Come nasce il mio metodo per la visione a distanza

di Umberto Di Grazia

Molti anni fa, siamo negli anni 60-70, fui attirato da segni spontanei che comparivano sulla pelle delle persone, in particolare dopo forti emozioni.
Questo si ripeteva con uomini, donne e bambini di ogni livello sociale e di diverse etnie (come rilevato nei miei lunghi viaggi in giro per il mondo).
I “segni” più interessanti li constatai alla fine degli anni ‘60 inizio ‘70, tra i ricercatori del “Gruppo Dimensione Uomo” dei quali facevo parte: osservammo e discutemmo, con medici, psichiatri e scienziati di varie discipline, i segni comparsi a un ricoverato della Santa Maria della Pietà a Roma: oltre a soffrire di disturbi mentali era anche alcolista e, nei momenti d’eccessiva astinenza, compariva nella sua schiena la scritta – in stampatello – “VINO”, prodotta da “involontarie” rotture di vasi capillari sottocutanei.
Altre testimonianze le raccolsi ai tempi in cui ero ufficiale dell’arma aeronautica presso una base aerea operativa. Spesso alcuni miei colleghi piloti, dopo delle esercitazioni pesanti, avevano sulla pelle segni prodotti da rossori, graffi non giustificati dalla loro tuta o altro, forme geometriche per l’aumento delle energie statiche sui peli affioranti che ricordavano segni antichi Egizi, Ittiti e/o di linguaggi a me e a noi sconosciuti. Tutto questo, naturalmente, non veniva diffuso ma passava solo tra di noi.
Conoscevo bene queste “scritture inspiegabili”, le avevo viste su mio padre, ufficiale pilota sino al grado di generale.
Naturalmente iniziai a dirmi che “forse erano segni di una nostra parte profonda che cerca di comunicare con noi come logica prevalente non conoscendo il nostro pensare e parlare con le parole..!”
L’osservazione di molti anni, in particolare dal 2000 al 2004, confermò questa ipotesi evidenziando che in noi la comunicazione è ben oltre i 5 sensi e ciò che conosciamo.

Proseguendo nelle ricerche ed esperimenti vari, emerse anche, come sanno molti ricercatori, che è possibile avere dati e informazioni di luoghi, oggetti e persone e influire sul loro stato di salute. L’articolo Le implicazioni scientifiche e spirituali delle abilità psichiche è un utile riferimento.
Il nostro esperimento coordinato dal prof.re Mario Bruschi (Fisica Teorica alla Sapienza di Roma) evidenziò ulteriormente la facoltà di comunicare tra le persone oltre i cinque sensi.

Inoltre, gli esperimenti sulle potenzialità della mente umana, sono anche stati, e sono tutt’ora, attivi ad uso governativo. (Vedi l’articolo Professione Spia Psichica).

L’esperimento cardine

Uno degli esperimenti importanti sull’influenza mentale a distanza, inerenti al miglioramento delle condizioni di salute, fu quello di Elisabeth Targ, figlia del noto Russell Targ:

ElisabethTargElisabeth Targ è una psichiatra e ricercatrice che ha introdotto l’intento terapeutico al rigore della scienza ed è divenuta lei stessa oggetto di un test. Nel luglio del 1995, quando l’AIDS era ancora una sentenza di morte, Elisabeth Targ condusse un test su 20 pazienti allo stadio terminale, presso il Medical Center di San Francisco. Tutti i pazienti ricevettero le cure tradizionali ma 10 di loro furono oggetto di terapia a distanza da parte di “healers” che pregarono per loro.
Nessuno dei pazienti sapeva a quale gruppo era stato assegnato, e dopo 6 mesi di studi, 4 dei pazienti curati solo con terapie tradizionali erano deceduti, mentre i 10 per i quali era stata effettuata la terapia a distanza sono tutt’ora vivi.
Un nuovo studio condotto nel 1996 confermò, attraverso un protocollo ancora più stringente, la validità dell’efficacia dell’intento terapeutico effettuato a distanza.
Determinante è comprendere che al di là della nostra logica dominante le coordinate tempo-spazio non esistono: esiste ciò che molti chiamano Presente Continuo

Il Metodo

Ma come entrare maggiormente in contatto con questa dimensione unica?
Anche qui, dopo anni di tentativi, compresi che non si deve pensare con le parole ma si deve cercare di creare in noi forme e visualizzarle senza farsi contaminare da ciò che usiamo per comunicare in stato di veglia, quindi senza definirle con la parola!
Iniziò un periodo ricco di soddisfazione che continua ancora.
Compresi che questo valeva anche per il tentativo di curare me stesso e il prossimo, il “visualizzare in noi” l’organo malato e pensarlo come sano, sempre escludendo il linguaggio delle parole. Mi sono documentato oggettivamente sulle strutture del corpo umano e degli animali e i risultati, positivi e non spiegabili, non sono per fortuna mancati; sempre però inferiori a ciò che io speravo.
Dopo vari lavori, in particolare con il Mobius Group, con la Visione a Distanza e il nostro Intento Terapeutico (IT) e i gruppi Hayden e Amatores Lucis, si è compreso che una o più persone, se preparate con un metodo ben congegnato, ne raggiungono, con la propria mente-pensiero, un’altra distante sia geograficamente che nel tempo. Si producono così due risultati altamente significativi:

  1. Si aumentano le difese immunitarie della persona ricercata con i Sensi Altri (IT-Intento Terapeutico);
  2. Si percepiscono dati scenografici dell’ambiente ed elementi (colori, odori, elementi affioranti, suoni, eccetera) utili poi alla reale localizzazione (RV-Visione a Distanza) dei luoghi ed anche dei possibili eventi, al di fuori della dimensione tempo-spazio comunemente riconosciuta.

I nostri operatori, come procedure da seguire, sono dunque allenati a visualizzare, ovvero creare in loro le forme senza avere interferenze dal pensiero logico legato alle parole:
E’ importante la Respirazione 5×5 (5 secondi in ispirazione e 5 in espirazione) in quanto porta al bilanciamento del sistema simpatico con il parasimpatico e alla sincronizzazione delle frequenze emesse dal cuore con quelle del cervello. Questo permette inoltre di essere più intuitivi attraverso le potenzialità intrinseche del cuore.
A seconda degli esperimenti, per superare i rumori di fondo e le censure del pensiero logico, bisogna pur soddisfare il bisogno della mente logica di avere un oggetto a cui riferirsi. Ad esempio, nel caso specifico della modificazione a distanza del DNA (vedi articoli nel sito: Modificazione della struttura del DNA equino mediante intenzione focalizzata di un gruppo a distanza-test giugno 2015 e Modificazione della struttura del DNA equino mediante intenzione focalizzata di un gruppo a distanza – test dicembre 2014), sapendo che “un qualcosa” dovevamo darlo alla mente logica, abbiamo detto di tenere tra le mani una corda o un doppio elastico e arrotolarlo e srotolarlo.
In un altro esperimento nel tentare di migliorare un campione d’acqua preso da una sorgente di Ronciglione (VT) concordammo di visualizzare dell’acqua che scorreva nella roccia (cosa che tra l’altro purifica la composizione chimica degli elementi dannosi nell’acqua) e di tenere come sottofondo sonoro dei suoni continui di flussi d’acqua. Questo sempre per stimolare la creazione della forma senza parole. Da ciò emerse un elemento, già comprovato da moltissimi ricercatori in migliaia di esperimenti, per cui l’energia del pensiero è fuori dallo spazio e dal tempo ed è svincolata dalle leggi che governano la vita fisica delle particelle! A dimostrazione di ciò, noi fummo avvisati circa 8 giorni prima dell’inizio del test, ma le modifiche del campione ebbero inizio in modo significativo già il giorno seguente.

In tutti i test che abbiamo eseguito negli anni abbiamo sempre avuto dei risultati superiori all’indice di casualità evidenziando che, anche se non lo sappiamo, siamo migliori di ciò che ci hanno fatto credere e recuperando i sensi assopiti avremo un miglior futuro e una società reale.

Come disse negli anni ‘70 Willis Harman:

«È stato nel nome della scienza che le basi trascendentali dei valori umani si sono via via erose, lasciando gli USA e le nazioni progredite prive di una guida che non fosse la crescita a tutti i costi, che ci ha condotti all’attuale crisi sociale ed ecologica. Così, quando i fenomeni della ricerca psichica sfidano, come stanno facendo, il paradigma scientifico dominante in realtà affrontano anche il paradigma sociale dominante.
Se diverrà dominante il nuovo paradigma collegato al fenomeno della ricerca psichica avremo lo spostamento da un orientamento per lo sviluppo materiale a una società basata sull’apprendimento e la programmazione guidata da un’etica ecologica ed autorealizzativa lo sviluppo di una scienza aperta rivolta verso l’esplorazione delle esperienze soggettive; l’emergenza della corporazione come principale forma istituzionale in cui gli individui potranno ricercare l’autorealizzazione con basi di legittimità radicalmente nuove; l’adozione di una politica della piena occupazione, basata sul bisogno umano di una realizzazione nel lavoro; l’assunzione dell’educazione come processo vitale intimamente collegato al lavoro e non andare incontro alle richieste di un sistema economico intossicato dal proprio sviluppo.»

Leggi l’articolo pubblicato sulla rivista scientifica NeuroQuantology il 30 Gennaio 2018

Leggi l’articolo Modificata la struttura del DNA equino mediante intenzione focalizzata di un gruppo a distanza – dicembre 2014

Leggi l’articolo Modificata la struttura del DNA equino mediante intenzione focalizzata di un gruppo a distanza – test giugno 2015

Leggi l’articolo Modificata chimicamente l’acqua interagendo a distanza

Classifica 30 Articoli più letti sul sito