Una proteina del sangue che normalmente indica la presenza di infiammazioni può segnalare sia un possibile rischio di malattie cardiache che quello di sviluppare un cancro al colon. La ricerca fatta al Johns Hopkins Medical Institutions in Baltimore prosegue per poter determinare il beneficio di questa scoperta nel prevenire la malattia che in USA ha una grande incidenza e rappresenta nelle statistiche la seconda causa di morte per tumore.
Nella ricerca sono state analizzate le cartelle cliniche di oltre 22.000 adulti dello stato di Maryland ai quali è stato prelevato un campione di sangue nel 1989 e sono stati seguiti fino a dicembre 2000.
I ricercatori hanno trovato 172 casi di cancro del colon nel gruppo. Quelli che avevano i piú alti livelli di proteina C reattiva( o CPR )nel sangue all inizio dello studio sono stati più predisposti di quelli con un basso livello a sviluppare la malattia in una percentuale che supera 2-2,5 per cento.
Una proteina del sangue che normalmente indica la presenza di infiammazioni può segnalare sia un possibile rischio di malattie cardiache che quello di sviluppare un cancro al colon. La ricerca fatta al Johns Hopkins Medical Institutions in Baltimore prosegue per poter determinare il beneficio di questa scoperta nel prevenire la malattia che in USA ha una grande incidenza e rappresenta nelle statistiche la seconda causa di morte per tumore. Nella ricerca sono state analizzate le cartelle cliniche di oltre 22.000 adulti dello stato di Maryland ai quali è stato prelevato un campione di sangue nel 1989 e sono stati seguiti fino a dicembre 2000.
I ricercatori hanno trovato 172 casi di cancro del colon nel gruppo.
Quelli che avevano i piú alti livelli di proteina C reattiva( o CPR )nel sangue all inizio dello studio sono stati più predisposti di quelli con un basso livello a sviluppare la malattia in una percentuale che supera 2-2,5 per cento.

Iscriviti alla Newsletter

Prossimi eventi

  1. L’Eclisse della Ragione: La Caccia alle “Streghe”

    settembre 30 @ 9:00 - ottobre 1 @ 18:00