Un altro tesoro artistico distrutto dalla superficialità di molti.

Un articolo de “il nostro giornale” di 16 anni fa, testimoniava lo stato di abbandono e di degrado (già all’ora) di un’opera unica nel suo genere per armonia e ricerca artistica, spirituale ed econometrica, nel cuore dei Castelli Romani. Opera geniale di Claudio Colli.

Un ambiente della villa

Nel cuore dei castelli romani, all’incrocio tra Grottaferrata e Frascati, sorge il “Bivio dei Sette Colli” una villa dove colonne romane, finestre a bifora e vetrate dipinte rendono l’insieme poco comune, ma armonioso.

Claudio Colli ne è il geniale ideatore e costruttore.
L’ha completata in vent’anni di lavoro nel tentativo parallelo di esprimere l’Uomo sia artisticamente e spiritualmente, sia econometricamente. Pur non essendo riuscito a renderlo operativo, quello che rimane nel centro – sfregiato e ferito nella sua struttura da vandalismi e assenteismi di interessi –   è una testimonianza rara, se non unica nel suo genere, di amore per l’essere umano.

La costruzione, sviluppata su una superficie di 2.200 metri quadrati, prende a modello una Roma nata 3000 anni fa e, guardandone le origini culturali più vere, permette una sorta di viaggio nel tempo attraverso un continuo movimento di stili e pensieri incastonati e compenetrati. Il complesso rappresenta un “viaggio” ideale in cui l’architettura e l’arte sono strumenti nelle mani dell’artigiano che ha riproposto tecniche e metodi ormai quasi scomparsi, spesso con l’aiuto di materiali antichi e preziosi.

Articolo Originale



Leggi Articolo
    Leggi Articolo    Leggi Articolo

Iscriviti alla Newsletter

Prossimi eventi

  1. L’Eclisse della Ragione: La Caccia alle “Streghe”

    settembre 30 @ 9:00 - ottobre 1 @ 18:00