di CLAUDIA DREIFUS New York Times

Il Dott. Nir Barzilai si sente spesso incompreso:
“La maggior parte delle persone pensa che io sto cercando l’elisir della giovinezza. Invece io sto cercando modalità per migliorare la qualità di vita dell’età avanzata”. Per arrivare alla meta, Dott. Barzilai, il direttore dell’Istituto di Ricerca per Invecchiamento dell’Università di Medicina Albert Einstein nel Bronx ha passato cinque anni per investigare i geni e le abitudini di 300 ebrei Ashkenazi che hanno vissuto in media 100 anni. Il suo studio ha offerto importanti informazioni sulla longevità, inclusa la conferma che scegliere i genitori giusti è cruciale per vivere una vita lunga.
Quasi tutti suoi soggetti di ricerca avevano antenati che erano longevi.
La ricerca è stata incentrata sui geni che aiutano le persone a vivere una vita più sana e più lunga;sono stati cercati i marcatori genetici per la longevità. La cosa più importante è che la maggior parte dei centenari ha molte più proteine di H.D.L medio, il buon colesterolo, nel loro sangue. La percentuale di H.D.L. era alta anche in età giovane, perché i loro bambini hanno molto di più dei loro simili. Anche la dimensione delle molecole di proteine è importante. 80% dei bambini del centenari avevano una media alta di densità di lipoproteine.

Iscriviti alla Newsletter

Prossimi eventi

  1. L’Eclisse della Ragione: La Caccia alle “Streghe”

    settembre 30 @ 9:00 - ottobre 1 @ 18:00
  2. Rave Meditation

    novembre 5