Sono molte le persone che vivono nel quotidiano i cosiddetti “fenomeni anomali”, spesso non ne parlano per evitare di sentirsi diversi.. Ma comunque se ne avete esperienza, non siete i soli !

Aiutate la ricerca.

Vi proponiamo la possibilità di registrare, nel nostro database, Unico in Europa, le Vostre precognizioni (o altri fenomeni anomali) effettuate attraverso l’intuito. Queste possono giungere attraverso modalità diverse quali: sogni lucidi, intuizioni, stati alterati di coscienza, oobe, etc. che noi abbiamo formalizzato con il campo “Tipologia”.

Lo stato della precognizione (in progress vera – falsa – etc.) è a vostra discrezione, ovvero dovrete farci pervenire l’esito, laddove si verifica, che sarà inserito nel data-base.

Buona Sperimentazione!

Inviaci la tua Esperienza

0 + 7 = ?

Questo modulo di contatto è disattivato perché l’utente ha rifiutato di accettare il servizio Google reCaptcha, necessario per convalidare i messaggi inviati dal modulo.

724_Donatella

Buongiorno, ho avuto molte esperienze che non saprei definire, come sentire graffi sul cuscino prima di dormire,ricevere spintoni o sentire rumori e voci di persone provenire da dentro degli armadi per poi scoprire che oltre la parete non vi era nulla… Mi è capitato di sentire bisbigliare, sentirmi respirare al lato del viso…

Sentire lunghi passi interminabili, vedere una persona attraversare un tratto di strada vietato ai pedoni sparire in un batter di ciglio. Tutte esperienza che per me segnano, in particolare una notte vidi una donna con un abito lungo e bianco China sul letto di mio fratello che gli rimboccava le coperte, in quel momento ho pensato che fosse mia madre e iniziai a chiamarla una, due, tre, volte senza avere risposta…. la cosa più strana è che poi mia madre arrivò e accese le luci e finché non entrò, la donna vestita di bianco continuò a rimboccare le coperte…sparendo nel nulla e lasciando mio fratello ben avvolto nelle coperte. E questa notte come il mio solito, mi sveglio e comincio a sentire fuori dalla finestra tre fischi ripetitivi non provenienti da persone o animali

723_Roberta

Non voglio pensare di essere diversa per via dei miei sogni premonitori ma è da sempre che mi tormentano…A volte sono belli come la premonizione di una gravidanza desiderata …altre volte sono catastrofici come terremoti ed epidemie. Negli ultimi anni addirittura violenze su donne e lapidi con nomi e cognomi di persone sconosciute.
Ho un diario dove scrivo tutto ciò che sogno. È inquietante ma allo stesso tempo è un modo per esorcizzare questa parte di me che non sopporto e che mi fa stare sempre più male.

722_Luigi

Ieri e l’altro ieri mi sono capitati due strani fenomeni. L’11 giugno è morta mia moglie e già vivo da solo più di un anno vivo in un altra casa da solo. Nell’ottobre scorso ad Amalfi comprai un oggetto scaramantico più per ricordo tipico campano che per scaramanzia vera e propria. Con un gancetto ho appeso questo oggetto dietro la porta di casa e l’altro ieri è caduto da solo ed ho imputato il fatto alla presenza del vento che poteva averlo fatto oscillare e far cadere, l’ho raccolto e l’ho riagganciato. Ieri pomeriggio ero solo in casa e non spirava nessun alito di vento, improvvisamente sento un botto e questo oggetto, un cappello di terracotta rivestito di stoffa nera con piccoli cornetti carta n. 13 ed altri oggettini scaramantici, è caduto a terra e si è rotto. Il gancio alla porta è sempre al suo posto ed il nastrino rosso che tiene appeso questo cappellino scaramantico è integro, non presenta sfilacciamenti ed il nodo che forma il cappio del nastrino non è sciolto. Non so spiegare questo fenomeno che definirei paranormale.

721_Lucia

Leggendo il libro di Rossella Jannello (una giornalista Catanese) sulla storia di una giovane donna di nome Angelina Mioccio dal titolo la bella Angelina, la giovane è morta suicida a soli 19 anni e il suo corpo fu imbalsamato e traslato i una cappella nel cimitero di Catania mi accadde finendo di leggere il libro di dire a voce alta povera Angelina!

Quando mi preparai per andare a dormire e mi stavo mettendo il pigiama e la bajour era accesa vedo davanti al como’ dove vi sta uno specchio una giovane donna di spalle vestita con un lungo abito nero sistemarsi lo chignon per poi scomparire io saltai in aria dalla paura! La giovane mi riapparve una seconda volta sempre davanti al como’ dove vi sta lo specchio sempre nel fare lo stesso gesto di sistemarsi lo chignon io presa di coraggio la chiamo per nome Angelina! La donna si gira e mi guarda era proprio la giovane morta suicida a soli 19 anni e io ho pensato che fosse venuta per ringraziarmi di avere pensato a lei e avere avuto pietà per lei.

720_Anonima

Buongiorno, vorrei condividere con voi la mia esperienza della notte scorsa….
Sarò breve e diretta: poco prima di addormentarmi sento distintamente un nome ed un cognome a me sconosciuti, (premetto che ero sola nella stanza in completo silenzio e che nelle ultime settimane non sto seguendo aggiornamenti informativi di vario genere), presa dalla curiosità lancio una ricerca in internet e scopro che il nome e cognome appena sentito corrisponde ad un uomo deceduto da alcuni giorni.

719_Luigi

Giorno 7 aprile è morta mia nonna materna i miei genitori essendo separati lei era la mia famiglia…nelle settimane precedenti premetto che ho fatto sempre sogni premonitori e si avverano sempre,dopo aver consumato a tavola con mia madre vado a sdraiarmi sul divano…tengo a precisare che mio nonno il marito è morto giovanissimo e io non l ho mai conosciuto…mia madre mi tocca e mi fa quando la finisci di parlare nel sonno che sei uscito pazzo…sta di fatto che ogni volta che chiudevo gli occhi per dormire io vedevo in salone un uomo sulla mia sinistra e poi vicino mia madre vedevo un donna che nn riconoscevo bene perche non era girata di faccia…mia madre dice che ho parlato tutta la notte nel salone io ricordo solo loro 2 e poi la mattina come apro gli occhi sbatto al mobile dove c’era quest uomo….io nn mi davo pace perche l’avevo visto veramente e ci avevo parlato…la sera dopo vedo prima di dormire la luce della cucina che si accende e si spegne e io dico ora vado a dormire ma la mattina dopo ero sempre sul divano e ho ricordatp che quest uomo mi ha fatto andare nella cucina e poi tipo magicamente eravamo in una stanza antica e lui m illustrava delle foto….morale guardo le foto di mio nonno mai conosciuto ed era venuto a prendersi la nonna di pasqua proprio come lui…e quella casa dove m illustrava le foto era la loro vecchia casa…da quel sogno è passato un giorno e la nonna l ho trovata io che stava male e sarebbe morta dopo 3 giorni…nn ricordo di cosa parlavamo con lui però…

718_Daniela

La prima volta avrò avuto circa 12 o 13 anni. Dormivo nella cameretta con mio fratello. Il letto era a castello ed io stavo sopra. Mi svegliai per delle carezze alle gambe. Aperti gli occhi vidi mia nonna defunta 10 anni prima. La potevo vedere e riconoscere nonostante una sorta di immagine annebbiata e contornata da un pulviscolo luminoso. Mi spaventai a morte, tirai su le coperte a coprirmi la testa e rimasi così per diversi minuti. Poi piano piano mi scoprii e guardai. Non c’era più.
Da quel giorno iniziai ad avere percezioni di pericoli imminenti.

Andando a scuola una mattina, scendendo le scale di una lunga rampa, seppi ancor prima che accadesse che sarei ruzzolata giù sino in fondo. E così fu.

Da ragazza ero in auto col fidanzato e dei suoi parenti. Davanti a noi procedeva un mezzo pesante con delle lunghe barre di ferro certamente bloccate ed assicurate, ma sporgenti oltre la sagoma posteriore. Dissi al mio ragazzo “non mi piace quel carico, rallenta ed allontanati perché ho l’impressione che si muoverà”. Qualche decina di secondi dopo quelle barre di ferro cominciarono a spostarsi pericolosamente da destra a sinistra.

A 21 anni fui operata per una peritonite. Post intervento ebbi un’emorragia interna. Mia mamma mi raccontò che cominciai a sbattere sul letto, come avessi delle convulsioni.
Ricordo solo che spari tutto e fui pervasa da un grande senso di leggerezza. Non sentivo più il dolore fortissimo alla pancia, né le voci concitate dei medici accorsi. Vidi una luce dentro ad un tunnel nel quale venivo risucchiata fluttuando. Più mi avvicinavo alla sua fonte e più mi sentivo bene, serena, tranquilla, una pace assoluta. All’improvviso sentii mia madre che continuava a chiamarmi “Daniela!!!…Daniela…!!!” Aprii gli occhi e lei mi chiese qualcosa che non ricordo bene. Le risposi “ero nell’aldilà”.

Sono decenni che quando sta per morire qualcuno che conosco o che mi è caro lo so con diversi mesi di anticipo perché faccio un sogno ricorrente che ha delle varianti a seconda che sia un conoscente od un parente.

A volte mi capita di pensare a persone che poco dopo mi telefonano.

Nel gennaio 2019 prenotai un volo per Amsterdam con partenza 30 marzo. Tre biglietti andata e ritorno ad un prezzo vantaggioso non rimborsabili. Circa 10 giorni prima ebbi la sensazione di non dover partire. Guardai sul sito e capii che se avessi rinunciato avrei perso il 50% del prezzo pagato. Misi da parte i miei pensieri. Giunti quasi metà del volo di ritorno un motore si spense ed il comandante decise di tornare all’aeroporto di partenza. Ci fecero cambiare aereo e ripartimmo.

Non più di 10 giorni fa mi svegliai dal sonno. Ancora carezze sulle gambe. In piedi alla mia destra c’era mio zio. Anche lui cosparso da un velo di nebbia. Ci siamo guardati a lungo. Questa volta, ormai donna, non ho avuto paura. Poi in un battito di ciglia si è dissolto.

Da circa 10 anni mi capita spesso di guardare l’orologio o di svegliarmi quando segna le 2:22 o le 22:22.

Sono tante, tantissime le cose che potrei raccontare.

Alcune anche negative come oggetti trovati spostati, il gas del piano cottura aperto senza fiamma. Potrei definirli “dispetti”.

Per tanti anni ho avuto paura di tutto ciò. Poi ho imparato a conviverci.

717_Cesare

Una volta ho sognato di emettere un getto d’acqua dalla bocca, tipo un rubinetto. In giorno dopo in televisione ho visto un film dove un attore emetteva un getto d’acqua tipo rubinetto dalla bocca, visto che ho avuto altri sogni di precognizione non ho pensato ad una coincidenza.

 

716_Cesare

Mi è capitato un episodio di telepatia di un messaggio mentale – solo due parole. Invece con molta facilità percepisco sentimenti intensi a distanza anche da parte di persone sconosciute. Mi rendo conto che ai fini della ricerca la telepatia dei sentimenti ha scarsa utilità. Stavo per entrare a casa di un parente – mi sono venute in mente due parole – CUP ed il nome di un paese. Mi sono detto: ma che razza di pensiero è ? Poi parlando con il parente mi ha detto: ho rimuginato per un po’ di chiederti del CUP di quel paese. In genere le persone non rimuginano di dirmi qualcosa, forse per questo non succede ancora.

715_Valerio

Ieri sera nn riuscivo a prendere sonno poi a un certo punto mi sono sentito incapace di muovermi e di parlare ..Ho avuto paura avevo la sensazione che ci fosse una croce sul letto cercavo di urlare alla mia compagnia con tutta la mia forza ma nn mi sentiva ..poi improvvisamente sono riuscito ad allungare una gamba e ho sentito Comi una cosa piena di spine che mi si è attaccata al piede e nn riuscivo più a toglierla ..poi finalmente sono riuscito ad emettere un suono e finalmente la mia compagnia si sveglia ..dicendomi di nn urlare perché potevo svegliare la bambina .Nn capendo ovviamente la mia situazione ed improvvisamente la sensazione di paura spari del tutto ..per favore qualcuno mi può dare una risposta.

grazie

714_Alfonsina

Buonasera, mi chiamo Alfonsina volevo raccontarvi questa storia…. Io lavoro in un posto dove purtroppo un anno fa e morta una donna mentre veniva a lavoro questa informazione mi e stata data dalle colleghe che ci lavoro assieme… Mi e stata consegnata una cassetta con degli attrezzi senza dirmi a chi apparteneva quando ho preso questa cassetta in mano io ho iniziato a pensare a questa donna deceduta ripeto non la conoscevo fisicamente… Io ho intuito subito che quella cassetta apparteneva a questa donna e chiedendo in giro ho scoperto che era cosi… Ora ripeto mi viene sempre da pensarla e come se la sento vicina ma quello che mi ha fatto rabbrividire e che portava lo stesso mio cognome da parte di suo marito… Mi chiedo cosa vuol dire tutto ciò ci può essere un collegamento?

Grazie attendo la risposta

713_Anna

Spesso vedo sagome che compaiono dal nulla sono stilizzate mi osservano senza fare nulla, tante volte mentre percorro la strada per andare a scuola mi capita che le persone che mi camminano davanti poi scompaiano all’improvviso e non capisco dove vanno, ieri lungo la strada che da casa mia scende verso il centro città davanti a me camminava una signora che poi non ho più visto l’ho cercata niente non c’era più non era entrare da nessuna parte come è possibile?

712_Roberta

Stavo per entrare in casa.Ma aldilà della porta chiusa vedevo molto sangue . Ho aperto ed era effettivamente vero, il mio cane aveva avuto una emorragia ,avendo un carcinoma al naso che si era rotto . Il sangue era già rappreso , io sto fuori per lavoro non più di 5 ore !

711_Francesca

Salve ho trovato per caso questo sito e spero potiate aiutarmi a capire molte cose grazie in anticipo.
Dunque da dove cominciare, ne ho talmente tante di cose strane, però dirò quelle di quest ultimi anni.
Era quasi nel 2017 già convivo da qualche mese col mio attuale marito.
Una sera mentre dormivo, feci un sogno davvero strano, stavo in una foresta, percorrendo un sentiero, e alla mia sinistra v era il mio compagno, mano nella mano, mentre alla mia destra apparve un mio amico morto al tempo delle superiori, quindi quasi una 10 di anni fa. Io rimasi stupita di vederlo a tal punto da toccarli la mano e chiedergli se fosse davvero lui, lui mi avvolgeva con il braccio sulla spalla e mi sorrideva fino a che, sempre sorridendo e non rispondendomi mi fece cenno di guardare alla sinistra del mio compagno. All’inizio non capii poi appena girai lo sguardo vidi uno spirito, che sentivo benigno, che avvolgeva col braccio il mio compagno e sentivo che era felice. Tutti e 4 continuammo a camminare per questo sentiero.
Non capii all’inizio perché questo mio amico defunto non lo pensavo da parecchi anni. Qualche mese dopo conobbi una coppia e il ragazzo divenne da subito legato col mio Compagno, come culo e camicia. Purtroppo qualche mese dopo, la sera del compleanno di questo nostro amico, ebbe un incidente mortale. Premetto una settimana prima successe cose strane, ovunque giravo vedevo incidenti mortali che a cadevano davanti i miei occhi. Dopo la sua morte non fu un bel periodo x varie situazioni e sentivo che lui non stava bene a tal punto che mi venne in sonno, che era nella bara e urlava e piangeva disperato battendo pugni dicendo “basta”.

710_Marialuisa

Ho perso il padre dei miei figli.sono passati 2 anni e mezzo quasi 3.
È deceduto a causa di un tumore al pancreas ormai divenuto esteso in tutti gli organi..
È morto dopo un mese tra dolori e altro.
Il 15 marzo è deceduto ,alle ore 15.00 del pomeriggio..
Si sa che quando muore qualcuno bisogna poi organizzare x il funerale.
Io ho chiamato un amico x venirlo a vestire ..pulire ..profumare e colorarlo un po.
È stato un giorno x me infernale…guardavo il suo corpo.immobile sul letto..a volte sembrava che si muovesse…andavo a toccarlo…e il suo corpo non era ancora rigido…io avrei preferito che si svegliasse..
Comunque ho avuto una giornata di pianto intenso quasi a farmi scoppiare la testa.
Arriva la sera …intanto lui era sul.letto vestito e coperto con un telo ricamato traforato..l ho salutato e mi sono avviata verso la camera da letto.
Allora ho fatto fatica a prendere sonno
Ma dopo poco ..ci sono riuscita
Verso le 3.15 del mattino..ho sentito al petto un senso di vuoto come quando si va giù velocemente dalle montagne russe
Ho aperto gli occhi di colpo…era lì..io mi sono impressionata solo di una cosa
Non era vestito con il suo bell’abito… ma indossava un camice al ginocchio bianco che sembrava o da dottore o macellaio…
Questo mi ha impressionato molto
E poi x un pò di tempo l ho sognato in estasi con lo sguardo al cielo …e io gli chiedevo cosa facesse così incantato
Mi ha mai risposto
L ho anche abbracciato nel buio (in sogno)e sapevo che la sagoma era la sua
Quell abbraccio l’ho sentito forte …al risveglio sentivo ancora la stretta forte che gli avevo dato nell’abbracciarlo
Tutto qui…
Ora non lo vedo più ne in sogno…ne nell’ombra.

709_Cristina

Molti anni fa ero appena stata in visita alla tomba di una carissima amica, morta poco tempo prima abbastanza giovane, dopo una vita sfortunata. Il cimitero era fuori città e molto isolato e ovviamente rimasi intristita.

Quella notte salutai le figlie ,di circa due e cinque anni, mentre mio marito guardava ancora la TV e mi coricai. Di solito le bimbe, specie la più piccola, piagnucolavano un po’ per venire nel lettone poi si rassegnavano. Spensi la luce e dopo poco sentii vicino al mio lato del letto qualcuno che piangeva. Siccome non volevo dar loro retta, non mi mossi e tenni gli occhi chiusi fingendo di dormire. La cosa duro’ parecchio poi cesso’ senza che io rilevassi altri rumori tipo passetti che tornassero in camera. Dopo un po’ mi alzai e andai dalle bambine, che premetto erano gia’ molto sveglie e mature per la loro eta’. Chiesi se qualcuno era venuto di la’, un po’ scherzando, ma entrambe negarono con decisione. Riflettendo poi mi parve ricordare che oltre a quel sommesso piagnucolio, veramente triste, non avevo riconosciuto l’una o l’altra da alcun particolare del tono o di altro. Anche il giorno dopo continuarono a negare seriamente, ed io desistetti per non impressionarle.

In genere dopo un poco mi dicevano sempre se erano state loro a fare qualcosa. La grande malinconia provata al cimitero mi torno’ in mente e pensai subito alla mia amica. Non sono piu’ tornata in quel cimitero ma per fortuna il ricordo della mia cara amica e’ rimasto vivo in me con grande dolcezza.

708_Valentina

Sto sognando…ho morso un bicchiere che mi si è distrutto un bocca, poco dopo muta scena velocemente…sono in montagna nei pressi di una baita, ho parcheggiato la mia macchina lì, c’è un sistema complicato per riprendere le chiavi in un’altra ala del parcheggio, dove mi sposto con una sorta di mini macchina elettrica con cui vado a sbattere ovunque. Arrivo alla mia vettura e mi rendo conto di non avere la borsa e di averla probabilmente lasciata dove avevo ripreso le chiavi. È buio, decido di andare a chiamare il custode nella baita. Per entrare nella “reception’ passo inspiegabilmente dentro una bellissima casa addobbata natalizia, dove mi imbatto in due bambine che non parlano ma iniziano a seguirmi. Arrivo nella baita dal custode e chiudo la porta…dopo un istante sento la porta chiudersi di nuovo…mi giro ed erano le due bambine…che mi guardavano prive di espressione.
La porta che si chiude la sento davvero…sono sveglia ma non del tutto, mi sforzo di svegliarmi e mentre apro gli occhi sento distintamente passi pesanti e veloci di bambini che corrono. Mi catapulto in camera di mio figlio, lo trovo fuori dal letto con i piedi sul cuscino e la testa in fondo, sopra alle coperte ancora perfettamente rimboccate…come se fosse stato “sfilato” con cura dalle coperte, ma poi ribattuto velocemente sopra il letto (al contrario).

707_Simonetta

Ho avuto un’esperienza stranissima del mio primo terremoto (1986) mentre leggevo a letto e tutti dormivano (ho sentito sbattere la porta di casa,poi la luce è andata via per un attimo, mi sentivo toccare sotto le gambe, non capivo cosa mi stesse accadendo, poi mi sono rivolta a mio marito per dirgli di lasciarmi stare ma lui dormiva profondamente ed andava su e giù. Allora non ero io che ero strana,ma mio marito che aveva una qualche grave malattia. Poi la spalliera inferiore si è alzata ed abbassata e, ormai terrorizzata, ho alzato gli occhi ed ho visto il lampadario che girava. Solo allora mi sono ricordata della frase che quando c’è il terremoto i lampadari girano e finalmente ho capito.
Da allora sento tutti i terremoti del mondo, dal Messico all’Alaska, all’Africa (non in Asia) e tutti coloro che non mi credevano, con le continue prove che ho dato, mi guardano ansiosi ogni volta che dico “sento un terremoto”. La prima volta ero in ufficio e sentivo un tremore interno, un senso di fastidio, mi alzai e guardai fuori dalla finestra, c’erano dei pini che sembravano non resistere alla terra ed il cielo che invece li spingeva giù. Dissi c’è aria di terremoto ed il mio collega mi dette della pazza, dopo un’ora aveva letto sul giornale che proprio mentre io lo dicevo c’era stato il terremoto in Calabria.

Quello dell’Alaska mi colpì perchè mentre mi sedevo sul letto per fare una telefonata venni respinta violentemente in aria, guardavo sotto il letto, e per ben tre tentativi accadde. Erano le 12 ed il terremoto ci fu alle 15. Per quello del Messico ero seduta sul divano con mio marito a vedere la tv quando sobbalzai perchè il divano sobbalzava e lui, accanto a me, mi diceva che non era vero. Erano le 21 ed il terremoto ci fu la mattina dopo. A teatro sentivo le stesse scosse eppure tutta la fila stava tranquilla.E così per tanti altri.
Ritengo che quella mia prima sensazione mi abbia acuito il riconoscimento psichico delle prime onde sismiche. Da qualche anno, con il passare del tempo, le sensazioni sono meno violente.

706_Rachida

Prima che le due case attaccate alla mia venissero restaurate e risistemate. Per far sì che la gente venisse ad abitarvi. Nel estate del 2013 iniziai a udire strani rumori. Come se qualcuno avesse l’affanno. È questo andava avanti tutta la giornata e stranamente solo nella mia camera da letto continuando a spostarsi di angoli in angoli a seconda di dove mi spostassi. Ho controllato e ricontrollato ma niente. È tutto questo di estate in estate!! E lo sentivo solo io. Tanto che credevo di impazzire!!! Poi più niente!! E questi sono ormai tre estati che non sento quella sensazione. Quella di avere qualcuno che ansimasse. E tutto questo accadde quando sistemarono le due case. Quest’ anno all’inizio del Ramadan il digiuno imposto dalla religione islamica, i miei genitori mi chiesero di iniziare a pregare!! E io accolsi la loro richiesta. Così iniziai a pregare. Poi due notti prima del incidente del 19 Giugno di quest’ anno ovvero 2017 iniziai a fare una serie di sogni molto forti ma che in quei giorni cercavo di non farci caso!! Il fatto ancora più strano è che quella mattina e i minuti prima dell’ incidente non ebbi nessuna sensazione in quei momenti mentre tornavo a casa col pulmino mi lasciai andare dai miei pensieri tanto da non essermi accorta di quello che stava capitando attorno a me. Nel sogno mi veniva chiesto di provare un esperimento molto complicato! Tanto che il posto dove mi portarono era simile al Ospedale Niguarda di Milano. Con diversi padiglioni. In pratica volevano usare il mio corpo per rianimare una ragazza che e era morta da Anni. Durante l’esperimento persi i sensi e io morì. I medici scienziati riuscirono a riportare quella ragazza in vita. In un certo senso si invertirono i ruoli e la mia anima andò a finire in un fiore. Vi giuro mai avrei pensato che un sogno così strano potesse diventare premonitore. È avvolte ho come la sensazione che entrambi gli avvenimenti potessero collegarsi. Sia quello del 2013 quel sogno.
Il 19 Giugno ma alzai come sempre presto per prepararmi ed andare al Centro per disabili. Feci la mia solita preghiera e mia mamma che sentiva uno strano presentimento mi chiese di stare a casa e io la raccomandai che non sarebbe capitato niente ci andai lo stesso. Feci la mia solita giornata e quando stavo tornando a casa l’autista ebbe un malore al volante e io non mi accorsi di niente dovuto alla troppa tranquillità fino a quando senti che qualcosa non andava perché eravamo fermi. Poi sentii i soccorsi in fine persi i sensi. Mi trasportarono in elisoccorso a Milano al Niguarda. Ho fatto per un certo periodo una serie di strani sogni e incubi. Poi più niente. Ancora adesso penso che qualcuno la in alto ha voluto avvertirmi ma io non ho saputo cogliere i segnali!! Voi cosa ne dite? Io sono ancora confusa!!!

705_Elisa

Premetto che è stata definita obe dalle persone a cui ne ho parlato. Due anni fa circa ero molto combattuta e stressata non sapendo se rilevare o meno un’attività commerciale. Un episodio in particolare mi stava demotivando molto. Mi sveglio una notte verso le 5 o le 6 e mi trovo a pensare al mio nonno materno, defunto 11 anni fa, grazie a cui ho potuto permettermi gli studi universitari e una certa sicurezza economica. Inizio a chiedermi, sveglia, lucida, se mai lo sognerò una notte e se in sogno mi darà un segnale, una risposta, riguardo l’attività. Chiudo gli occhi e da sveglia vedo materializzarsi nel buio il profilo di mio nonno. Stranita, comunque sorrido, pensando al caso della suggestione. Invece subito dopo sento qualcuno sedersi sul letto a fianco a me e spostarmi le gambe.

Nella mia mente chiedo, ancora convintissima di essere sveglia: “nonno, sei tu?” E un ronzio assurdo parte all’improvviso per pochi secondi. Mi accorgo che mi commuovo e cerco di aprire gli occhi. Vedo tutto molto sfocato in stanza, dal mio letto dove stavo, sempre nella posizione a pancia in su di partenza, ma scorgo appesi alla maniglia della porta finestra i due giubbotti di mio nonno e mio zio, suo fratello che era deceduto anche lui da poco, che indossavano a lavoro quando io ero bambina e che quindi ricordavo molto bene. Sento nel frattempo “volare” sopra di me una presenza, che associo quindi allo zio. Nessuno mi risponde quando chiedo “prenderò il negozio? Cosa faccio?” E allora inizio a preoccuparmi, a pensare che ho invocato entità sbagliate senza volerlo.. allora, influenzata dai tanti film e letture varie, a mente dico: ” va bene, grazie per la visita, potete andare”. E sento un “ciao” piccolino piccolino, una vocina come ‘angelica’ . Tutto finisce e torna il buio.

Non so dire se mi sveglio effettivamente o mi sveglio da uno stato di trance. Non è comunque stato il solito risveglio.

704_Piero

Alcuni anni fa in una bella giornata di estate avevo accompagnato mia madre e mia zia al cimitero perchè dovevano pulire la cappella dei loro genitori, mentre loro erano intente a pulire io annoiato decido di fare un giro e li poco distante c’era una lapide dove c’era una signora suo marito e un bambino (credo fosse il figlio) mi fermai li 1 minuto il tempo di leggere i nomi e sotto voce dissi: questi sono morti tutti nel giro di 2 anni incredibile ma nn ci feci più di tanto caso (ero indifferente e nemmeno ci pensai dopo).ritornai dopo un po’ da mia madre che nel frattempo aveva quasi finito. Tornai a casa in serata uscì con alcuni amici e tornai a casa. Mi metto a letto e nel bel mezzo della notte mi sveglio di soppiatto e avevo leggermente il pigiama abbassato, apro gli occhi ma non vedo nulla e mi rimetto a dormire, dopo nemmeno 2 minuti sento un peso leggerissimo sulle gambe apro gli occhi col cuore in gola per la paura e vedo una piccola luce bianca che però non faceva luce intorno a se grande quanto un tappo di una bottiglia con forma circolare ma nn perfettamente definita.

Provai a chiamare mia sorella che era accanto a me (in un altro letto)ma era come se qualcuno nn mi facesse parlare allora pensai di chiamare al numero di casa ma proprio quella sera avevo dimenticato il telefono nel soggiorno ( cosa mai successa). Allora mi misi a osservare questa luce ( ero sveglio e lucido) e ricordo che si muoveva sia a destra che a sinistra in modo lento poi si fermava per poi ricominciare. Ricordo di averla osservata per parecchio tempo almeno un 15 minuti, a un certo punto questa luce scompare e dopo un po’ cerco di dormire. Quando stavo per addormentarmi sento dinuovo un peso sulle gambe ma rimango immobile non apro nemmeno gli occhi a un certo punto sento i pantaloncini che mi venivano sfilati fino le ginocchia circa,poi nulla sentivo solo quel leggero peso sulle gambe. Aprì gli occhi e quella luce era proprio li sui miei piedi per poi spostarsi dinuovo ai piedi del letto. Questa cosa è andata avanti per una notte ( alla fine nn avevo nemmeno più paura) e non è mai più successa.ho fatto alcune ricerche ma nn ho trovato nulla di simile non ho mai sentito che una luce possa toccarti vorrei sapere anche se sono passiti ormai un bel po di anni cosa potrebbe significare. Ricordo ancora che non ero in dormiveglia ma ero sveglio.

703_Silvia

Da quando mia mamma è morta prematuramente di cancro nel 2012 sono in contatto con lei tramite i sogni. Al momento della morte fui io ad assisterla dal punto di vista spirituale e grazie alle preghiere e le pratiche svolte ora si ritrova in un’altra dimensione, in un mondo migliore di quello umano in cui ci troviamo tutti noi al momento. Essendo anche io malata (non di cancro, ma di una malattia cronica ed invalidante) spesso lei mi invita a raggiungerla nel luogo in cui si trova, portandomi a visitarlo e facendomi assaggiare prelibatezze del luogo. Tuttavia io le dico che per il momento devo desistere perché non sono ancora pronta per lasciare questo mondo, anche se di sofferenza. È un luogo molto bello, in riva al mare, spiaggia con sabbia chiara, acqua verde-azzurra cristallina. Scavando nella sabbia si trovano gemme e pietre preziose. Il cibo è delizioso e abbondante, gratuito, distribuito su larghe tavole e grandi buffet. Gli alloggi sono eleganti, tipo hotel di lusso a 5 stelle.
La prima volta che mia madre mi comparve in sogno fu nella notte del suo compleanno, l’anno seguente alla sua morte. Il sogno era lucido, sapevo che stavo sognando (che il mio corpo dormiva), tutto era nitido (come nella realtà durante la veglia): mia madre mi abbracciò forte, io le chiesi come stava e lei mi disse che stava bene e che mi ringraziava per ciò che avevo fatto per lei. Eravamo avvolte da una forte luce molto chiara e la sensazione era di pace e di grande affetto. Poi ci siamo ripromesse che ci saremmo riviste ancora e così fu.

702_Caterina

Sogno molto, e in sogno, a volte, mi capita di sapere alcune cose, di cui vengo a conoscenza nella “realtà” solo dopo averle sognate (es. un amico decide di sposarsi e sogno il suo matrimonio, una persona che conosco sta male e sogno che è in situazioni di pericolo o che chiede aiuto)
Altre volte, invece, mi capita di avere qualche “intuizione. Una, in particolare, ha segnato profondamente la mia adolescenza, perché ho saputo esattamente, circa 10 ore prima che accadesse, come sarebbe morta, in mia presenza, la nonna a cui ero molto legata (che era peraltro giovane e godeva di ottima salute).

E’ successo molti anni fa, ma ne conservo un ricordo vivido, è stato come se un pensiero, estraneo al flusso degli altri pensieri di quel momento, una frase definita che si è insinuata nella mia mente, o almeno questa era la mia impressione di allora.

701_Emanuela

Qualche giorno fa, tornando a casa dopo il lavoro, ho trovato davanti al portone di casa un piccione morto. Sono un tipo razionale e non mi impressiono facilmente ma quella visione mi ha inquietato e qualcosa mi diceva che sarebbe successo qualcosa. Rientrata a casa, dopo un po’ mi sono addormentata e ho sognato un carissimo amico che mi salutava dicendomi che doveva andare via…

Dopo un po’ mi sono svegliata, ho guardato il cellulare e ho trovato in messaggio della compagna del mio amico…Mi aveva scritto che lui ci aveva lasciato. Lui è morto verso le 8 di mattina, io mi ero addormentata dopo le 8 ma poco prima delle 11 mi ero svegliata…
In pratica dopo essere morto è venuto a salutarmi….

700_Cristina

Molti anni fa ero appena stata in visita alla tomba di una carissima amica, morta poc tempo prima abbastanza giovane, dopo una vita sfortunata. Il cimitero era fuori citta’ e molto isolato e ovviamente rimasi intristita.

Quella notte salutai le figlie ,di circa due e cinque anni, mentre mio marito guardava ancora la TV e mi coricai. Di solito le bimbe, specie la più piccola, piagnucolavano un po’ per venire nel lettone poi si rassegnavano. Spensi la luce e dopo poco sentii vicino al mio lato del letto qualcuno che piangeva. Siccome non volevo dar loro retta, non mi mossi e tenni gli occhi chiusi fingendo di dormire. La cosa duro’ parecchio poi cesso’ senza che io rilevassi altri rumori tipo passetti che tornassero in camera. Dopo un po’ mi alzai e andai dalle bambine, che premetto erano gia’ molto sveglie e mature per la loro eta’.

Chiesi se qualcuno era venuto di la’, un po’ scherzando, ma entrambe negarono con decisione. Riflettendo poi mi parve ricordare che oltre a quel sommesso piagnucolio, veramente triste, non avevo riconosciuto l’una o l’altra da alcun particolare del tono o di altro. Anche il giorno dopo continuarono a negare seriamente, ed io desistetti per non impressionarle.

In genere dopo un poco mi dicevano sempre se erano state loro a fare qualcosa. La grande malinconia provata al cimitero mi torno’ in mente e pensai subito alla mia amica. Non sono più tornata in quel cimitero ma per fortuna il ricordo della mia cara amica è rimasto vivo in me con grande dolcezza.

699_Sonia

Mi sono sognata che avevo aquistato una vespa rossa lucida bellissima (rosso Ferrari).
Durante il sogno mi trovavo al lavoro e per ben due volte mi é stata rubata …. per tutto il sogno a combattere con questa vesta che mi piaceva tantissimo, ma agitata perché per ben due volte mi era sparita.
Premetto che ho 47 anni e non vado neanche in bicicletta.
Oggi sono andata al mare e quando sono entrata nello stabilimento …. c’è un piccolo giardino chiuso per poi passare x la spiaggia …. c’era una vespa rossa …. solo lei uguale e identica a quella sognata …. mi chiedo che significato potrebbe avere ….

698_Antonella

Qualche mese fa dopo la morte di mia mamma mi è successo un fatto strano che non mi ha messo paura anzi…mi ero alzata per andare in bagno al ritorno mi stendo a letto e sento qualcuno saltarci sopra come faceva la cagnolina morta anche lei e dei passi molto pesanti vicino a me……..

697_Rosanna

Mi trovo in un clima festivo e sereno nel cimitero e sono nella cappella di famiglia a riordinarla e ad abbellirla con dei fiori. Mia figlia intanto mi lascia per raggiungere dei nuovi amici. Mi sento stanca e allora mi addormento vicino alla lapide del mio papà. Mi sveglio serena finisco di spolverare e di riordinare e esco fuori dalla cappella per ammirare il mio lavoro, ma da fuori vedo tutti i fiori a terra in disordine. Non capisco! Allora rientro immediatamente per risistemare, ma rientrando mi accorgo che invece è tutto perfetto. Riesco fuori e di nuovo i fiori sono rovesciati e scomposti, allora rientro dentro e da dentro è ancora tutto perfetto. Nel sogno ripeto più volte questo andare fuori col vedere tutto scomposto e rientrare col vedere tutto perfettamente sistemato al meglio. Ad un certo punto, da fuori fermo qualcuno e gli chiedo di osservare e questo mi dice di vedere tutto ordinato bene e mi fa anche i complimenti, mentre io continuo a vedere tutto in maniera diversa.

È ora e devo andare a riprendere mia figlia. Ma lei è introvabile. Non risponde nemmeno al telefono. Vado nel panico, sono fortemente spaventata. Incontro i suoi vecchi amici che mi dicono di lasciarla stare, sono evasivi con me. Chiedo loro di telefonarle, ma non mi danno retta. Sono preoccupatissima, ma alla fine vedo arrivare una donna vestita in maniera semplice, con capelli ricci, castani, medio lunghi, un viso dolce, una voce decisa ma tenera, un pó robusta e con un fare deciso si presenta , ma non ricordo cosa mi dice. Mia figlia é con lei. Me la consegna dicendomi che va tutto bene e che bisogna controllare meglio il telefono dei nostri ragazzi. Mia figlia ha il sorrisino di quando ne combina una delle sue! Il sogno si conclude bene e mi sveglio con uno stupore fortissimo.

Cosa accade nella realtà “visibile”.

Passano alcuni giorni dal sogno e mi ritrovo a dover risolvere un problema di mia figlia con la scuola. Nella nuova classe vi è una ragazzina con cui lei non va d’accordo. La classica viziata che si atteggia da bulletta. I compagni nuovi le sono sconosciuti e lei si sente fortemente a disagio. Vuole cambiare sezione. I suoi amici sono tutti nell’altra sezione. Faccio richiesta alla preside. Mi riceve, espongo il problema, ma per lei la motivazione non é valida per il cambio sezione. Mia figlia è angosciata e vive male l’attesa dell’inizio del nuovo anno scolastico. La sua preoccupazione e fortissima e io stessa mi convingo che è meglio che venga concesso il cambio di sezione. Allora scrivo una brutta lettera di protesta alla preside insistendo nell’ottenere il cambio. Sono arrabbiatissima e decisa ad ottenere ció che chiedo. Mi viene detto dalla responsabile dell’istituto, sua futura insegnante, di aspettare una settimana, per vedere se mia figlia si ambienta. Si rimanda la decisione di una settimana.
Inizia la settimana di prova e mia figlia con suo e mio stupore si trova benissimo; gli amici nuovi l’accettano subito e la ragazzina antipatica nemmeno le da più fastidio. Oggi mia figlia è un riferimento importante per i nuovi compagni che considera anche migliori di quelli che aveva e le insegnanti la trovano un’alunna modello. Insomma è felicissima di stare dove si trova! Stavamo sbagliando tutto.

I fiori rappresentano la situazione che erroneamente cercavo di correggere. Tutto era in ordine ma da fuori io vedevo in maniera sbagliata.
I fiori erano perfettamente sistemati, cioè, mia figlia era perfettamente sistemata nella sezione dove era stata assegnata e non serviva il cambio di sezione. Ma io da fuori vedevo una situazione diversa non corrispondente alla realta interna delle cose.

La donna che nel sogno mi riporta mia figlia è l’ insegnante, la responsabile d’istituto che io non avevo mai vista, mai incontrata. Sono sicurissima! Quando l’ho realmente incontrata sono rimasta pietrificata. Era identica a come l’avevo vista nel sogno. La stessa persona! Identica !!!! Anche il discorso del telefono e dei controlli da fare era venuto fuori.

Le mie conclusioni?
In passaro ho avuto altri sogni premonitori, leggeri, non come questo che ho raccontato. Ciò che accade nel fututo è una conseguenza del mio agire di oggi, nel mio presente. Ho sempre pensato così e non ho mai dato molta importanza ai sogni. Ma ora è diverso , qui le cose cambiano fortemente, perché non è possibile che solo l’ agire di oggi nel mio presente mi permetta di incontrare in sogno una persona sconosciuta che poi vado ad incontrare nella realta visibile, esattamente come l’ho sognata e mi parla anche allo stesso modo che nel sogno … Allora ció che viene detto a riguardo dell’esistenza di un presente continuo ha senso! Il tempo è davvero qualcosa che noi abbiamo frammentato, spezzato per nostra comodità, ma invece è una cosa unica, non frazionata tra passato presente e futuro, ma percepibile nella sua totale unicità e continuità alla nostra parte più profonda….sono molto turbata e sconcertata …non è semplice per la mia logica entare in questa dimensione, che so esistere perché ho avuto modo di percepirla chiaramente. Credo sia importante ora per me avere modo di approfondire tutto ciò che è parte del mio essere allo scopo di comprendere chi siamo realmente, dove siamo e perchè. Grazie dell’opportunità di poter raccontare.

3_Elena

Il mese di agosto 2003 ero al 2° mese di gravidanza quando una notte sogno la Madonna. Non ne distinguo i lineamenti ma soltanto la sua figura bianca avvolta da una luce meravigliosa. Inginocchiatasi davanti la croce (sempre stilizzata e bianca) mi dice – con voce ben distinta e netta – : “…sarà femmina, andrà tutto bene…la dovrai chiamare Maria Bernadette…” (il nome della bimba me lo ripete per ben 3 volte!!!). Solo al 7° mese ho saputo che era femmina e che stava bene (infatti dalle due precedenti ecografie morfologiche effettuate in laboratori diversi non si vedeva un rene!!!). …Chissà…Sicuramente un motivo ci sarà! (Se sapete darmi una spiegazione ve ne sarei grata)Grazie e arrivederci.

4_Gabriele

Ciao ragazzi, volevo intanto ringraziarv i per averci dato la possibilità di raccontare le nostre storie.
Una mattina di qualche anno mi sono ritrovato a fare un sogno lucido…me lo ricordo come se fosse ieri…ad un certo punto mi ritrovo a mia insaputa fuori dal mio corpo…mi sentivo leggerissimo ed ero leggermente più alto rispetto a quando sono in piedi…in quel momento ero lucidissimo…non stavo sognando…mi giro verso sinistra…verso il letto di mio fratello e lui era li che dormiva…ricordo che mi sono girato per vedere il mio letto e…mi sono visto! Il mio corpo era li che dormiva! Non ho fatto in tempo a dire: “Oddio sono fuori dal corpo!” che mi sono sentito attratto da lui! E mi sono svegliato con il cuore a 2000! Da qualche settimana sto approfondando la questione…studiando delle tecniche…il desiderio di riprovare quella esperienza è molto alta…e sono sicuro che prima o poi riuscirò nell’impresa…consiglio a tutti tanta tanta tanta pazienza!
Un salutone da Gabriele!
(Avrei tanta voglia di incontrare Umberto di Grazia…chissà se un giorno ci riuscirò!)
ciao

5_gabriella

Non saprei come e se definire questa sensazione come un fenomeno anomalo, ma è comunque qualcosa che mi lascia perplessa ogni volta che ci penso.Sto effettuando una ricerca storica su un fatto di cronaca accaduto molti anni fa nella mia terra, la Sicilia. In particolare, sto cercando ( e non capisco neanche più tanto il perchè) di ricostruire la personalità del personaggio che è stato protagonista principale di questa amara vicenda, che non descrivo perchè troppo complessa.Quello che non riesco a spiegarmi è che ogni volta che provo a ricostruire questo personaggio e tutta questa storia, ho sempre la stessa sensazione: una specie di dolore quasi fisico e una sensazione di tristezza profonda,quasi come se anzichè ricostruire, quasi ricordassi.Avevo sempre sentito parlare di questa vicenda, che aveva però più il sapore della leggenda che della realtà. Casualmente ho letto poche righe di un libro che ne parlava e da aprile non mi fermo più nelle mie ricerche. Come se avessi un bisogno quasi vitale di ricostruire tutto di quella storia e farne tesoro.Forse è solo campanilismo, ma certe sensazioni nella mia persona non le avevo mai provate. O almeno non in quella misura.Spero di avere un parere a riguardo.G. M.

6_gabriella

Non saprei come e se definire questa sensazione come un fenomeno anomalo, ma è comunque qualcosa che mi lascia perplessa ogni volta che ci penso.Sto effettuando una ricerca storica su un fatto di cronaca accaduto molti anni fa nella mia terra, la Sicilia. In particolare, sto cercando ( e non capisco neanche più tanto il perchè) di ricostruire la personalità del personaggio che è stato protagonista principale di questa amara vicenda, che non descrivo perchè troppo complessa.Quello che non riesco a spiegarmi è che ogni volta che provo a ricostruire questo personaggio e tutta questa storia, ho sempre la stessa sensazione: una specie di dolore quasi fisico e una sensazione di tristezza profonda,quasi come se anzichè ricostruire, quasi ricordassi.Avevo sempre sentito parlare di questa vicenda, che aveva però più il sapore della leggenda che della realtà. Casualmente ho letto poche righe di un libro che ne parlava e da aprile non mi fermo più nelle mie ricerche. Come se avessi un bisogno quasi vitale di ricostruire tutto di quella storia e farne tesoro.Forse è solo campanilismo, ma certe sensazioni nella mia persona non le avevo mai provate. O almeno non in quella misura.Spero di avere un parere a riguardo.G. M.

7_semidizucca

difficile da definiredescrizione: Complimenti per il sito, anzitutto! Quello che vorrei sapere da voi è se esiste la possibilità di misurare una sorta di “energia” quasi “elettromagnetica” che mi attira irreistibilmente verso dei punti sempre diversi durante uno stato meditativo o di prodondo interesse. Ad esempio, leggendo con particolare concentrazione un articolo… La sensazione, che è molto più di tale, è lo spostamento, reale, fisico, come una calamita potentissima, che mi spinge ad inclinare il capo, “sollevarmi” leggermente, assumere posizioni “strane”. Ovviamente è tutto sotto controllo, e non nasce, spontaneamente. E’ come se mi mettessi in sintonia con una forza molto potente. Tutto questo è cominciato da pochissimo, ed ho 40 anni. Aggiungo che la sensazione è di una piacevole armonia, una sorta di connessione, allineamnento, sincronizzazione. Grazie per quello che potrete rispondermi. D.

8_Floriana

Nella mia vita ho fatto diversi sogni premonitori piuttosto significativi!!!
Tre, distanti negli anni, riguardano la morte di due nonni e di un amica di famiglia…la cui morte si è verificata effettivamente dopo 4-5 mesi dai sogni per malattie all’epoca insospettate!!!
Nei sogni luoghi, fatti e persone sono sempre diversi
ma il particolare che si ripete sempre è che la morte è già avvenuta e ne vengo a conoscenza tramite terzi.
Un altro sogno, fatto circa a Ottobre 2003, riguarda una mia amica.
Nel sogno mi riferivano che lei era incinta.
Qualche giorno dopo la chiamai per sapere se, con il marito, stavano tentando di avere un figlio ma lei mi disse che non era nei loro progetti e anzi stavano molto attenti, perchè lei in prova presso un grande istituto assicuratvo temeva di non ottenere il posto.
Ora è al quarto mese di gravidanza!!!
2-3 giorni prima del terremoto in Molise, dell’Ottobre-Novembre 2002, che provocò il crollo della scuola a San giuliano sognai di scavare, con le mani nude, tra delle macerie e di tirare fuori un bambino, che poi tenevo tra le braccia piangendo.
Mi è capitato di fare anche altri sogni premonitori…fortunatamente meno sconvolgenti e riguardanti piccoli dettagli della vita di tutti i giorni (come quando ho sognato di essere ad una festa di carnevale.
Una volta sveglia andai in un bar a fare colazione e lì 2 bambini, che non conoscevo, mi accolsero con trombette, cappellini e trombette carnevaleschi…..IN PIENO AGOSTO!!!!)

9_Floriana

Di fenomeni “strani” me ne sono capitati diversi.
Mi è capitato in diversi luoghi di avere delle sensazioni particolari, come se il mio corpo funzionasse come un sismogafo e registrasse delle vibrazioni, emanate dall’ambiente in cui mi trovo!!!
Ma in due luoghi (il ninfeo sul Palatino e una stanza del museo archeologico di Cortona) la mia reazione è stata di vera e incontrollabile paura sensa alcuna spiegazione logica!!!
Inoltre, mi capita quando lavoro, sono un archeologa, di “vedere” o “sentire” che troverò qualcosa!!!
Due anni fa, seguendo uno scavo dell’A.C.E.A., a Roma, ad una profondità insospettabile per un qualsiasi ritrovamento, ho “visto” che se gli operai avessero scavato solo altri 10cm, come poi fecero perchè non mi credevano, avremmo scopeto una catacomba…come poi fù (catacomba che attualmente è in fase di studio).
Altre volte, diverse persone che lavorano con me hanno notato come il mio modo di scavare diventa più “frenetico” poco prima di riportare alla luce dei reperti, specialmente quando si tratta di monete.
Un volta, in Piemonte, ho rischiato una picconata su un braccio quando, istintivamente, ho fermato una collega mentre scavava perche’ avevo “visto” un oggetto in bronzo affiorare dal terreno…in superficie non c’era niente ma a 5cm di profondità venne alla luce una spilla romana.
In due circostanze di particolare concentrazione, lontane nello spazio e nel tempo, toccando con il palmo della mano quello di un’altra persona sono riuscita a “vedere” delle cose:
1-Conoscevo da più di un anno un ragazzo che mi invitava a delle cene con dei suoi amici.
Inizialmente accettavo volentieri ma poi venivo colta da un senso di angoscia e di rifiuto.
Una sera toccandogli la mano ho “visto” un personaggio molto magro, con una vestaglia marrone, i capelli molto brizzolati e la pelle piuttosto spessa e butterata.
Con stupore del ragazzo, e mio, avevo descritto un suo amico presso il quale si facevano quelle cene e che, spesso malato, usava indossare una vestaglia marrone.
2-la seconda visione, avuta sempre toccando la mano di un altro amico,
mi ha decisamente spaventata di più.
Inizialmente non riuscivo a focalizzare il volto di un personaggio che risultava tutto nero perchè in controluce.
Concentrandomi di più vidi degli occhi, molto cattivi, che mi fissavano da dentro un elmo, forse medievale.
Mi spaventai, lasciai andare la sua mano e contemporaneamente tutti i mobili di casa scricchiolarono.
Descrissi al mio amico ciò che avevo visto e mi disse che due anni prima durante una seduta spiridica uno spirito, il cui nome di BATTAGLIA era Rogo, li aveva minacciati per averlo disturbato.
Potrei andare avanti ancora per molto ma per motivi di tempo sono costretta a interrompermi qui!!!

10_chiara

Ho sognato una persona che conoscevo, mi diceva di avere molto dolore e di avere le ossa rotta, l’indomani mattina mi sono svegliata con forti dolori alle costole che poi sono passati nell’arco della giornata. Quella persona che ho sognato, la stessa notte, ha avuto un incidente e si è rotto le costole. Un altro caso strano è rappresentato da ex fidanzato di mia sorella, ogni volta che lo vedevo stavo male e mi saliva parecchia anzia, e di notte facevo dei sogni violenti e strani allora per me incomprensibili. Ora mia sorella si è lasciata ed io ho saputo che il ragazzo era stato in passato seguace di una setta…..Non so voi come li classificate però mi piacerebbe saperlo, così se dopo aver letto l’email mi volete rispondere e spiegarmi voi come la vedete mi fate un favore…..perchè io mi sento un pò matta!!!! Grazie a presto C.

11_Elcirep

Riesco a guarire malattie di diversa natura (nevrosi, psicosi,
mal di testa, etc.)

12_Stefano

Sono circa 30 anni che individuo con troppa facilita’ necropoli Etrusche, sepolture e cose nascostePenso si tratti di un caso diIper-Intuito.Saluti R. S.

1_marina

Fenomeni iniziati il 25 dic 2002 e finiti verso il 9 gen 2003, avvenuti in presenza di più persone.I miei oggetti personali si ritrovavano improvvisamente spostati da un punto all’altro della casa, i cassetti della cucina aperti e apparecchiato un posto tavola sul pavimento, la luce che si spegneva improvvisamente mentre recitavamo in gruppo il rosario. Infine l’episodio più traumatico: un testo scritto a mano in lingua spagnola sulla prima pagina della mia Bibbia.Ho chiesto a più di un sacerdote di venire in casa mia ma si sono tutti rifiutati. Gli episodi non si sono più ripetuti ma io non ho dimenticato

29_Tiziana

Durante un intervento chirurgico, di qualche anno fa, mi sono vista io sul lettino e la suora che si dava un gran da fare sul mio corpo lì sul lettino ed il chirurgo che procedeva con la rianimazione. Poi cambia scena ed oltre al ronzio alle orecchie assordante vedo una luce intensissima che proveniva da un foro e tutt’intorno era nero, come la galleria ferroviaria, dove vedi la luce in fondo; per cui mi avvicino e sono invasa dalla luce, il contorno scuro non c’è più,è accecante ma vedo qualcosa che si muove, è un ‘essere’ non so se uomo o donna sorridente, illuminatissimo, anzi era come se la luce la irraggiasse quest’essere, con unaq voce dolcissima che al solo sentirla mi ha fatto sciogliere, aveva intuito che volevo raggiungerlo ma poi mi sono fermata titubante, ed è lì che ha cominciato a parlarmi dicendo: “Vuoi venire a vedere? Devo dirti che se vuoi puoi farlo, però se decidi di arrivare qui poi non puoi tornare indietro. Cosa c’è che ti trattiene?”
io ero combattuta volevo andare ma volevo restare, alchè ho riflettuto sulla sua domanda ed ho risposto:
‘C’è mio padre che sta male e non vedendomi più ci rimarrebbe molto male’
Quest’essere mi ha fatto un bellissimo sorriso e mi ha detto: “puoi venire qui quando sei pronta, ricorda : ama e fai quello che vuoi.”
Io non so se è stato l’effetto di alcune sostanze chimiche dell’anestesia o cosa, se qualcuno mi aiuta a capire, sarei veramente grata.
Spero ci sia una risposta ,grazie

30_airam

vedo cose che devono succedere oppure mi mandano messaggi che devo portare ma io non so capire e non tutti ol aprezzano ed anche risposte che nella realta non saprei trovare nel sonno mi succedono tante cose che anche nella realta io vedo

31_Rita

Sono stata visitata la mattina all’alba da presenze che mi hanno “spiegato” degli stati o percorsi fisici/spirituali che passiamo vivendo e morendo. Dapprima tutto molto chiaro e comunicato agli altri, ora sta sfumando.

32_elvira

visioni dettagliate di avvenimenti realmente accaduti successivamente, inoltre capacità telepatiche. Esempi più eclatanti:tre anni prima che mia madre morisse ho avuto la prima visione del suo tumore senza che il medico l’avesse vista; successivamente quando è iniziato il percorso della sua malattia circa un anno dopo, ho avuto la seconda visione: ho visto la giornata bella in cui lei si spegneva, ho visto il copribara che io stessa poi le ho preparato, con gli stessi fiori della visione. La terza visione l’ho avuta la mattina del giorno della sua morte: sapevo che sarebbe deceduta quella notte. Tutte le volte che ho avuto visioni di questo tipo stavo malissimo perchè soprattutto sapevo con certezza quello che sarebbe accaduto senza poter assolutamente intervenire, sentendomi completamente impotente, soprattutto quando cercavo di convincerla ad andare in un centro oncologico che ritenevo migliore dell’ospedale dove lei era ricoverata.

33_maria maddalena

Fin da piccola vivo fenomeni diversi. I più ricorrenti sono legati alla comunicazione con i defunti. Ho inoltre avuto particolari osservazioni in cielo e pratico applicazioni di pranoterapia.Ho avuto “visioni” su precedenti incarnazioni mie e di altre persone.

34_cochina

mi si capita di vedere con qualche ore prima imagini dal mio futuro e incluso dal futuro del umanita: cataclisme, incidenti, come vedrei il telegiornale prima. queste premonizioni si possono capitare con qualche ore prima fino alla due tre giorni. non si passano questi eventi quando dormo, sono sveglia.

35_Nino

Studente americano sulle forze e la realta’ di quello che Carl Jung chiamo’ il (in inglese) “collective unconscious” e dei fenomeni psichici dell’uomo e della natura. Molto interessato nelle vostre ricerche in Italia, il paese dei miei genitori.

36_Giovanni

salve la mia esperienza è quella di aver fatto sogni premonotori.

19_roberto

Mi spariscono gli oggetti, praticametne sotto gli occhi: stamattina vado in doccia, prendo mutande e maglietta per cambiarmi… e al momento di uscire dalla doccia le mutande non ci sono più. Cercate dappertutto. Sparite. In casa non c’era nessuno.
Non è la prima volta che accadono fatti di questo tipo nella mia vita.

20_Sandra

A me è successa una cosa strana.
Ho 35 anni e ho avuto nel maggio 2002 il primo figlio con parto naturale con anestesia epidurale.
Di quel giorno non ho purtroppo un bel ricordo… Ho chiesto l’anestesia che è andata bene anzi benissimo. Dolore niente. Al momento che me l’hanno tolta ho avuto la sensazione che mi togliessero “la spina”. Il cervello mi sembrava non rispondere a qualsiasi emozione; parlavo senza controllo, pensavo passeggera… non avendone mai partorito prima. Tuttora non ricordo niente e non ho emozioni, sensazioni ecc. di una persona normale. Mi dicono che è depressione reattiva. Prendo degli antidepressivi da un anno e mezzo. E’ come se fosse tutto fermo. Non riesco a parlare, (premetto che prima ero una persona estroversa, sul lavoro, casa, etc.). Tutti mi guardano, quando vado al lavoro, im modo strano, visto che mi conoscono da 8 anni. Sono stanca di questa situazione. Io continuo a dare la colpa all’anestesia se non l’avessi fatta!!! Sarà solo il mio caso???
Non riesco a fare una semplice cosa se non mi viene chiesta direttamente o leggere un giornale, guardare un film o anche programmi che fanno ridere (non capisco le battute e non riesco più a ridere) sono tutto il giorno “In pausa”…
Ho paura di quello che è successo. Ho dato una letta all’articolo “Molecole di emozione” e così ho voluto darvi una mia testimonianza sperando magari che qualcuno estraneo legggendo possa aiutarmi. GRAZIE !!!!!

21_Rita

Una mattina quando ero già sveglia sentii una rumore che attrribuii alla famiglia che abita sopra il mio appartamento per il semplice motivo che ero sola in casa. Quando mi alzai e andai in cucina trovai una sedia che stava in un’altra stanza posizionata sotto la finestra. Sono stata giorni a pensare come è stato possibile: io sono sicura di non avercela portata; la sera tardi mi ricordo di aver chiuso la finestra e quindi davanti non ci poteva essere niente. La notte non mi alzo. E quel rumore così vicino che mi sembrava proprio in casa mia.
Non so perchè vi ho scritto, ma altre cose strane mi sono capitate e non so proprio con chi parlarne. Conosco persone sensitive le quali non mi hanno detto niente (o non hanno voluto dirmi niente). Una persona sola mi ha detto che devo ancora aspettare circa 6 anni, ma non mi ha spiegato perché, mi ha solo detto che poi capirò.

22_CERTEZZA

La mia vita è sempre stata accompagnata da fantastico. La lanta sia l’ho sempre usata come un’uscita di sicurezza…stavo rincasando…giaà il tempo era decisamente pazzo! VIDI UN ARCOBALENO BELLISSIMO MA PIù CHE ARCOBALENO LO CHIAMEREI CERCHIO BALENO IN QUANTO ERA CIRCOLARE E SI DILEGUò IN UN BALENO!E’ MAI STATO REGISTRATO UN FE NOMENO DEL GENERE?

23_Leo Bernardo

Salve, sono un giovane di 35 anni. Dal 1989 avverto durante periodi di accumulo di sensibilità, dei fenomeni extrasensoriali. Ne racconto uno più eclatante. In giugno 2001 mi trovavo nello stato del Vaticano per la Santificazione di San Bernardo da Corleone a cui sono devotissimo.Ero evidentemente molto emozionato dall’evento e colmo di una sensibilità fuori dal comune. All’improvviso durante l’omelia presieduta da S.S.Giovanni Paolo II, ho sentito un forte rumore come di un aereo supersonico che attraversava piazza S.Pietro, tanto da alzare gli occhi ma non vedere assolutamente niente! poi avvertivo un forte boato. Fui colto da palpitazione e confusione e nella mia immagginazione vidi due grattacieli e tanta polvere…sentivo perfino urla e frastuoni di pianto, fino a vedere tante chiazze rosse. Mi spaventai moltissimo e per giorni rimasi molto impressionato ma poi… mi rasserenai in seguito dicendomi che avevo avuto un’allucinazione magari da stress per i molti impegni assunti per la Santificazione in quanto facevo parte del Comitato per la Santificazione. Mi sembra superfluo dirvi come rimasi shoccato il giorno 11 Settembre 2001 quando le immaggini delle Two Tower fecero il giro del mondo! Leo

24_franco

molti fenomeni dalla precognizione allo scambio con la vita invisibile

25_luca

Voglio raccontarvi una esperienza che ho vissuto circa una decina di anni fa nel mio paese, Quargnento. Non so se considerarla una visiuone, perchè era li e lo pure toccata (auto).
Saranno state circa le nove di sera e stavo girando in bicicletta con mia sorella. Eravamo in una via che porta dall’esterno verso la campagna, nei pressi di questa via c’era un distributore di benzina (c’è ancora ora) sulla strada che va dal centro paese a Solero.
Questa via sarà lunga al massimo 400 metri e all’incirca a metà c’è un’altra via che entra in questa e che seguendola porta verso la piazza o ancora più indietro di questa.
Dopo l’incrocio questa strada costeggia un muro che circonda il giardino del “castello” (più un villone) dei Marchesi del nostro paese.
Va be eravamo in bicicletta io e mia sorella quando stavamo per svoltare nella via a destra (quella citata sopra che va in piazza) che gli dico a mia sorella di spostarsi che stava arrivando una macchina (una ford escort verde) e con stupore abbiamo visto che non c’era nessuno alla guida dell’auto!! Ci siamo allontanati di una cinquantina di metri e abbiamo notato che questa macchina andava avanti e indietro. Siamo subito andati a casa a roccantare la vicenda a mia madre e a mia nonna, e dopo poco siamo ritornati la. Con stupore la macchina era ancora là e continuava an andare avanti e indietro. Allora mi sono avvicinato e ho constatato che la macchina era chiusa a chiavi e dentro come avevo constatato prima non c’era nessuno.

26_antonino

sono un intelligenza divergente, ho spesso un mio sentire e un mio vedere, ho turbato con la mia volontà il normale funsionamento di apparati elettrici ed elettronici, mi muovo spesso nel tempo e nello spazio solo con la mia entità mentale, condiziono spesso eventi, persone e cose…… sono stato due volte contattato dalla redazione del maurizio costanzo ma, sono uno studioso e non un fenomeno da baraccone….. cerco spesso comprensione per mie genialità intuitive ma ho solo bisogno di essere “capito”, ho passato molte visite da specialisti… vorrei affidarmi ad esperti del vostro sito… grazie, .. !

27_Emanuela

Precognizione in stato di sveglia di fenomeni quali terremoti-vari fenomeni catastrofici meteorologici.
Sogni precognitori puntualmente verificatisi. Eventi di telepatia.
Il tutto accade da molti anni, costantemente accompagnato da un mio stato d’animo molto scosso e agitato
prima dell’evento.Ora soffro di crisi d’ansia e leggera depressione.
Ho praticato arti marziali per 5 anni e sono stata insegnante di AIKIDO per bambini per 3 anni. Ora ho smesso per problemi di salute.

28_Tiziana

Tra colleghi, al momento vacante del nuovo Papa s’è fatto un toto-Papa, irriverente lo so, però s’è fatto. Tra il Papa sudamericano, orientale, eruropeo, ho sentito che il futuro Papa sarebbe stato europeo forse tedesco. L’indomani, passando davanti all’edicola sotto l’ufficio, ho sentito di fermarmi, ma non dovevo acquistare un quotidiano (lo leggo via internet), oppure qualche settimanale, ma il mio sguardo si ferma su un libricino blu ‘Senza radici’ lo acquisto e salendo le scale, comincio a sbirciarlo è di un certo Ratzinger che parla del relativismo di molte idee di oggi. Bho, però mi incuriosisce. Quando comincio a leggerlo scopro la realtà di questo cardinale tedesco e di quanto afferma. Una settimana dopo, questo illustrissimo cardinale diventa Papa.
Altre intuizioni: mi piacerebbe vedere tanto un certo film e poi sento nella pubblicità che lo daranno l’indomani.
Oppure: un collega perde la penna-dati USB e vedo la scena di quando si ritrova la suddetta penna-dati. Ma il bello che quando comunica che l’ha trovata io chiedo stupìta: ‘ma non l’avevi trovata la settimana scorsa?’ Cioè ho perfino confuso quell’immaginazione o intuizione scambiandola come fosse realtà. (ovviamente ho fatto la parte della sbadata, per non raccontare la mia realtà). Riesco a percepire lo stato d’animo, in quel particolare momento, delle persone con le quali ho a che fare, quando raccontano bugie, ma questa forse è solo sensibilità.
Queste ‘intuizioni’ però avvengono quando vogliono loro, quando mi impegno a voler conoscere una specifica cosa non sento nulla….. Ma così a che serve? solo come testimonianza, ma se non si possono utilizzare in modo mirato che senso ha? Immagino , che non trovando un senso lascio incustodita , non alimento questa capacità, proprio perchè npon riesco a trovare il modo di finalizzarla. Anzi, se qualcuno mi aiuta ne sarei felicissima.

16_Raimondo

Prima di coricarmi vedo(con lo spirito) un cerchio che si illumina di un azzurro meraviglioso che scorre lungo il mio corpo e si materializza nella mia stanza e noto che è reale, poi una voce in direzione della finestra esclama …shalom lec mariam

17_pietro

Da circa due anni percepiscoche i miei pensieri e ,forse, anche la mie parole vengonosentiti.Inoltre sento nella mentevoci che cercano di approfondirele mie gioie o le mie paure interiori come per farmi “deragliare”. Sono sotto pressione.Soprattutto di nottein certi risvegli momentanei ho l’impressione come di un gancionella testa che assorbe e provoca i miei accenni di pensiero.Sapete darmi una spiegazione?E’ una sensazione molto spiacevole di essere in contatto con persone reali ed è difficile conviverci.Un saluto e un ringraziamento perla vostra attivita’ di divulgazione di questi fenomeni.P.

18_giuliana

ho provato a sperimentare la scrittura automatica quando il mio ex e’ morto ora parliamo

76_Leyla

Avrei tante cose da chiederle per capire cosa effettivamente sento e vedo da quando ero piccina e così per i miei figli ora.
Riesco a sentire i campi di forza vedere nelle persone e altre cose che ho sempre pensato fossero una sorta di pazzia latente.

77_Paola

Non so bene da dove cominciare… sinceramente mi sento un’po’ fuori di testa… abito in una appartamento in affitto appartenente in precedenza al padre di una mia amica deceduto a ottobre del 2002… quando mi sono trasferita in questo appartamento la mia amica mi ha lasciato in casa la vecchia scala a 5 gradini di suo padre una di quelle con ancora i fissaggi in ferro ed i gradini in legno…il terzo gradino era divelto da un lato e quindi quasi inutilizzabile ma per pigrizia non l’ho mai buttata… a luglio di quest’anno dovevo appendere un’oggetto alla parete molto in alto, essendo sola in casa ed essendo alta 1,65m ho pensato bene di adoperare la scala nonostante non potessi usare un gradino, ma la scala era stata aggiustata!!!! Sul momento ho pensato a mio marito, e l’ho usata tranquillamente, considerate che peso 85Kg e che quel terzo gradino mi ha sorretto tutto il tempo… Al ritorno a casa la sera di mio marito si è sorpreso di trovare l’oggetto appeso ed io con molta tranquillità gli ho spiegato che avendo trovato la scala aggiustata non avevo avuto difficoltà ad appenderlo…mi si è gelato il sangue quando mi ha detto che ero stata brava ad aggiustarla!!! Non era stato lui a sistemarla. In casa mia ci abitiamo solo io mio marito e mio figlio di due anni… chi l’ha sistemata? Qualche settimana dopo mio marito ha pensato che, visto che la scala era a posto poteva adoperarla… ma il gradino mentre saliva ha ceduto ritornando nella sua posizione originale… non ho voluto più saperne, ho buttato via la scala… ma adesso faccio molto caso a cose che mi accadono, specialmente in casa da sola… rumori come di oggetti, soprammobili che si spostano nelle altre camere, sensazioni come di avere qualcuno che ti passa vicino… ma io di queste cose ne ho paura e spesso mi vengono vere e proprie crisi di pianto e per un po’ passano? E’ possibile che queste cose accadino anche a me che fino a ieri credevo ma non mi erano mai capitati casi simili? Come mi devo comportare?

78_Paola

Mi è capitato spessissimo dalla adolescenza ad oggi che se ripeto il medesimo sogno in diverse notti successive questo poia accada è possibile? Un’altra cosa io e mia madre siamo legate da uno strano feeling, nonostante noi non andiamo daccordo per niente e ci possiamo sopportare solo per 1 ora al massimo, fin da quando ero piccola tutte le volte e sottolineo tutte, che combinavo qualcosa all’insaputa di mia madre e questa mi scopriva prima ancora che me lo dicesse, o comunque venissimo a contatto anche solo telefonicamente, mi prendeva un senso di angoscia e malessere generale al punto da farmi tornare a casa… e sempre mia madre era lì ad aspettarmi furibonda oppure le telefonavo e lei già sapeva che avevo fatto qualcosa che non dovevo fare… è possibile tutto questo? E se sì cosa devo pensare? E’ normale mi devo preoccupare?

79_ROSSANA

buongiorno a tutti, mi chiamo rossana, ho 41 anni due figlie, un marito e una lupa, la mia terza figlia Luna. fin qui tutto ok, ma nella mia vita mi è successa una cosa inspiegabile cioè allora era inspiegabile ora dopo quasi vent’anni e tante letture sui fenomeni paranormali sono assolutamente coscente di quello che mi è accaduto.Premetto che tutto cio’ che vi raccontero’ è la pura verita’ non aggiungero’ niente per rendere più
ecclatante la mia storia…..dunque avevo 17 anni e allora lavoravo presso un ufficio di rappresentanza con una mia carissima amica, allora oserei dire che eravano come sorelle, cresciute insieme avevamo trovato anche lavoro insieme, lei aveva 1 anno più di me. l’ufficio si trovava in un condominio fino a qui tutto ok. io e C. eravamo spesso sole in ufficio, in quanto la nostra principale, si assentava molto spesso per appuntamenti di lavoro , anche tutto il giorno quindi io e C. eravamo molto libere. premetto che sia io che c. siamo sempre state attirate dai fenomeni paranormali, discutevamo spesso sui misteri dell’occulto leggevamo e ci informavano su tutto cio’ che centrava sulla parapsicologia,eravamo molto legate e questo interesse comune ci avvicinava sempre più. dunque scusate se mi dilungo ma vorrei farvi esattamente capire come vivevo in quel periodo. ma arriviamo al dunque, io e c. lavoravamo in quel posto da quasi un anno, e niente era mai successo di strano fino al quel pomeriggio, eravamo sole come al solito in ufficio, sedute tutte e due una di fronte all’altra alla mia scrivania e naturalmente si parlava di fenomeni paranormale…. il primo segno che ci è stato dato è stato il cestino di carta sotto le nostre gambe si è rovesciato, ovviamente nessuno delle due ci ha dato peso più di tanto pensando di essere state noi con un movimento delle gambe, comunque ci siamo guardate percependo una senzazione strana ma abbiamo lasciato perdere, mentre continuavamo a parlare la cosa che ci ha fatto capire che realmente stava cominciando ad accadere qualcosa al di fuori dalla realta è stato un qualcosa che viene riportato al novanta per/cento di tutte le esperienze paranormali che stanno per avere un inizio… mentre si parlava sotto le gambe dal nulla “era inverno, le finestre erano chiuse e andava il riscaldamento” abbiamo sentito un’aria fredda nelle gambe non so spiegare realmente cosa ho sentito non era vento ma le gambe erano ghiacciate come se sotto la scrivania c’era un vortice freddo. ci siamo guardate avevamo capito che era solo l’inizio…. dopo neanche 5 minuti sono cominciati i fenoni di poltergest e sono andati avanti per circa un mese senza mai fermarsi ma comunque sempre e solo quando eravamo sole io e c. la prima cosa dopo il “vento freddo” e stata: il campanello della porta continuava asuonare noi andavamo alla porta ma non c’era nessuno, la cosa si è rupituta per tanti e tanti giorni, noi lavoravamo in un ufficio di rappresentanza di depuratori per acque e avevamo in ufficio tanti depuratori.il campanello suona per l’ennesima volta andiamo alla porta apriamo e non c’e nessuno, i nervi sono a fior di pelle e la paura comincia ad arrivare tanto che la vicina sentendo campanello e porta aprirsi in continuazione misto a nostre urla di paura esce e confermandoci di sentire il campanello e di non vedere nessuno che lo suoni ci guarda un po’ male e si congeda.stiamo per chiudere la porta e un depuratore con il coperchio peso circa 10 kg che è vicino alla porta salta letteralmente in aria con un fracasso incredibile . cominciamo veramente ad essere terrorizzate.da quel giorno tutto è stato incomprensibile per due ragazze adolescenti. bicchieri che si spostavano e cadevano davanti ai nostri occhi nel lavandino, cassetti pesanti di lamiera che si aprivano e chiudevano da soli con un fracasso enorme, macchina da scrivere appoggiata sulla mensola che cade quasi in testa alla mia amica portacarte che si ribaltavano, porte che sbattevano e noi che eravamo terrorizzate, ma c’era anche un lato comico penso dettato dalla nostra tensione… un pomeriggio la nostra capa esce e sta via per due giorni circa, cominciamo ad avere paura ma nello stesso tempo curiose di quello che ci potra accadere aspettiamo in silenzio.il primo fenomeno è in cucina: avevamo un soprammobile di vetro a forma di palla che noi abbiamo posizionato apposta sul piano del lavandi per vedere se si muoveva….naturalmente a cominciato a rotolare sino a cadere nella vaschetta e si è rotto, mentre eravamo intente a vedere e quasi a sfidare i fenomeni, un centrotavola di ceramica del diametro di cirna 70 cm posizionato su un mobile è caduto per terra…. mille pezzi.. e che cosa dovevamo raccontare alla capa per tutta la roba rotta?????risata isterica e pianti, pazzesco ci ripenso ora e a volte mi sembra che non sia successo …. botti, cadute di oggetti pesanti, correnti d’aria fredde, porte che sbattevano, ma la cosa piu’ (e qui non trovo il termine adatto per farvi capire cosa provavo) terrificante era essere davanti ad una cassettiera di ferro, di circa una decina di cassetti, e vederli aprire e chiudere con una violenza tale che rimanevo li davanti senza muovere un muscolo.la paura vi assicuro e stata tanta, tutti questi fenomenti ed altri ancora troppi per stare a raccontarveli sono durati per circa un mese, poi come sono arrivati se ne sono andati e non mi è successo piu’ nulla. ovviamente ho cercato di raccontare la cosa sia la mio ragazzo (che ora è mio marito) sia ai miei genitori, ma l’unica cosa che ho ottenuto è stata die essere presa per pazza e ballista. ancora una cosa e poi vi lascio tutto cio’ succedeva se io e c. eravamo insieme e comunque all’interno di quell’appartamento:poltergeist??? ha mi sono dimenticata di dirvi che nel cestino della carta si era acceso un bel fuoco!!!!!! abbiamo vissuto un mese di terrore misto a sfida e curiosita’ comunque è stata un’esperienza incredibile che mi ha ancor piuù avvicinato alla parapsicologia e ai fenomeni paranormali, essendo io stessa la protagonista.l’unica cosa che vorrei chiedervi è siamo state io e c. a creare quei fenomeni o si trattava come io sono quasi sicura di spiriti burloni???? vi giuro che tutto quello che ho scritto non è frutto della mia fantasia o di letture a tema ma e’ la pura verità anche se io stessa stentavo a credere. ora dopo tutti questi anni sono serena e ci convivo con cio’ che mi è successo e sono sempre attenta e interessata al mondo del paranormale.ah!! a proposito le mie due figlie hanno avuto anche loro degli episodi di “incontri ravvicinati” che sia un vizio di famiglia??? solo mi piacerebbe realmente sapere da voi che vi interessate scientificamentea questi fenomeni che cosa mi è successo??? vi prego dopo circa vent’anni di silenzio mi sono confidata ,se mi potreste dare una spiegazione su quanto mi è successo ve ne sar0′ sempre grata. scusate se mi sono dilungata o se i fatti sono confusi ma ho voluto raccontarvi quasi tutto in poco tempo. ma vi giuro su quanto ho di piu’ caro al mondo che cio’ che vi ho detto è la pura esperienza da me vissuta. e ne sono contenta ho provato delle cose seppur terrificanti, inspiegabili che sfidano la nostra mentee ci dicono che tutto è possibile e che le certezze che hanno certe persone sono come sabbia, e noi persone che siamo state protagonisti di fenomeni paranormali siamo in qualche modo fortunate perchè sappiamo la verita’: GRAZIE DI AVERMI ASCOLTATO!!!!

80_Ambra

ciao a tutti……sono una 14enne(figlia di galliani rossana, la donna che le ha scritto prima)che chiede disperatamente risposta per dei fenomeni che mi accadono da quando avevo 8 anni….e mi accadono tuttora…a volte i miei non sanno perchè un giorno sono nervosa oppure mi comporto stranamente…non lo diko nemmeno a mia madre perchè proprio stasera ha definito ciò che mi accade”spiritelli”, per cui anche se so che mi crederebbe, preferisco non dirle niente….NON VOGLIO dirle niente…..comunque, perchè so che queste cose vengono lette pubblicamente, ora che ho trovato un reale aiuto su cui, lo ammetto, conto molto, vorrei riferirle PRIVATAMENTE ciò che mi rende…strana……..le dico solo che almeno 2 categorie di quelle descritte sopra riesco a coprirle……come intuizione,PK,sogni,sogni lucidi e presagio…..oltre alla particolarità di VEDERE…..non dirò di più qui….aspetto solo che sia lei a contattarmi…qui le ho lasciato la mia mail….spero che mi aiuterà….veramente…..perchè sono molto spaventata dalla mia diversità e da esperienze che, ho paura, se continueranno, avranno anche effetti devastanti…….e non solo su di me…..la prego, mi aiuti…..Am

81_Serena e Laura

La casa dove si manifestano fenomeni paranormali è la casa dei miei defunti nonni, una casa antica del 1700. La casa non è abitata, eccetto poche stanze in cui vive uno zio. I fenomeni che si manifestano avvengono per lo più di notte: rumori di porte che sbattono ( precisamente tre volte consecutive), suono della campana ubicata al piano inferiore ( cortile),oggetti dei defunti ritrovati in luoghi diversi, armadio aperto e pantaloni stesi sul letto quando prima erano stati posti all’interno di esso, sensazione di un soffio freddo dietro il collo. L’evento più particolare è stato la visione di un monaco col cappuccio che velocemente percorreva il giardino , egli aveva gli occhi come se fossero due fuochi, ma non aveva volto. Già in passato i coinquilini di questa casa avevano avvertito strane presenze. La mia domanda è questa : queste presenze sono reali o frutto della nostra psiche facilmente condizionabile ? Qual è la persona più adatta ad aiutarci a risolvere questo problema ? Può farci il nome di qualche medium o sensitivo da contattare nella zona di Napoli che possa parlare con queste presenze?

65_Elena

Sono sempre E.,grazie per avermi risposto velocemente.Ma come si fa a distinguere una “proiezione mentale” dall’aver invece ascoltato realmente la voce della persona scomparsa? Quando fu di mio padre ad esempio (e premetto in tempi non ancora sospetti! Lamentava solo un forte dolore alla spalla passato per artrosi, rivelandosi solo in seguito tumore al polmone) io sentii perfettamente una voce chiamarmi e subito ebbi la netta certezza che si trattava del mio nonno paterno (che non ho mai conosciuto) e che mio padre era in forte pericolo di vita tanto che lo dissi subito a mia madre e mia sorella. (Il giorno successivo cominciò il vero e proprio calvario).Ho da chiedervi altre informazione e questa volta da parte di mia sorella L.”Da circa un mese quando è sera ed in casa ormai dormono tutti (quindi c’è calma), guardando verso la porta della camera in cui si trova, vede passare (di sfuggita) una persona non identificabile che indossa una tunica bianca.” Che cosa vuol dire?Ed ancora mi riferisce:”mamma è da diverso tempo che vede una persona, non identificabile, seduta sulla poltrona vicino al suo letto con le mani in grembo e la testa bassa”.Grazie ancora e scusate il disturbo.P.S. (Ho avuto il piacere di conoscere casualmente il sig. Umberto Di Grazia in un viaggio in Egitto intorno all’anno ’88)

69_salv

altra previsione su umberto di grazia: mentre camminera’ per strada sentira’ una fitta (o un colpo) molto forte nella zona scapolare dx che gli fara’ mancare il fiato e lo fara’ sentire male quasi cadere per terra. (sono semplicemente percezioni e null’altro, mi piacerebbe sapere se ci sara’ un riscontro, questo e’ quello che percepisco e non ce’ modo migliore per verificare la possibile veridicita’ avendo come soggetto proprio umberto di grazia che ha tutto il mio rispetto).S.

70_Paolo

Alla sera prima di andare a letto mi è parso di sentire come un rumore, un colpo proveniente dalla finestra del soggiorno.
Quella notte ho sognato che la tapparella fosse rotta. Al mattino non ho potuto tirarla su come al solito perchè si era rotta davvero. La cosa mi ha colpito.

71_barbara

mia suocera e’ mancata 3 anni fa. Dopo la sua morte´il mese di luglio ho cominciato a vederla di notte, sentivo la sua presenza in casa, mi dava fastidio perche’ non riuscivo a vivere la mia vita in modo tranquilla. Quando mi svegliavo di notte, la vedevo in fondo al letto che mi guardava e non diceva nulla. Il mese di febbraio ero ammalata e per non svegliare mio marito che dormiva, sono scesa in salotto e mi sono sdraiata sul divano. Ad un certo punto ho sentito che il cuscino si abbassava, ed era lei che mi chiedeva se stavo bene. Mi sono svegliata e alla porta finestra c’era un cane lupo all’esterno, seduto, sembrava che stesse facendo la guardia, ma guardava me. Sentivo anche i cassetti e le porte dell’armadio che si aprivano e chiudevano, esattamente come faceva lei. Io avevo paura e molta. Passati un paio di mesi sono andata da una medium, la quale si era messa in contatto con lei. Mia suocera mi diceva che sapeva che io avevo paura, e che non l’avrebbe piu’ fatto. Mi ha anche detto che era gelosa di me, perche’ le ho portato via il figlio, quando ci siamo sposati. Da allora non ho piu’ sentito n’e’ visto nulla, pero’ ho sempre paura a rimanere sola in casa, anche se non ho piu’ detto niente a mio marito. Aspetto una sua risposta al piu’ presto

72_francesca maria

era estate 2004,di notte mansarda della mia abitazione,dormivo.all’improvviso i miei sensi sono stati destati :ho percepito come una nuvola di nebbia che saliva dalle scale che è entrata nella mia stanza e ha percorso una diagonale immaginaria.Io stavo ad occhi chiusi ma sveglia. Poi ho sentito un freddo di gelo vicino a il mio corpo,la testa dolcemente mi è stata girata su di un lato e ho sentito freddo sul viso come se mi accarezzassero.poi una voce dolce mi ha detto “non ti preoccupare ci sono io d ora in poi tutto andrà bene”.poi è svanito il tutto.ho avuto un senso di benessere e dolcezza da questo incontro che mi ha cambiato la vita! questo inverno,sempre nello stesso posto,dormivo e improvvisamente vicino al mio letto ho sentito come spostare dell’aria con un movimento brusco,duro,violento ma limitato in un piccolo spazio.ho percepito un senso di forte negatività.
Mi reputo una persona molto sensibile sia nei confronti delle persone che mi sono vicine sia nel capire prima eventi che poi si verificano. buonariamente chiamata ..”streghetta”.

73_Perla

Dicembre 2005
Ho sognato di trovarmi alla guida di un auto, mentre mi volto vedo mio padre nel sedile posteriore, svenuto e con la testa appoggiata sulla spalla di una donna di cui nohn ho visto il volto. Ho percepito una forte sensazione negativa.
Non ho detto nulla, pensando fosse un sogno come un altro: dopo due giorni mio padre è stato investito da una moto e ricoverato al CTO di Roma per trauma cranco ed ematoma cerebrale.

74_Fernando

Il giorno 04/01/2006 sono andato in viaggio a Vienna.
Ho dormito nell’albergo De France alla stanza n. 111.
Una costruzione molto antica al centro di Vienna.
C’è una scalinata molto ampia per raggiungere le camere.
Lungo la scalinata ci sono quadri antichi tra cui anche quello di Franc e della moglie Sissi che io ho po’ deriso.
Durante il sonno, alle 2 circa, mentre dormivo con mia moglie mi è capitato un fatto molto strano.
Ero girato sul fianco sinistro quando sento il peso di qualcuno che mi si avvinghia alle spalle e comincia a strattonarmi fortemente.
Subito mi sveglio spaventato allungo la mano sul viso di mia moglie per vedere se le fosse capitato qualche cosa, per fortuna niente.
Infatti, lei si gira e continua a dormire anche perché io non dico niente.
Comincio a pregare e accendo la TV tenendo il volume a zero e così arrivo al mattino.
Non so cosa possa essere stato, ma non ho più guardato quei quadri lungo la scalinata

75_annamaria

no si tratta di precognizione, semmai il contrario…io volgio che accada una cosa e quella accade.
non sempre, solo quando sono motivata da un senso di odio o rancore, anche momentaneo. ( es. incidenti a persone odiate o verso cui ho rancore)

57_Francesca

Vado in ipnosi regressiva(mi impongo il vuoto di pensiero e di immagine)e poi scendo lungo delle scale e apro una porta dove al di là c’è molta luce, e in una di queste situazioni mi sono trovata e vista dietro una fila di uomini vestiti come degli esseni, che si inoltravano attraverso dei cunicoli e labirinti senza trovare apparentemente l’uscita.Un’altra volta una nave greca che snodava la sua polena in acque scure,e una mano mummificata ricoperta di lamine d’oro, galleggiante in quest’acqua nera.

58_Velthune

Ricordo di aver sognato di poter parlare con mio nonno defunto.
Lo spirito di mio nonno però sembrava reagire negativamente: ho aperto gli occhi e ho avuto l’impressione di essere schacciato al letto da una forza che premeva al centro della mia schiena

59_Giovanni

SALVE , circa 2 anni fa mi capitava di accorgermi che alcune esperienze che vivevo , le avevo gia sognate parecchi mesi prima. Sentivo come una sorta di déjà vue e allora i pensieri venivano attirati nella mia mente che in quel preciso momento capiva l’ analogia tra il sogno rimosso dalla coscienza e ora raffiorato e il presente. Una volta mi è capitato di dire nella vita reale , la stessa frase che dicevo nel sogno . Ora non mi succede più e a parte un sogno in cui avevo una perdita affettiva, gli altri riguardavano situazioni quotidiane della vita , come parlare con un amico ….
Anche se poi lui aveva proprio la maglia dello stesso colore del sogno e mi trovavo in una casa in cui non ero ancora stato . Oppure ho sognato di incontrare una persona che non conoscevo che conoscerò in seguito nella vita reale per un breve periodo. Di fatti lei nel sogno che avevo precedentemente fatto mi aspettava , ma io le passavo di fianco senza interessarmi a lei , e cosi mi guardava dispiaciuta , come dire : < non mi saluti ?> , ma io non sapevo chi fosse e allora proseguivo per la mia strada girandomi ogni tanto a guardarla . Successivamente nella vita reale lei era li con le sue buste in mano come nel sogno con i suoi capelli biondi , e io le andavo incontro fermandomi a salutarla. Ed ero in una città che non era la mia abituale città , e la strada era quella del sogno ne sono certo.
Questi sogni nella loro semplicità , mi hanno fatto pensare ad una domanda ??
Siamo liberi nelle nostre esperienze di vita o è tutto gia preordinato prestabilito? O in parte ?
Senza tirare in ballo il karma o altre teorie esoteriche o religiose , di cui poi non ne abbiamo certezza assoluta , io penso tuttora che l ‘ uomo è libero di scegliere , di decidere la propria vita.
Grazie.

62_Manuela

Ho avuto una forte esperienza di telepatia con mia madre, ora deceduta, durante un viaggio che avevo fatto alle Maldive. Mi trovavo con altra gente su una piccola imbarcazione, durante una traversata per visitare un’isoletta vicina in un atollo, quando il tempo era cambiato improvvisamente, a causa di un monsone. Infatti la bella stagione era in ritardo quell’anno. L’acqua stava inondando la barca, col rischio che tutti si finisse in acqua in mezzo ad una zona dove c’erano molti squali. In quel momento ho pensato fortemente a mia madre, lontana, esprimendo la mia paura di quel momento ed invocando Dio in aiuto. Mia madre, nello stesso momento, mi ha detto che, aprendo il frigorifero e sentendo delle bottiglie tintinnare, ha sentito chiaramente la mia voce che la chiamava.

63_maddalena

non ho testimonianze particolari. In un dormi-veglia ho visto un bellissimo fior di loto che pian piano si apriva ed era di colore arancio-rosso il suo colore era stupendo.Una mattina all’alba ho sentito il mio corpo che venva risuchiato con una foza centifuga tutto x un’attimo perchè la paura blocco il tutto e tante altre piccole cose….

64_Elena

Salve!Mia mamma dovrà essere operata il 17/1/06 di isterectomia (cancro all’utero).Giorni fa ho chiamato al cellulare mio marito, ma senza riuscita perchè segnalava che non prendeva o era spento. Mentre spingevo il tasto di riaggancio del mio cellulare ho sentito (in uno stato simile al dormi-veglia) la voce di mio padre (deceduto nel 1999) che mi chiamava. (Il tono di voce era lo stesso di quando ormai stava per morire ovvero molto affaticato, stentato e poi con suono metallico).Cosa avrà voluto dirmi? Vi prego di darmi una cortese risposta.Grazie E.

105_Mariavita

alle ore 07.15 circa del 1 dicembre 2003 mi svegliavo di soprassalto dopo aver fatto un sogno che mi aveva molto colpito. Premetto che da soli due mesi mi ero trasferita con la mia famiglia in questo nuovo paese dove non conoscevo quasi nessuno. Ho sognato di aver visto lungo le vie di questo paese un corteo funebre con numerose persone a piedi vestite di nero. Alcune di esse trasportavano una bara di colore bianco ma non di quelle per bambini ma una bara bianca per una persona adulta. Seduta sulla bara vi era una ragazza con i capelli scomposti, lunghi e neri che le coprivano la parte destra del volto. Lei mi fissava e ad un certo punto me la sono ritrovata a distanza ravvicinata e continuava a fissarmi con sguardo spaventato. A questo punto mi sono risvegliata. Nella tarda mattinata dello stesso giorno apprendevo che tra le ore 07.00 e le ore 07.45 circa di quella mattina una ragazza del paese era stata assassinata da un maniaco del luogo che l’aveva anche violentata e rapinata. In televisione venivano mostrate le foto della ragazza uccisa ed era la stessa ragazza che avevo visto in sogno seduta sulla bara ma mai conosciuta prima. Inoltre ho fatto il sogno proprio mentre si stava verificando il tragico evento e quindi non credo possa considerarsi un sogno premonitore bensì una sorta di richiesta d’aiuto della ragazza che mi appariva in sogno proprio mentre stava subendo le atrocità di cui è stata oggetto.
Questo è l’evento più scovolgente che mi è capitato ma spesso mi capita di pensare a cose che poi realmente accadono o di conoscere luoghi che vengono mostrati in televisione ma dove non ho mai messo piede. In particolare mi capita quando vedo luoghi e soprattutto palazzi storici austriaci.

106_Mario

Mi è successo solo una volta, il 2 giugno 2005 in tarda serata… Premetto che ci furono prima di quella data una serie di eventi che sarebbe troppo lungo elencare, i quali avevano caratterizzato quel periodo della mia vita. Ero solo in casa mia e tutti insieme quegli eventi mi portarono a riflessioni sempre più acute sulla scopo dell’esistenza umana. Mi sono ritrovato alla fine nel mezzo di un attacco di panico con convinzione certa del mio trapasso. Con una lucidità estrema e una forza fisica spropositata ho vissuto ore in uno stato di alterazione di coscenza clamoroso (se fossi stato credende mi sarei fatto prete)… Ho raggiunto il Peak dell’estasi mistica tipica appunto del mondo cattolico, una sensazione ineffabile… Avevo (dalla mia mente credo) le risposte a qualsiasi domanda mi ponessi, in quel momento i miei pensieri andavano ad una velocità non misurabile per me. Era come se avessi avuto tatuata nella mia mente la storia completa dell’universo e dell’evoluzione umana. Ho riscontrato successivamente, andandomi a vedere alcune teorie scentifiche, che tali risposte corrispondevano al vero.
Dopo quell’esperienza ho studiato molto questi fenomeni e mi sono convinto che il caso non esiste, che non esiste dualità fra Dio e l’unomo e che l’unica definizione di Dio che posso dare è quella dell’amore assoluto. Credo che la frase conosci te stesso e scoprirai i segreti del mondo sia sempre più attuale.

107_claudia

Chiedo di conferire via e-mail con il sig. Di Grazia per particolare fenomenologia non classificata ancora e che ritengo essere il “ponte” di unione con la scienza.
Possiedo accurata documentazione frutto di mie ricerche strumentali.
Prego inviare e-mail personale se interessato.
Distinti saluti.

108_Ale

Ho 29 anni e scrivo dalla provincia di Milano, quando ero una ragazzina, credo 11 o 12 anni al massimo, stavo dormendo nel mio letto la domenica mattina (erano le 10 quando mi sono alzata, cosa molto strana, io di solito, da piccola alle 7 ero in piedi per vedere i cartoni animati), ad un certo punto, sento se qualche cosa esce dal mio corpo e comincia a fluttuare nell’aria, ero io!!! Vedo il mio corpo steso sul letto che dorme, la parte di me che era uscita dal corpo, esce di casa e va in un campo di fiori vicino, colgo delle margherite, rientro in casa, passo dalla cucina ed assaggio il ragù che mia mamma stava cucinando per le lasagne del mezzogiorno, ritorno in cameretta e mi riporto in posizione orizontale ma fluttuando nell’aria, decido così di rientrare nel mio corpo che era sempre addormentato sul letto. Al che, tornata ad essere una persona sola, mi sveglio e mi alzo subito, corro in cucina da mia mamma e le dico che il sugo che ho assaggiato prima è molto buono, mia mamma mi dice che il sugo non l’ho mai assaggiato perchè mi sono appena alzata dal lett!!! Nessuno è mai riuscito a spiegarsi cosa mi sia accaduto in qualla strana domenica mattina, credo che non lo scorderò mai, non ho mai più riprovato nulla di simile.
Ho sentito spesso dire che adolescenti e preadolescenti sono più portati ai fenomeni sensoriali o paranormali, non so sei sia vero. Questa è stata la mia piccola esperienza. Vorrei avere una risposta dal Sig. Di Grazia, vorrei sapere cosa mi è successo tanti anni fa…

90_Marcello

Io ed i miei amici abbiamo in comodato d’uso una stanza adibita a club all’interno di un antichissimo forte/castello di Messina. In questo luogo dopo circa un anno di permanenza abbiamo iniziato a riscontrare fenomeni anomali e presenze spiritiche, ma non abbiamo mai detto nulla a nessuno per paura che possa accadere qualcosa…

91_Rosalba

La routine del lavoro quotidiano e monotono mi ha reso meno percettiva a sensazioni strane – intense ma di breve durata – che, invece,ho avuto nel corso degli anni, anche se non frequentemente. Fra le tante che non ho potuto fermare a livello cosciente, ricordo alcune abbastanza significative: era un’estate degli anni ’80 e mi accingevo a partire per il campeggio. Parlando al telefono con una mia cognata, chiedevo notizie di suo suocero, anziano, che non stava bene. Mia cognata era un po’ preocupata, ma non tanto poi da farmi fermare l’attenzione su possibili aggravamenti di quella persona che conoscevo superficialmente. Parto per il campeggio e, naturalmente, la cosa mi passa di mente. Un giorno, verso le ore 13,30, mentre stavo apparecchiando la tavola, presa solo dal pensiero di sbrigarmi per far mangiare i miei bambini, mi assale improvviso il pensiero del suocero di mia cognata e ne parlo con mio marito che, nel corso degli anni, ha imparato a prendere sul serio le mie sensazioni e che mi dice: “beh, voglio annotarmi la cosa”. Al ritorno a casa apprendo da mia cognata che, in quel giorno e quasi alla stessa ora, il suocero stava morendo.Un altro episodio abbastanza rilevante è questo: devo premettere che, essendo stata una cantante professionista in gioventù, mi diletto ancora a fare qualche spettacolo in compagnia di amici. Ero appunto a casa del mio maestro di musica e provavamo una canzone che prevedeva varie parti cantate in gruppo. Mentre, avendo terminato la strofa che mi riguardava, aspettavo il refrain della canzone, la mia attenzione si posava su di un mobile che avevo affianco e su cui, fra gli altri soprammobili, era situato un vaso fumè con base d’argento. Soprappensiero, lo tocco, ma subito ritraggo la mano perchè ricevo una sgradevolissima sensazione di freddo e di paura. Terminata la canzone, il mio maestro, che mi conosce da tempo immemorabile e con cui ho sovente discusso di sensazioni paranormali, mi guarda e mi chede:” R., ti vedo un po’ turbata e distratta, ti senti poco bene?” Gli spiego le sensazioni ricevute chiedendo se, per caso, quel vaso fosse stato situato in altri posti o avesse una qualche storia. Il mio maestro, a sua volta turbato, mi risponde: ” Rosalba, tu mi fai paura. Si, quel vaso ha una storia molto triste e tragica. E’ stato donato da un soldato in fuga a mia madre quale ringraziamento per averlo nascosto durante la guerra. Purtoppo, però, quel soldato, poi, è stato catturato e barbaramente ucciso.”Altro episodio più futile: Sempre nel periodo degli anni ’80, aspettavo una cugina che, dalla Toscana, giungeva in visita da noi. Ero a far compere in un grande magazzino. Trovandomi nel reparto scuola, la mia attenzione cade sull’astuccio del compasso. Decido di comprare solo quello, convincendomi che mio figlio ne aveva bisogno. Giunge dal viaggio mia cugina e… che cosa mi porta in regalo? Un astuccio con il compasso per mio figlio!!! Coincidenza?Potrei parlare ancora di tanti altri episodi anche minori, quali sollevare la cornetta del telefono senza che squilli e trovare dall’altro capo mio marito che mi stava chiamando. Purtroppo, però, da molto tempo non ho più sensazioni così rilevanti o, probabilmente, non ci faccio più caso. L’incalzare della vecchiaia, forse? ( Ho 54 anni ) o i problemi del quotidiano che mi fanno restare con i piedi ben piantati a terra.Mi sono decisa a scrivere perchè il vostro istituto è l’unico – fra il marasma di tanti “cosiddetti sensitivi”, veggenti e ciarlatani vari – che affronta in maniera seria e scientifica questi fenomeni che sono ancora tutti da studiare e che, esistendo, forse, al confine con chissà quale dimensione parallela, non sono ancora ben catalogabili, essendo appena percepibili a livello di sensazioni soggettive. Umberto Di Grazia, poi, è il mio mito da tanto tempo. E’ l’unico che, negli interventi passati in trasmissioni televisive, ha sempre sostenuto di cercare persone veramente serie con cui collaborare e con cui scambiare sensazioni che egli stesso provava in prima persona. Io credo fermamente nelle sue sensazioni. E’ l’unico baluardo che mi è rimasto, dopo che mi è crollato il mito di Demofilo Fidani. Vorrei anche una sua opinione sugli episodi che ho esposto. Mi rammarico, però, che, non risiedendo a Roma, non posso seguire le sue lezioni. Vorrei sapere se ha in programma qualche intervento nella mia città ( Salerno ). Ci terrei tanto a conoscerlo! Grazie per l’attenzione accordatami. Cordiali saluti e… ad maiora!!! R. B.

92_Elena

Carissimi,vi scrivo nuovamente questa volta per un ‘sogno ricorrente’ che faccio da quando ero piccola a tutt’oggi senza riuscire a darmi una spiegazione.Si tratta di una casa estiva dei miei genitori situata in collina nel viterbese. Al primo piano (come realmente è) c’è il salone con un bel camino in cortina.Nel sogno la bocca del camino è chiusa da una lastra simile a granito comunque molto pesante che con tutte le mie forze voglio togliere – senza riuscirci – perchè sento che di sicuro, entrando nel camino, c’è una stanza a tutti sconosciuta. Cordialmente E.

93_xxx

Da quando mia sorella è trapassata sento mobili scricchiolare e la luce della lampadina che fa intermittenza (come se si stesse per fulminare). E’ stato particolarmente marcato questo fenomeno quando mia figlia è stata a fare i suoi esercizi di pianoforte ed io a scrivere al computer. Poi ho visto per tre volte una piuma piccola che al posto di cadere per la legge di gravità, continuava a salire in alto fino a quando non ho più seguito con lo sguardo. Sento che è lei a starmi vicino e sono contenta. Ho anche trovato due volte un cuoricino fatto con un capello in modo perfetto sul lavabo, ma questo pochi giorni dalla sua scomparsa.

94_jONN

Salve Sig Umberto,mi chiamo J. B. e Le scrivo poichè mia moglie, facendo delle foto, ha fatto una foto un po’ strana che sembra ritrarre il viso di un bambino, anche se nella foto non era presente.Vorrei avere un suo parere, visto che sono un appassionato del programma ” Presenze” di Sky.Purtroppo non ho lo scanner e mi collego da un pc in biblioteca e quindi se possibile vorrei avere il suo indirizzo x mandarLe La foto.Aspettando Sue notizie, La saluto cordialmenteGrazie J. B. PS Complimenti x la trasmissione è molto ben realizzata e molto interessante

95_Andrea

Mi trovavo presso un autodemolitore per cercare i fari per la mia automobile. Passando attraverso le cataste di macchine mi rtrovai di fronte ad un muletto che trasportava la carcassa di un auto. Sentii un “consiglio interiore” che mi spinse a spostarmi di un paio di metri dalla traiettoria del muletto. Appena mi scansai la macchina cadde a terra mancandomi di un soffio.

97_Filiberto

Spesso mi capita di vedere momenti del giorno dopo o di settimane dopo prima di addormentarmi ma lascio perdere e non ci penso. Nei giorni successivi vivendo le giornate mi accorgo di aver già visto questi momenti giorni prima e so già come affrontarli… non so di cosa si tratti e sarei curioso di avere possibili chiarimenti.

98_Gerlando

La scorsa estate ho sognato cose veramente brutte….se erano sogni!
Una notte, durante il sonno, inizio a sognare cose che preferirei non dire o dirle solo al sig. Di Grazia, subito dopo inizio a vedere sangue pezzi di carne ferro e fuoco. Verso le 4 di mattina mi sveglio, e si sveglia la mia compagna e mi chiede il perche sto male e piango…..a distanza di ore vi sarà la strage nelle metro di Londra. Non mettete il mio nome, ho un lavoro particolare.

104_elisabetta

che dire meno male qualcuno che non ti prende per matto…..o con qualche crisi schizzofrenica….ho 32 anni, e si può dire che è una vita che sperimento queste (cose)….partendo dai primi fantasmi nell’infanzia per arrivare, via via a capire cosa stesse succedendo…è difficile parlarne, perchè non si possono esattamente desciverli perchè sono ricchi di senzazioni, emozioni, premunizioni,colori e via dicendo…ma posso solo dire..che ora…non ne farei più a meno, fa parte di me stessa,e riesco anche a capire che tra noi e il mondo invisibile ci separa solo una piccolissima parte di luce….chiunque può vedere, ma tuttavia scegliamo di non ricordare ciò che vediamo, sognare per me è la capacità di utilizzare i sogni comuni e trasformarli in consapevolezza grazie a una speciale forma di attenzione, insomma in poche parole bisogna riuscire a vedere oltre….e così facendo è come se il mondo collassasse e crescono in noi aspetti del tutto straordinari come se fino a quel momento fossero stati sorvegliati dalle nostre parole. difficile raccontare 20 anni in poche righe …ma vi posso assicurare che mettermi in contatto con l’invisibile.è diventato (non dico facile) perchè non è così, anche quì ci sono i suoi contro ma fin da quando nasciamo gli altri ci hanno detto che il mondo è fatto così, e naturalmente noi non abbiamo altra scelta che accettare che il mondo sia fatto così come ci hanno detto …ma lo garantisco che non è affatto così!

82_annamaria

mi capita spesso, da situazioni più banali, e situazioni più serie di sapere prima, di intuire precisamente, quello che un individuo farà o dirà prima che lo faccia.

83_annamaria

il mio secondo figlio, ha 5 anni, è nato circa 2 mesi dopo che il nonno paterno è deceduto a seguito di un cancro ai polmoni.
la scorsa estate, in vacanza nella casa dei nonni paterni mi indicava il soffitto dicendo di vedere il nonno e lo zio (deceduto 29 anni fa) che lo salutavano.
il bambino ha visto questi parenti solo in fotografia, ma mi riferiva di vederli all’altezza del soffitto e col dito ne seguiva gli spostamenti, mi diceva che lo guardavano sorridenti e che lo salutavano.

84_Marcello

mi capita spesso di sapere prima, di intuire precisamente come un individuo si comporterà, farà o dirà poco prima o nello stesso momento in cui l’evento accade ma non avendo l’individuo vicino mentre compie il fatto.

85_ANNAMARIA

nello scorso week and mi è capitata una cosa strana e bellissima allo stesso tempo: ho cominciato ad avvertire un senso di fortissimo calore ad un fianco avvertito internamente. appena ci passavo le mani il calore ci si trasferiva; ho provato ad appoggiarle sul capo che mi faceva male e il dolore è passato. Anche a mio marito che aveva mal di schiena ho passato le mani e gli è passato.
tutto questo è durato solo 2 giorni; mi domando è stato un caso o tornerà?
potete darmi una spiegazione?

86_Mariarosa

Vorrei mettervi a conoscenza di una mia esperienza diretta, un misto fra precognizione, intuizione e telepatia. Il giorno in cui mio padre stava lentamente abbandonando questa vita, mi trovavo a casa, per riposare dopo una notte di veglia presso di lui. Dopo circa 3 ore mi risvegliai e tornai in ospedale, con la certezza di trovarlo nei suoi istanti decisivi, richiamata dall’immagine di mio padre che mi voleva salutare. Può esservi utile questa mia testimonianza, una delle varie esperienze da me “provate”? Oltre a questo come poter partecipare attivamente al vostro progetto??
Grazie

87_jacopo

ho 18 anni.. ma da sempre vedo fatti, azioni, persone, eventi, presenze, tutte cose future.. che stanno per accadere.. un momento prima che accadono mi vedo in una sorta di fotogramma in quel preciso istante che pensa a quello che sta per accadere.. una sorta di ritorno a quello che gia sapevo. Poi.. molte volte so come agirebbero le persone.. nella testa creo tutti i possibili modi che quella persona userebbe per decidere… quando la persona nn la conosco, ci riesco ugualmente!.. poi.. quando parlo al telefono con qualcuno.. che nn sono mai andato a casa sua.. quando parla le sue parole mi inducono a creare nella mia testa comè casa sua… poi.. molte volte so cosa pensano le persone ma nn so come faccio.. lo sento e basta.. in fine nn ho mai vissuto nel substrato sociale.. lo guardo dall’esterno per studiarlo. un ultima cosa…

88_stefania

7 anni fa’,per una gita scolastica del quinto anno di liceo,visitammo il campo di concentramento nei pressi di Vienna,”MATHAUSEN”.Inutile raccontare l’impatto emotivo che scosse tutti noi portando addirittura alcune mie compagne di classe al pianto.La cosa non mi sconvolse piu’ di tanto dato che avevamo studiato molto a riguardo ma soprattutto perche’ questo campo di concentramento fu semidistrutto dagli stessi tedeschi nella ritirata.Eravamo nei seminterrati dove si trovavano le camere a gas ed infastidita dall’odore ancora acre,decisi di uscire abbandonando il mio gruppo.Al lato opposto della strada fui attratta da dei cancelli fatiscenti e decisi di entrare munita della mia inseparabile macchina fotografica(ancora non digitale).Mi ritrovai davanti ad un cimitero non molto grande dove dalla terra affioravano tante piccole lapidi e lo fotografai.Quando,a distanza di tempo ,sviluppai il rullino mi accorsi che la foto scattata in quel cimitero non ritraeva solo quello che avevo visto,in piu’ c’erano degli aloni bianchi che avvolgevano le lapidi.Sono ancora in possesso di questa foto che non ho mai fatto vedere a sconosciuti per il rispetto che nutrivo per quelle anime.La saluto cordialmente e complimenti per il suo programma.S.