestiere non ci credono, inoltre l?ammettere che esiste l?anima in questo senso andrebbe, a mio parere, a scombinare i piani di molte istituzioni oltre che a cambiare radicalmente la società.
Un?ultima considerazione sulla telescrittura. Comunicando con le ?guide? ho scritto pagine intere senza fermarmi (se non per chiedere) in un italiano perfetto, con collegamenti logici perfetti, con un linguaggio che non è il mio e ad una velocità a volte supersonica, al punto da non capire cosa stessi scrivendo. Per quanto non me la cavi male in italiano non sarei mai stato in grado di fare una cosa del genere. Altre volte dalla penna non mi è uscito proprio niente o solo scarabocchi.
Prendendo tutto ciò come una ricerca personale finalizzata a crescere la mia vita è cambiata totalmente e continua a migliorare, tutto questo davanti allo sguardo esterrefatto del mio psicologo che è passato ad un ruolo decisamente secondario, anche se comunque importante, la comunicazione semplice è sempre fondamentale.
Da alcuni giorni ho la sensazione che nella mia mente si sia aperta una ?porta? che era rimasta socchiusa fino ad ora e sento molto più intensamente le sensazioni che mi da una persona, quando la incrocio per la strada e quando ci parlo.
Ho anche sensazioni fisiche che non avevo mai provato e che mi fanno pensare ad un assestamento generale nella mia mente, a seguito di un grande cambiamento. Avrei il desiderio di conoscere ancora persone alle quali siano successe cose simili per potermi confrontare e scambiare opinioni a riguardo.

Per concludere, telepatia a parte, spero che questo mio racconto possa dare a qualcuno la speranza che cerca perchè credetemi, non siamo soli, anche se a volte ci sembra di esserlo.

Buona vita a tutti!


Andrea

 


Inviato da: Davide  11/07/2008 18.03.40
 Commento:  

Tempo addietro avevo fatto delle prove con un mio amico...per testare un possibile legame telepatico che si verificava di tanto in tanto tra di noi...
Con un mazzo di carte,mentre uno prelevava una carta e la fissava,l'altro tentava di indovinarla...e sono sorpendenti i risultati...1/4 delle carte venivano indovinate...stiamo continuando questi "esperimenti" e ogni volta aumenta il margine di successo,stiamo per raggiungere più o meno il 40% di carte indovinate...

 


Inviato da: Marina  24/06/2008 16.01.09
 Commento:  

Ho spesso diversi episodi telepatici, tra questi uno recente è stato quando ho avuto un incidente al ginocchio.Premetto che non guido la macchina, ero fuori dal centro di fisioterapia aspettando l'autobus per andare in ufficio ed ho avuto un attimo in cui pensavo che un collega sarebbe passato di lì e mi avrebbe dato un passaggio ed è successo per ben tre giorni su 5, di cui due volte la stessa persona. Un caso?
Il fatto di pensare a qualcuno quando sono in attesa dell'autobus che poi è passato si è verificato anche altre volte, forse sono più motivata per il fatto di essere una pedona.

Ma ho avuto altri episodi particolari: il tecnico del gas è venuto in casa x controllare la caldaia, improvvisamente ho "sentito" che avrebbe dimenticato qualcosa, ed ha lasciato il suo timbro sul mio tavolo dopo esser andato via.

Ancora, mentre mi preparavo per andare a lavorare ho avuto la sensazione che sarebbe successo qualcosa in autobus, e quel giorno la barra del telepass si è rotta mentre passavamo. E' tutto casuale?

Diversi anni fa un'amica di famiglia aveva la mamma malata, un giorno verso ora di pranzo mia madre mi disse che era morta, e io dissi "si, lo so", inspiegabilmente perché era stata appena contattata per telefono dalla nostra amica.

Vivo quotidianamente con queste sensazioni su episodi belli, brutti banali. Non credo che si tratti di casualità

 


Inviato da: A.R.M.  20/06/2008 15.14.02
 Commento:  

Salve a tutti, sono fidanzato con la mia ragazza da un anno e tre mesi. A partire circa dal secondo-terzo mese, è capitato spessissimo che ci inviamo sms contemporaneamente. Ad esempio mentre sto scrivendo un sms a lei, mi arriva il suo. Oppure appena lo invio mi arriva un suo sms, quindi vuol dire che abbiamo scritto contemporaneamente...Sembrerebbe forse una coincidenza dettata da una congruenza di orari, ma non è affatto così, nè io nè lei abbiamo impegni pomeridiani fissi (come ad esempio uno sport o un corso) o orari precisi a cui c sentiamo...ci inviamo un messaggio quando pensiamo all'altro e basta...in un anno sarà capitato sicuramente più di un centinaio di volte, in alcuni casi anche due o tre volte nello stesso giorno e con ampi intervalli di tempo (alcune ore) tra un episodio e l'altro.........coincidenze?

Inoltre vorrei parlare di un altro genere di episodio che non concerne la telepatia ma che riguarda anche la mia ragazza. Circa un anno fa lessi un articolo su una certa "PSI wheel" una sorta di girandola di carta orizzontale da muovere usando il pensiero. Mi esercitai a lungo imparando a concentrarmi ma riuscivo a far fare alla PSI wheel solo pochi spostamenti o pochi giri a ridotte velocità. Una sera mentre mi passavo il tempo con questa specie di gioco, mi contattò via sms la mia ragazza e allora cominciai a scriverle un messaggio. Arrivato circa a metà messaggio alzai gli occhi e vidi che la PSI wheel girava a velocità elevatissima senza che io stessi minimamente pensando di farla girare. Non so come sia possibile spiegare questi strani fenomeni di telepatia o di telecinesi, sono uno studente di medicina e la parte scientifica di queste manifestazioni mi interessa molto, ma fin'ora non ho trovato risposte chiare. Inoltre il fatto che questi strani episodi avvengano solo quando penso alla mia ragazza rende tutto un po' meno casuale, fornendo quindi un possibile nesso tra lei e questi episodi.
Il problema è spiegare questo nesso...

 


Inviato da: uomosemplicedibrescia  19/06/2008 2.33.39
 Commento:  

collegamenti di idee tra le persone esistono: si possono dare input di audio, immagine, testo questo è quanto mi hanno dimostrato.
Ho sentito la voce della mia ragazza a distanza di 3 stanze

 


Inviato da: Lor  15/06/2008 18.04.01
 Commento:  

mi capita spesso di pensare o sognare delle persone e poi incontrarle o sentirle al telefono anche se non sono persone che incontro abitualmente. ma quello che mi capita ora e' una sensazione molto forte di essere in contatto telepatico con una persona con la quale ho condiviso in maniera molto forte i miei sentimenti per un periodo molto importante della mia vita. il nostro rapporto e' stato reciso con un taglio netto per una scelta di tipo razionale. in certi momenti della giornata mentre sono anche molto impegnata dal punto di vista mentale in altre cose,sono letteralmente subissata di flash di immagini e di sensazioni ora di dolcezza ora di rifiuto che non riesco a controllare.

 


Inviato da: vale  17/05/2008 20.26.17
 Commento:  

Da tempo penso di essere telepatica e allora mi sono decisa a fare una prova che mi ha sconvolto. Ho provato varie volte a rilassarmi completamente e poi a concentrarmi su una persona, ebbene: ho iniziato a sognarla fare cose che sono accadute precisamente il giorno dopo, cose che non avrei mai potuto prevedere con il ragionamento. Ho sognato un particolare oggetto, inequivocabile, associandolo- nel sogno- ad un luogo vicino casa mia, solo in seguito ho appurato che lo stesso oggetto da me sognato, tale e quale, era invece vicino casa sua.Ho iniziato poi a sentire una profonda tristezza, inspiegabile con cosa stessi facendo o pensando in quel momento, e credo di aver capito che questa persona sia ,oltre l'apparenza,profondamente triste e sola. Impaurita e sconcertata ho provato a dimenticare ciò che avevo provato a fare, anche perché stavo male, mi sentivo davvero triste senza motivo, e molto turbata. Così ho deciso di distrarmi e proprio quando credevo di esserci riuscita, improvvisamente ho saputo dove si sarebbe trovata quella persona il giorno dopo ed in quale momento. La mia amica mi fa poi sapere di averla trovata esattamente dove avevo immaginato sarebbe andata e nella stessa parte della giornata da me pensata, cioè la tarda mattinata. Nei giorni successivi ho avuto altre intuizioni su cose fatte sempre dalla stessa persona sulla quale mi ero concentrata tempo prima e devo dire che non ce la faccio più. Mi sono davvero pentita di quello che ho fatto perché talvolta continua ad assalirmi questa tristezza inspiegabile che così come è venuta se ne va.

 


Inviato da: ivana  30/04/2008 23.08.21
 Commento:  

Sto scrivendo una tesi sui sogni lucidi, dovrei intervistere sognatori lucidi che utilizzano le tecniche di induzione per la pesonale creatività.
contattatemi se volete:
alieneeneila@hotmail.com

 


Inviato da: feds  25/04/2008 17.09.00
 Commento:  

sinceramente non ce la faccio piu in alcuni periodi ho parlato telepatichamente a gente che veramente era a distansa solo che era troppo forte ho mando immagini sogni e cambi di clima, ormai quando passo la gente mi sente prima di 100 metri, per esempio sentendo anche musica e provando di comunicare con altre forme di vita li sento anche sulle casse o cantando come lr sirene

 


Inviato da: riccardo  18/03/2008 15.55.47
 Commento:  

a me è capitato 2 o 3 volte di sognare cose che il giorno dopo sono successe ma io credo che siano solo casi e per questo non so se credere si o no alla telepatia.....pero è una cosa che mi affascina molto....ciao a tutti da riccardo(11 anni) da povegliano(VR)

 


Inviato da: jessy  15/03/2008 19.14.17
 Commento:  

a me capita spesso che quando qualcuno mi chiama penso chi possa essere ed il più delle volte non mi sbaglio può essere telepatia?

 


Inviato da: Veronica  14/03/2008 14.48.04
 Commento:  

Da un anno a questa parte che io ed una mia amica facciamo spesso gli stessi sogni.A volte hanno sfumature diverse ma più o meno sono sempre uguali.Per esempio questa notte io ho sognato che un cane mi inseguuiva e dovevo scappare e anche lei ha sognato che qualcuno la inseguiva.Tempo fa invece sia io ke lei sognamo di aver dato una festa e raccontandoci il sogno nei minimi dettagli ho scoperto che nella festa del suo sogno c'erano gli stessi invitati che c'erano nel mio!Poi più di una volta mi capita di alzare la cornetta e di dire,senza che dall'altra parte del filo nessuno abbia ancora detto niente,"ei Chiara"..e infatti è proprio lei ke mi kiama e io spesso sono sicura che è lei!Poi più di una volta diciamo le stesse cose..contemporaneamente!!abbiamo la stessa reazioni alle notizie..non riesco a spiegarmi queste cose.so solo che l'amicizia che ci lega è molto forte.ci conosciamo 5 anni e abbiamo passato almeno 5 ore ogni giorno insieme (x la scuola).
Un'altra cosa che mi succede è sognare i voti dei compiti in classe.E conicidono quasi tutti!Oppure la notte sogno la prof che il giorno dopo poi mi interroga e appena mi sveglio capisco che dovrò essere interrogata da quella prof.ed è sempre così.arrivo nella mente delle persone io?

 


Inviato da: Umberto Di Grazia  14/03/2008 10.05.56
 Commento:  

Vi consiglio, se volete informazioni oneste, di leggere il testo di Lyall Watson:"SUPERNATURA"edito, anni fa, da Rizzoli. Tutti i testi di Watson, biologo e ricercatore, sono un riferimento importante per chi vuole conoscere. Nel capitolo sulla telepatia,20 pagine.., leggiamo, tra l'altro: " ...anche Freud,benchè avesse qualche difficoltà a provocare l'ipnosi,credeva che la telepatia avviene più facilmente in condizioni psicanalitiche, in cui l'inconscio viene esposto a un esame minuzioso. Il suo saggio su Psicanalisi e Telepatia non fu pubblicato fin dopo la sua morte, ma verso la fine egli scrisse: "Se dovessi vivere di nuovo la mia vita, mi dedicherei alle ricerche psichiche piuttosto che alla psicanalisi ( Steiger 1966)". La Telepatia,.... è stata provata al di là di ogni ragionevole dubbio:...essa fa parte troppo profondamente dell'esperienza comune e della ricerca controllata per poter ancora essere rifiutata....ma abbiamo un'idea imprecisa su come possa funzionare...sappiamo molto di più sul come non funziona." Inoltre, per chi volesse raccontare ciò che gli succede di inspiegabile, come già detto, può scrivere all'associazione IRC e potrà anche avere il mio indirizzo e.mail. Comunque il dire: " ho dei fenomeni e non sono pazzo.." indica sempre, e succcede spessissimo, una cattiva informazione sia dei fenomeni stessi ( in verità mal divulgati dagli integralisti dominanti..)sia di ciò che è stato scritto e studiato: Molte persone hanno fenomeni anomali..e per fortuna che sono e siamo in molti.

 


Inviato da: Umberto Gargiulo  10/03/2008 10.51.25
 Commento:  

Io alla telepatia ci credo, non solo, sono certo di averla! Dottor di Grazia le ho già scritto un'email per un'incontro. La prego di rispondermi per capirci di più. Non sono pazzo, le cose che da racconterLe sono incredibili!!

 


Inviato da: M.M.  23/02/2008 18.15.04
 Commento:  

Premetto di non essere affetta da patologie psichiche quali schizzofrenia o di soffrire di esaurimento nervoso.
Posso affermare di aver avuto dei collegamenti telepatici con persone di mia conoscenza sia lontane pochi metri sia a distanze considerevolmente maggiori.C'è stata interazione tra me e la persona,quasi fosse un dialogo ma senza nessuna emissione sonora.
Ho letto degli esperimenti del dottor Kittenis o Sheldrake grazie a un elettroencefalogramma,io trovo difficoltà a farmi prescrivere tale analisi dal mio medico di base per avere dei riscontri positivi e dimostrare che è vero.Ringrazio molto Umberto Di Grazia e spero di destare interesse, è molto difficile trovare a chi rivolgermi!

 


Inviato da: daniela saraceni  11/02/2008 21.39.05
 Commento:  

A proposito di telepatia,sto sperimentando da alcuni anni che con alcune persone esiste un filo quasi diretto di comunicazione telepatica,sono persone che a volte non vedo da anni o che per anni non ho molto considerato a livello consapevole, ma sono persone che a mio avviso, interessano alll'inconscio, non so per quale recondito motivo...ma ci sarà un motivo senz'altro importante nel tracciare le linee della mia vita, o per lo scioglimento di profondi nodi psichici...
Concentrandomi riesco a farmi chiamare al telefono o a risvegliare la loro attenzione nei miei confronti...altre volte invece mi arrivano gli impulsi dei loro pensieri nei miei confronti....a volte mi capita di raggiungerli durante il sogno...e ridestare le loro attenzioni poi nella realtà..tutto ciò è molto interessante e degno di essere studiato

 


Inviato da: lucia  07/02/2008 13.58.26
 Commento:  

ho sognato la fine delle torri gemele prima che accadesse ho esaminato il sogno solo dopo e mi sono resa conto di quante cose combaciassero

 


Inviato da: Enrico  31/01/2008 12.43.24
 Commento:  

Lunedì mattina mi sono alzato sono andato in bagno e guardandomi allo specchio mi sono toccato la fronte e i capelli,ed ecco un pensiero, apparso con flash e immagini dell?evento nella mia mente, mi diceva che il padre di un mio collega di lavoro era morto, provando anche una sensazione di dolore e tristezza. Andato in ufficio mi hanno detto che il sabato precedente era morto il padre di questo collega sopra citato. Preciso che, non frequento questa persona e che non ho mai parlato con lui della sua famiglia e neanche ne ho sentito parlare da altri colleghi. Questo non è un caso isolato, altre volte mi è successo di riuscire a leggere nella mente di persone che non conoscevo e di sapere cose della loro vita privata a me impossibile sapere. La prova è stata che, una volta conosciute, queste persone mi hanno confermato quello che già sapevo,non so come, di loro. La casualità e che mi accadono maggiormente quando il cielo è nuvoloso. Di cosa si tratta di Telepatia o ???. ?

 


Inviato da: giulio  30/01/2008 20.40.35
 Commento:  

non è da molto che mi capita questo fenomeno, succede con la mia ragazza, la "sento", la chiamo al telefono e lei mi risponde: " ... ti stavo pensando" ed io "ho sentito, è per questo che ti ho chiamato"; capita anche se mi prega. Il segnale ricevuto però non ha forma ne sostanza ne valenza o polarità (o almeno non riesco ancora a discernere in tal senso), ha un tempo determinato ed un'intensità variabile. Lo sento nella testa, ma se dovessi individuare un canale sensorio-percettivo che lo capta direi che è l'udito. Riesco a distinguere la lateralità ultimamente (destra o sinistra) qualcuno sa darmi qualche indicazione per come interpretare o "decodificare"? Grazie.
ziousso@alice.it

 


Inviato da: max  25/01/2008 15.25.26
 Commento:  

a me capita di sognare, quello che succede alla gente. Ovviamente la conferma dei miei sogni è sempre legata a persone che conosco. La domanda che però mi sono sempre posta è:perche' vengo spesso a conoscenza di cose già successe?, Se quello che ho è veramente un dono, a cosa mi serve venire a sapere le cose degli altri quando ormai non posso più fare niente? ..

 


Inviato da: Mauro  17/01/2008 15.46.54
 Commento:  

da anni ormai recepisco questa sensazione telepatica e ne hò avute prove concrete che confermano la telapatia tra due individui anche se in modo incoscio.
L'ultima prova l'hò avuta domenica 13 gennaio 2008, inviai una mail ad un mio amico che non ci sentivamo da anni, non ebbi risposta, passeggiando per le vie della città, mi trovai a parlare con mia moglie di questa persona che non mi rispondeva, solo 4 frasi ed ecco che squilla il telefono.....era lui......incredibile ma vero e ripeto, ormai sono anni che vivo nella piena compatibilità telepatica, potrei citare altre occasioni ancora più importanti facente parte della mia vita e di questo ne è a conoscenza anche Umberto Di Grazia su miei racconti ed esperimenti fatti con il gruppo I.R.C.

 


Inviato da: star  16/01/2008 22.15.37
 Commento:  

Soprattutto ultimamente, dopo aver meditato,la cosa si e' amplificata... i sogni, gli sms, i pensieri (anke quelli non buoni...), si e' aggiunto pure l' essere triste(o felice) xke' una certa persona non e' felice prima ancora di sapere che non lo e' per un certo motivo... a volte nn so ke dire... ma devo venirne a capo... capirmi meglio...e se fosse ke sentiamo le persone ke hanno avuto un forte legame karmico con noi? ciao! star

 


Inviato da: vogliovederel'aura  05/01/2008 0.56.06
 Commento:  

Sento nitidamente,occasionalmente, la voce di mia madre che mi chiama e puntualmente decido di andare da lei nella stanza di fianco chiedergli se mi abbia chiamato dice di no , ma stava per venire a dirmi una cosa ! qui bisogna che questa gente pensi meno alla "scienza" e un poco piu all'unica vera energia dell'universo - L'AMORE-

 


Inviato da: nadia  04/01/2008 16.30.42
 Commento:  

a me capita spessissimo di essere telepatica, in particolare con una persona che incontro se lo sto pensando. Questo accade ormai da anni purtroppo sono anche recettiva anche in pensieri negativi in questi fragenti o percecepito addirittura la voce e la presenza di chi mi stava inviando un messaggio non molto positivo. Come combattere contro queste recezioni? E ancor mi chiedo se io poi incontro la persona a cui stavo pensando c'è la possibilità che anche lui stesse pensando a me?

 


Inviato da: gabriella  03/01/2008 19.16.50
 Commento:  

mi sto interessando alla telepatia,oramai non posso non prenderla in considerazione visto che mi crea alcuni problemi ,io ritengo che ci siano persone che trasmettono e persone che ricevono io sono la ricevente ricevo 9 volte su dieci (ho fatto le prove)questo mi da fastidio e mi disturba, vorrei sapere come faccio per difendermi a volte non voglio ricevere e avere la mente libera. Sto facendo di tutto per trovare testi che mi spieghino in modo scientifico e serio,ma non trovo niente!!!! avete qualche indicazione di libri? oppure di esercizi mentali?

 


Inviato da: coloriamoci  03/01/2008 13.55.31
 Commento:  

Effettivamente anch io nel mio piccolo so benissimo quando squilla il telefono chi sia, ma non è legato ad abitudini di orari, anzi tutt'altro. Certo non mi succede con tutti, ma la cosa piu sorprendente è che un paio di volte ultimamante mi è successo che stavo pensando ad una persona, e il telefono squilla, era lei, ma invece di rispondere attacco e la richiamo e comincio la coversazione dicendole : Questa si che è telepatia, ti pensavo e tu mi chiami.

Ma lei non capisce, perchè anche se mi stava pensando era seduta sul divano e lontana dal telefono, dunque non aveva mai preso in mano il telefono, e non poteva neanche partire la chiamata per sbaglio.

Una volta con un mio cugino, che mai ho avuto il suo numero telefonico e viceversa, il telefono ci squilla contemporaneamente, e tutti e due rispondiamo e vogliamo capire chi ci sta chiamando, poichè era un numero sconosciuto.

Nessuna aveva tra le mani il telefono, chissà chi pagò quella telefonata?

 


Inviato da: Umberto Di Grazia  21/12/2007 12.18.36
 Commento:  

Non possiamo, con così pochi dati, capire se il sentire "qualcuno vicino" è in relazione alla telepatia... comunque non è escluso. Buon Avvento della Nuova Luce a tutti.

 


Inviato da: maria  17/12/2007 23.24.35
 Commento:  

a volte ho come la senzazione che qualcuno che conosco mi stia pensando anche questa si chiama telepatia?

 


Inviato da: susanna  10/12/2007 17.57.39
 Commento:  

io sono sempre stata sicura di questo , anche perche se no non mi sarei spegata tante cose. Capitate a me in prima persona

 


 

 

 

 

Inviaci un tuo commento

 

* n.b. i commenti, prima della loro pubblicazione dovranno essere approvati dalla redazione

Nome

 

 

Commento

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
   

® Copyright 2000 - 2014 - ISTITUTO DI RICERCA DELLA COSCIENZA - VIA ATTILIO AMBROSINI N°72  - 00147 Roma - Codice Fiscale 97125040580