University of Southern California

Quando i nostri antenati cominciarono a mangiare carne, l’evoluzione sviluppò dei geni che compensarono il colesterolo alto e le malattie croniche associate a una dieta ricca di proteine, afferma una nuova ricerca del USC. Quei antenati cominciarono anche a vivere più a lungo, uno sviluppo evolutivo inaspettato. Ad un certo punto, probabilmente 2 1/2 milioni di anni fa, mangiare la carne è diventato importante per le creature umane e quando questo accadde, tutto cambiò.

La carne contiene colesterolo e grassi, senza menzionare parassiti potenziali e malattie come quella della mucca pazza. La ricerca fatta dai professori del USC Caleb Finch e Craig Stanford è apparsa nel giornale Review of Biology, sollevando un interrogativo: perché così tante persone soffrono di colesterolo alto e malattie vascolari se abbiamo sviluppato i geni per compensare una dieta ricca di carne?

Secondo i ricercatori, la risposta è una mancanza di esercizio e di moderazione. Mangiare carne va bene, ma con moderazione e con molto esercizio fisico.

Iscriviti alla Newsletter