I ricercatori americani dicono che la popolarità della cartilagine di squalo come terapia per il cancro è un trionfo del marketing per introdurre la pseudoscienza sul mercato e farla vincere sulla realtà.

Questa cura ha portato ad un ribasso notevole nelle popolazioni di squalo, senza dare risultati effettivi nelle cure antitumorali, afferma Gary K. Ostrander, ricercatore del Biology and Comparative Medicine at The Johns Hopkins University. Le persone leggono in Internet o sentono in televisione che prendendo l’estratto di cartilagine di squalo possono guarire di cancro e lo credono senza avere delle prove scientifiche a riguardo. Questo fatto dimostra come i media hanno aumentato il danno potenziale della pseudoscienza, trasformando quello che sarebbe dovuto rimanere una curiosità culturale in un potenziale problema sociale ed ecologico.
L’unico modo per combattere quest’approccio è assicurarsi che i leader di governo e i professionisti dei media ricevono un adeguato addestramento scientifico basato sulla ragione, e che sviluppano anche un pensiero critico.

Iscriviti alla Newsletter