Oscar, sette vite e un sesto senso. Vive in un istituto per anziani con malattie degenerative e «prevede» la
morte dei degenti. Negli Usa è diventato un caso…

PROVIDENCE (USA) – Oscar affascina il personale medico dell’ospedale Steere House di Providence negli Stati Uniti.

Ha un bel mantello soffice di colore grigio-bianco, le sue zampine sono candide e vellutate.

Ciononostante il bel micione crea inquietudine tra i pazienti nella casa di cura: già perchè l’animale sembra che riesca a presentire la morte dei malati. Il fenomeno è stato descritto anche dalla rivista medica New England Journal of Medicine, e trattato in questi giorni dai maggiori telegiornali del paese. «Il gatto riesce sempre ad apparire nel luogo qualche ora prima che il paziente muoia».
MORTE – Il felino di due anni è stato allevato quando era ancora un cucciolo, è cresciuto nel reparto per demenza del centro di cura e
riabilitazione «Steer House Nursing and Rehabilitation Center» nello stato di Rhode Island.

Qua vengono assistiti pazienti malati di Alzheimer, Parkinson e altre malattie degenerative.

Già all’età di 6 mesi il micio ha iniziato il suo personalissimo lavoro. Il personale medico si è accorto che il gatto era solito fare un giro quotidiano nei corridoi e nelle stanze dei ricoverati, esattamente come dottori e infermiere. Controllava spesso i residenti della casa, li annusava, li osservava e si metteva vicino alle persone, la cui morte avveniva di solito nel giro di poche ore.

In 25 casi la «previsione» è risultata giusta. Quando il gatto si trova nella stanza di un ricoverato, il personale dell’ospedale ormai passa ad avvertire i congiunti. Perchè questo significa, nella regola, che il malato ha solo qualche ora di vita.


Leggi l’articolo originale »

Iscriviti alla Newsletter