Gli Stati Uniti stanno conducendo un’illegittima campagna contro la Delegazione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite al fine di ottenere voti in favore della guerra all’Iraq.

I dettagli di una aggressiva operazione di sorveglianza, che include intercettazioni telefoniche sia a casa che sul posto di lavoro e delle e-mail, è rivelata e documentata sul giornale “The Observer”. Il memorandum, scritto da uno dei vertici del National Security Agency, è datato 31 gennaio 2003, quattro giorni dopo che il capo degli ispettori Hans Blix completò il suo rapporto di adesione dell’Iraq alla risoluzione delle Nazioni Unite 1441.

Iscriviti alla Newsletter

Prossimi eventi

  1. L’Eclisse della Ragione: La Caccia alle “Streghe”

    settembre 30 @ 9:00 - ottobre 1 @ 18:00