Cattura 2

Miti, sogni e misteri

Miti, sogni e misteri di Eliade Mircea

Proseguendo nel suo studio della struttura e funzione del mito, iniziato con Mito e realtà e Il mito dell’eterno ritorno, Mircea Eliade, uno dei più autorevoli storici viventi delle religioni, esamina in questi saggi la sopravvivenza del comportamento mitico nel mondo moderno, anche se esso non vi assolve più la funzione che aveva nelle società tradizionali, quando permetteva all’uomo arcaico di staccarsi dal tempo profano e di ricongiungersi al Grande Tempo, al tempo sacro.
Un altro tema del libro è l’analisi dei rapporti tra il dinamismo dell’inconscio – come si manifesta nei sogni e nell’immaginazione e le strutture dell’universo religioso. Infatti non vi è motivo mitico e scenario iniziatico che non sia in qualche modo presente anche nei sogni e nelle fantasie dell’immaginazione. Ma, a differenza delle psicologie del profondo, che fanno derivare le figure e gli avvenimenti della mitologia dai contenuti e dalla dinamica dell’inconscio, Mircea Eliade sostiene e dimostra che i contenuti e la struttura dell’inconscio partecipano, seppure in forma rudimentale, dell’esperienza religiosa. «L’aura religiosa di certi contenuti dell’inconscio» spiega Eliade «non sorprende lo storico delle religioni perché egli sa che l’esperienza religiosa impegna l’uomo nella sua totalità, quindi anche le zone profonde del suo essere.
Questo però non significa ridurre la religione alle sue componenti irrazionali, ma semplicemente riconoscere l’esperienza religiosa qual è: esperienza dell’esistenza totale, che rivela all’uomo le sue modalità d’essere nel mondo.»
Mircea Eliade è nato nel 1907 a Bucarest, dove ha conseguito la laurea in lettere.
Dal 1928 al 1932 fu all’Università di Calcutta per approfondire i suoi studi sull’India, soprattutto sotto l’aspetto religioso. Ha insegnato metafisica all’Università di Bucarest e dal 1946 al 1949 ha tenuto corsi all’Ecole-des Hautes Etudes della Sorbona.
Dal 1956 vive negli Stati Uniti, dove è titolare della cattedra di storia delle religioni all’Università di Chicago. Ha fondato la rivista di studi religiosi «Zalmoxis».
Fra i suoi libri, ricordiamo il “Trattato di storia delle religioni”, “Il sacro e il profano”, “Arti del metallo e alchimia”, “La foresta proibita”.
È morto a Chicago il 22 aprile 1986.

A questo link è possibile visionare il testo.