rupert6

Proponiamo una selezione di alcuni libri molto interessanti di Rupert Sheldrake, un autore non troppo noto in Italia, ma che merita senz’altro di essere conosciuto più approfonditamente.


La mente estesa

La mente estesa

A cura di M. Massignan
Ed. Apogeo, Collana Urra, 2006
ISBN: 8850324626

Ci sono molte cose che non comprendiamo della natura umana e animale. Per generazioni, i pregiudizi radicati nel pensiero dei filosofi del XVII e XVIII secolo hanno inibito la ricerca e le indagini, ma esperimenti relativamente semplici possono dare risultati di grande importanza in questa nuova fase
dell’esplorazione scientifica. In queste pagine, Sheldrake sostiene che capacità umane non ancora spiegate come la telepatia, la sensazione di essere osservati e la premonizione non sono paranormali ma normali, e fanno parte della nostra natura biologica, anche se abbiamo in parte perduto o trascurato questi aspetti del
nostro patrimonio evolutivo. Questo libro differisce in molti modi da altri resoconti circa le capacità umane inspiegate. Per prima cosa, esso si basa sulla biologia e sul comportamento animale, e tratta la telepatia e le altre capacità inspiegate come aspetti della nostra natura biologica e animale. Parte dalla storia naturale delle esperienze umane, ma ovunque possibile discute di esperimenti che possono gettare luce su ciò che accade in tali resoconti.
Dimostra che la ricerca scientifica sul tema può essere condotta anche in modo semplice. I fenomeni di cui si discute non sono ancora spiegati, ma Sheldrake ritiene che siano spiegabili: esplorarli a fondo potrebbe dare una nuova comprensione della natura delle menti umane e animali e degli invisibili collegamenti che ci connettono gli uni agli altri e al mondo intorno a noi.

I poteri straordinari degli animali

I poteri straordinari degli animaliCani telepatici, gatti che prevedono i terremoti,
tartarughe che ritrovano la strada

Traduzione di A. C. Zapparoli
Mondadori, Collana Oscar saggi, 2001
ISBN: 8804490896

I edizione:
Mondadori, Collana Saggi di letteratura straniera, 1999
ISBN: 8804476168

Cani che sanno quando il padrone sta tornando a casa, cavalli che trovano la via di casa a chilometri di distanza, cani, colombi e fagiani che avvertono in anticipo l’arrivo di un terremoto o di altri pericoli imminenti: Rupert Sheldrake ha avviato da anni un filone di ricerca che si occupa di studiare il talenti degli animali. In questo libro l’autore sostiene che i membri di un gruppo sono legati da vere e proprie aree di influenza reciproca, caratterizzate da una memoria collettiva, da modelli di comportamento, adattamento e apprendimento comuni. Tali aree di influenza consentono a cani, gatti, conigli, pappagalli e altri animali di comunicare telepaticamente tra di loro o con gli uomini.

L’ ipotesi della causalità formativa

Traduzione di A. Sabbadini
Red Edizioni, Collana Le radici del futuro, 1998
ISBN: 8870310604

Se migliaia di topi vengono addestrati in un laboratorio di Londra a eseguire un nuovo compito, altri topi simili in un laboratorio di New York imparano più rapidamente a eseguire lo stesso compito. Molti animali e piante hanno notevoli capacità di rigenerare le loro parti danneggiate. Quando un nuovo composto chimico viene creato per la prima volta in laboratorio, è in genere difficile da cristallizzare, ma più spesso viene sintetizzato, più facilmente i suoi cristalli si formano nei laboratori di tutto il mondo. Come si spiegano questi fenomeni? Sheldrake li ha chiamati “causalità formativa”. Nel libro l’ipotesi viene presentata e se ne discutono le implicazioni.

Sette esperimenti per cambiare il mondo

esperimentiperSette esperimenti per cambiare il mondo
Traduzione di S. Boschetti
Ed. Corbaccio, Collana Saggi, 1995
ISBN: 8879721534

Il vostro cane capisce veramente quando state tornando a casa? In che modo i piccioni trovano la strada del ritorno? Come possiamo dimostrare che la sensazione che abbiamo di essere osservati corrisponde quasi sempre a ciò che accade in realtà? Il dolore che gli amputati provano agli arti che non hanno più esiste realmente? Le costanti fondamentali dell’universo possono variare? L’aspettativa nei confronti di un esperimento scientifico può alterare i risultati dell’esperimento stesso?
«…scoprirete che quelle che consideravate “Leggi” sono soltanto teorie e che ciò che credevate che gli scienziati sapessero in realtà era solo ciò che pensavano….»
(SUNDAY TIME)

La rinascita della natura

Traduzione di L. Pignatti
Ed. Corbaccio, Collana La nuova scienza, 1994
ISBN: 8879720694

L’autore traccia una panoramica del pensiero filosofico, scientifico, religioso e, rifiutando la concezione tradizionale della natura vista come enorme macchina bruta, dimostra che la Terra non è la somma di parti diverse, ma un solo organismo vivente, in cui ogni sistema (dalla foresta amazzonica alle molte specie in via di estinzione) deve restare intatto e vitale perché la vita abbia un futuro. E’ un attacco frontale alla scienza convenzionale che esprime un ripensamento radicale del posto dell’uomo nello schema dell’universo, e configura un nuovo rapporto tra scienza e idea della divinità.

Iscriviti alla Newsletter

Prossimi eventi

  1. Rave Meditation

    novembre 5