dallo SchwartzReport del 26 marzo 2011

Traduzione a cura di Erica Dellago

Ron Gutman è fondatore e CEO [Chief Executive Officer, amministratore delegato. NdT] di HealthTap. Ricopre anche il ruolo di curatore di TEDxSilicon Valley. Questo articolo è stato estrapolato da una presentazione tenutasi nel corso dell’ultima conferenza TED.
Stephan A. Schwartz
RON GUTMAN – Forbes

Recentemente ho fatto un’interessante scoperta mentre correvo: il sorriso, un piccolo semplice gesto che ha fatto una grande differenza e mi ha aiutato sostenendomi nei tratti più impegnativi della corsa su lunga distanza. Questo mi ha spinto a intraprendere un viaggio che mi ha portato attraverso la neuroscienza, l’antropologia, la socialità e la psicologia per scoprire i poteri non ancora utilizzati del sorriso.

monalisaHo iniziato il mio viaggio esplorativo in California, con un affascinante studio longitudinale durato 30 anni della UC Berkeley (Università della California, Berkeley) [in inglese] che ha analizzato i sorrisi degli studenti in un vecchio annuario, e misurato il loro benessere e successo nel corso della vita. Misurando i sorrisi nelle foto, i ricercatori sono stati in grado di prevedere: quanto appagante e duraturo sarebbe stato il loro matrimonio, quale punteggio avrebbero ottenuto nei test standardizzati di benessere e felicità generale, e quanto sarebbero stati buona fonte di ispirazione per gli altri. Quelli che hanno sorriso di più si sono costantemente classificati ai livelli più alti in tutte le aree menzionate.

Ancora più sorprendente è stato un progetto di ricerca della Wayne State University del 2010 [in inglese] che ha analizzato le foto tessere di baseball dei giocatori della Major League nel 1952. Lo studio ha scoperto che l’ampiezza del sorriso di un giocatore ha potuto effettivamente far prevedere la durata della sua vita!

I giocatori che non sorridevano nei ritratti hanno vissuto una media di soli 72,9 anni, mentre i giocatori con sorrisi raggianti hanno vissuto una media di 79,9 anni.
Proseguendo il mio viaggio, ho imparato che siamo parte di una specie portata per natura a sorridere, che possiamo usare il potere del nostro sorriso per influire positivamente su quasi tutte le situazioni sociali, e che sorridere ci fa davvero bene.

Sorprendentemente, di fatto siamo nati sorridendo. Adesso, l’ecografia 3D (tridimensionale) dimostra che i feti sembrano sorridere perfino nel ventre materno [in inglese]. Dopo la nascita, i neonati continuano a sorridere (inizialmente per lo più nel sonno) e anche i bambini ciechi sorridono in risposta al suono della voce umana.

Il sorriso è anche una delle più fondamentali espressioni uguali in termini biologici per tutti gli esseri umani. Paul Ekman (esperto mondiale in materia di espressioni facciali) ha scoperto che i sorrisi sono transculturali e hanno lo stesso significato nelle diverse società. Negli studi [in inglese] che ha condotto in Papua Nuova Guinea, Ekman ha scoperto che i membri della tribù Fore (del tutto scollegati dalla cultura occidentale, noti per i loro singolari riti di cannibalismo), accompagnano con sorrisi descrizioni di situazioni allo stesso modo in cui lo faremmo noi.

Il sorriso non è solo un mezzo di comunicazione universale, è anche un mezzo di comunicazione frequente. Più del 30% di noi sorride più di 20 volte al giorno e meno del 14% di noi sorride meno di 5 volte al giorno. In realtà, quelli con i maggiori superpoteri sono i bambini, che sorridono ben 400 volte al giorno!
Vi siete mai chiesti perché stare con bambini che sorridono spesso vi fa sorridere più spesso? Due studi del 2002 e 2011 della Uppsala University in Svezia hanno confermato che i sorrisi degli altri in effetti allentano il controllo che di solito esercitiamo sui nostri muscoli facciali, costringendoci a sorridere. Hanno anche dimostrato che è molto difficile guardare male qualcuno che sorride.

Perché? Perché il sorriso è contagioso, e noi abbiamo una innata spinta inconscia al sorriso quando ne vediamo uno.

Questo fenomeno si verifica perfino fra estranei anche quando non c’è intenzione di legare o familiarizzare con l’altro. Imitare un sorriso e provarlo fisicamente ci aiuta a interpretare quanto sincero è un sorriso, e a comprendere il reale stato emotivo di chi sorride.

Nella ricerca effettuata presso l’Università di Clermont-Ferrand in Francia, ai partecipanti è stato chiesto di valutare i sorrisi sinceri rispetto a quelli falsi, tenendo una matita in bocca per reprimere i muscoli che ci aiutano a sorridere. Senza matita in bocca, i partecipanti si sono rivelati giudici eccellenti, ma con la matita (che impediva loro di imitare i sorrisi che vedevano), la loro capacità di giudizio si è ridotta.

Queste evidenze non avrebbero sorpreso Charles Darwin, che oltre a sviluppare la teoria dell’evoluzione in “L’origine delle specie”, ha anche sviluppato la “Facial Feedback Response Theory” (teoria del feedback facciale), che suggerisce che di fatto l’atto del sorridere ci fa sentire meglio (piuttosto che la tesi che sorridere sia semplicemente il risultato del sentirsi bene).

Questa teoria è supportata da diversi studi recenti, inclusa la ricerca [in inglese] della Echnische Universität di Monaco di Baviera in Germania. In uno studio del 2009, gli scienziati hanno usato la risonanza magnetica funzionale per immagini (MRI funzionale) per misurare l’attività cerebrale nelle regioni di elaborazione delle emozioni del cervello prima e dopo l’iniezione di Botox per trattenere i muscoli del sorriso.

I risultati hanno dimostrato che il feedback facciale (come imitare un sorriso) modifica di fatto l’elaborazione neurale del contenuto emozionale all’interno del cervello, e la conclusione è che i circuiti dell’emozione e della felicità del nostro cervello si attivano quando sorridiamo!
smileSorridere stimola i meccanismi di ricompensa del nostro cervello in un modo che neppure il cioccolato, un ben considerato induttore di piacere, può eguagliare. In uno studio condotto nel Regno Unito (che ha usato una macchina di risonanza elettromagnetica del cervello e un monitor della frequenza cardiaca per creare “valori di potenziamento dello stato d’animo” per diversi stimoli), i ricercatori britannici hanno scoperto che un sorriso è in grado di fornire un livello di stimolazione cerebrale paragonabile a fino a 2mila barrette di cioccolato; hanno scoperto anche che sorridere può essere stimolante quanto ricevere fino a 16mila sterline in contanti. Che equivale a 25 pezzi da mille dollari a sorriso … non male … al ritmo di 400 sorrisi al giorno, un bel po’ di bambini là fuori si sentono ogni giorno come Mark Zuckerberg!
E a differenza di un sacco di cioccolato, un sacco di sorrisi può realmente rendere più sani.

Il sorriso ha effetti terapeutici documentati [in inglese], ed è stato associato a: riduzione dei livelli dell’ormone dello stress (come il cortisolo, l’adrenalina e la dopamina), aumento dei livelli dell’ormone della salute e dell’umore (come le endorfine), e abbassamento della pressione sanguigna.

Se ciò non bastasse, sorridere ci dona un aspetto migliore agli occhi degli altri.
Un recente studio della Penn State University [in inglese] ha confermato che quando sorridiamo, non solo appariamo più attraenti e gentili, ma siamo di fatto percepiti come più competenti.

Così ora sappiamo che:

• quando sorridi, hai un aspetto migliore e ti senti meglio

• quando gli altri sorridono, hanno un bell’aspetto e si sentono bene, anche loro

• quando gli altri ti vedono sorridere, sorridono a loro volta.

E’ forse per questo che Madre Teresa ha detto: “Non potrò mai comprendere tutto il bene che un semplice sorriso può compiere”. Qual è il trucco? Solo che il sorriso che fai deve essere grande, e sincero!

Nel mio affascinante viaggio per scoprire di più sul sorridere, ho scoperto qualcosa di molto più grande di un semplice modo per vincere una corsa impegnativa – ho scoperto un modo semplice e sorprendentemente potente per migliorare significativamente la mia vita e quella degli altri.
madreTeresaQuindi adesso, ogni volta che volete avere un aspetto radioso e competente, migliorare il vostro matrimonio, o ridurre lo stress … ogni volta che volete sentirvi bene come quando godete di tanto eccellente cioccolato, senza pagarne il prezzo in calorie, o come se aveste casualmente trovato 25 pezzi da mille dollari nella tasca di una giacca che non indossavate da molto tempo… o quando volete utilizzare un superpotere e aiutare voi stessi e gli altri a vivere una vita più lunga, più sana, più felice… SORRIDETE  🙂

Iscriviti alla Newsletter