dallo SchwartzReport del 24 aprile 2015

Traduzione a cura della redazione di coscienza.org – Antonio Gavini

Fonte: http://www.latinpost.com/articles/48388/20150418/natural-rosehip-extract-could-reduce-and-prevent-breast-cancer.htm

L’estratto naturale di rosa canina potrebbe ridurre e prevenire il cancro al seno

di Nicole Koukou Thompson (staff@latinpost.com) Apr 18, 2015 12:45 PM EDT

L’estratto della rosa canina, il frutto rosso-arancio della pianta di rosa spontanea, potrebbe ridurre drasticamente lo sviluppo e la migrazione di cellule di un tipo di cancro al seno, noto come triplo-negativo, che rappresenta circa il 10-20 per cento dei tumori al seno.

Le giovani donne ispaniche e le donne afro-americane sono colpite in modo sproporzionato dal triplo-negativo, che è una forma particolarmente progressiva di cancro. Inoltre, non risponde alla maggior parte dei trattamenti disponibili somministrati ai pazienti affetti da cancro. Per questo motivo, la necessità di trattamenti alternativi ha spinto ricercatori, pazienti e medici alla ricerca di modi non convenzionali per contrastare il cancro.

In una dichiarazione, Patrick Martin, Ph.D., professore associato presso la North Carolina State Agricultural e Technical University e coordinatore dello studio, ha detto: “Quanto sarebbe fantastico poter dire, qui, di prendere una compressa di vitamina ogni giorno dalla pianta di rosa canina per aiutare eventualmente la prevenzione o curare il cancro? E’ un prodotto naturale che abbiamo trovato essere efficace, senza effetti collaterali noti.”

Il Dipartimento di Educazione americano, la Fondazione Nazionale delle Scienze e l’Istituto Superiore della Sanità hanno sponsorizzato lo studio, che affronta il cancro al seno triplo-negativo. Questo tipo di cancro ha guadagnato il suo nome perché le sue cellule tumorali non possiedono i recettori del fattore di crescita tre, normalmente bersagliati durante il trattamento del cancro. E di conseguenza anche altri trattamenti tendono ad essere inefficaci. Pazienti con carcinoma mammario triplo-negativo sperimentano tassi più elevati di recidiva a seguito di remissione, e il tasso di mortalità è più alto rispetto ad altri tipi di cancro al seno.

Gli scienziati che conducono lo studio hanno applicato un’alta concentrazione (0,25-1,0 mg / ml) di estratto di rosa canina alle colture di cellule triplo-negativo di cancro al seno. Questo ha causato una diminuzione del 50 per cento della proliferazione delle cellule tumorali quando si utilizza la più alta concentrazione. L’effetto si riduce utilizzando delle quantità con minore concentrazione. Normalmente l’estratto di rosa canina riduce la migrazione delle cellule del cancro al seno triplo-negativo del 25/45 per cento. Inoltre riduce due enzimi, MAPK e Akt, noti per promuovere la crescita delle cellule del cancro.

Gli effetti del farmaco chemioterapico doxorubicina sono stati rafforzati con l’applicazione dell’estratto di rosa canina concentrato, che porta ad una diminuzione della proliferazione cellulare e della migrazione nelle colture di tessuti.

Il potenziamento dell’effetto dato dall’estratto dimostra che si tratta di un utile aggiunta ai regimi di trattamento e potrebbe essere usato come misura preventiva nel trattamento del cancro al seno.

Non c’è molta ricerca sul cancro al seno triplo-negativo e non-bianco, secondo i ricercatori.

Per questo motivo, è importante cogliere le prospettive delle donne non-bianche, in particolare di quelle che sono a basso reddito. Gli ostacoli per l’accesso all’assistenza sanitaria, la prevalenza di fattori di rischio e i comportamenti relativi alla salute, contribuiscono a una diagnosi tardiva del cancro al seno.

La rosa canina è una fonte naturale di vitamina C, ed è utilizzata in molti alimenti. L’estratto puro di rosa canina può essere acquistato in forma liquida o in forma di pillola.

La decisione di studiare l’estratto di rosa canina sul cancro al seno è dovuta al suo successo nel prevenire la crescita delle cellule del cancro al cervello.
In futuro, i ricercatori tratteranno le cellule del cancro alla prostata con estratto di rosa canina.

Iscriviti alla Newsletter