di KERI SCHRAM Betterhumans Staff [Grazie al lettore di SR, Brando Crespi per avermi mandato quest’articolo.]
Buone notizie per gli appassionati di cioccolato: il cioccolato nero e il cacao sembra che rallentino l’invecchiamento collegato all’età delle arterie riducendo in questa maniera il rischio di attacco cardiaco e infarto.

I ricercatori dell’Athens Medical School in Atene, Grecia hanno rilevato quest’effetto ottenuto con il cioccolato negli adulti, giovani e sani e i ricercatori del Brigham and Women’s Hospital in Boston, Massachusetts hanno trovato che il cacao può proteggere le arterie negli adulti più anziani. “Il cioccolato nero migliora le funzioni endoteliale e la rigidità delle arterie e per questo viene considerato come un cibo promettente, oltre ai valori nutritivi alti e al suo gusto piacevole”, afferma il ricercatore Charalambos Vlachopoulos di Atene.

Comunque, Vlachopoulos avverte:”non sappiamo se l’assunzione regolare di cioccolato nero o di bibite al cacao potrebbe dare luogo ad una riduzione totale della morbosità cardiovascolare e della mortalità. Prima di avere un risultato definitivo, le persone dovrebbero guardare il cioccolato non come una bibita magica come facevano gli aztechi, ma piuttosto come un cibo che forse migliora la loro salute cardiovascolare.”

Il cioccolato è un ingrediente comune per il cibo e i dolci e si ottiene usando i chicchi arrostiti e macinati dei semi dell’albero di cacao che sono stati in precedenza sottoposti alla fermentazione. I ricercatori credono che i flavonoidi, un gruppo di antiossidanti chimici che si trovano naturalmente in certi vegetali, frutta, tè, vini, noci, semi e radici sono i composti che danno al cioccolato le sue proprietà curative. Gli effetti favorevoli del cioccolato nero sono durati almeno per tre ore. Si pensa che i flavonoidi del cacao agiscono su un’enzima trovato nel corpo umano, chiamato “synthase dell’ossido nitrico”.

Questo enzima aiuta il cacao a dilatare i vasi sanguigni, a migliorare la funzione dei reni e ad abbassare la pressione del sangue. Il gruppo di ricercatori crede che la risposta del corpo ai flavonoidi aumenterebbe con l’età. Per evidenziare questo, i ricercatori hanno misurato la pressione del sangue di 27 persone sane che variano come età da 18 a 72 anni.

Il polso delle 13 persone che avevano oltre 50 anni è aumentato significativamente dopo aver bevuto il cacao, mentre nelle 14 persone sotto 50 anni di età l’aumento del polso è stato più ridotto dopo l’assunzione del cacao. “L’invecchiamento è accompagnato universalmente da un abbassamento delle funzioni endoteliali”, afferma Fisher, uno dei ricercatori. “I nostri risultati offrono un meccanismo plausibile per la protezione e la riduzione della funzionalità endoteliale che può portare ad eventi coronari negli anziani, mediante l’uso dei cibi ricchi in flavonoidi.”

La ricerca è stata presentata al diciannovesimo incontro annuale della Società Americana per l’Ipertensione, tenuto a New York.

Iscriviti alla Newsletter

Prossimi eventi

  1. L’Eclisse della Ragione: La Caccia alle “Streghe”

    settembre 30 @ 9:00 - ottobre 1 @ 18:00
  2. Rave Meditation

    novembre 5