Creato un nuovo carburante che emette zero emissioni nocive e prodotto dalle acque reflue

La società spagnola Ingelia ha ingegnosamente sviluppato un sostituto del carbone utilizzando uno dei più comuni sottoprodotti dell'essere umano: dai rifiuti organici hanno sviluppato un particolare tipo di carbone biologico chiamato "biochar", disponibile anche sotto forma di pellets.