di CLIFF PICKOVER

University of Wisconsin

Grazie a Brando Crespi, lettore di Schwartzreport per avermi mandato questa notizia.

La gente afflitta dalla sindrome Charles Bonnet vede esseri da un altro mondo. Molti scienziati chiamerebbero questi esseri allucinazioni.

Altri considerano questa sindrome un portale per una realtà parallela. La persone con la sindrome Charles Bonnet (chimate anche “gente Bonnet”) sono mentalmente sane.

Le visioni compaiono quando la vista di queste persone si deteriora in seguito a malattie della vista come la degenerazione maculare , malattia collegata all’età o quando i pazienti hanno subito un intervento per la rimozione di entrambi gli occhi. La sindrome Charles Bonnet è piú comune in gente piú anziana con un livello elevato di istruzione.

La “gente Bonnet” afferma di vedere apparizioni che assomigliano a facce distorte, a figure mascherate, ai fantasmi ed a persone in miniatura . La maggior parte della “gente Bonnet “vede degli esseri che portano cappelli. Per esempio, una donna molto sensata stava tranquillamente seduta a casa sua, quando ha visto improvvisamente dei ometti alti due pollici,con tanto di cappelli sfilare davanti a se;ha provato a prendere uno, ma non è riuscita.

Il suo unico problema di salute era di avere un abbassamento di vista dovuto alla degenerazione maculare. Un paziente ha descritto come un amico che lavora davanti ad una siepe alta è improvvisamente sparito, come se avesse indossato un mantello che lo faceva diventare invisibile. “Era rimasto solo un cappello arancione che galleggiava avanti e indietro nello spazio davanti alla siepe.”

Cinquanta per cento della “gente Bonnet” vede la faccia distorta o senza corpo di uno sconosciuto con sguardo insistente e i denti prominenti. A volte gli sconosciuti sono visti soltanto di profilo o in una forma tipo fumetto,cosa che ricorda delle immagini viste dalla gente che prende un farmaco psychedelico chiamato DMT. Le facce “sono descritte spesso come grottesche”.