Uno scienziato canadese ha trovato nei broccoli e nei germogli di broccoli un composto che può abbassare il rischio di pressione alta e di malattie cardiovascolari o d’infarto. Bernhard H.J. Juurlink dell’Università di Saskatchewan ha esaminato il collegamento tra i germogli di broccoli, selezionati per i livelli alti di “glucoraphanina” ed il modello ridotto di stress ossidativo esistente in un modello umano noto per l’ipertensione.

Lo stress ossidativo accade quando una molecola instabile di una cellula normale, conosciuta con il nome di radicale libero, reagisce con l’ossigeno presente nel corpo, causando un’infiammazione e danneggiando le cellule e i tessuti che possono trasformarsi in tumori o provocare malattie cardiache. I meccanismi di difesa antiossidante possono essere migliorati da una molecola specifica conosciuta come “Induttore proteico della fase 2” alcuni/e dei/lle quali possono essere trovati in certi cibi”. Quasi tutti gli studi di ricerca su “sulforaphane”, “glucoraphanin” e i germogli di broccoli si sono concentrati sugli effetti protettivi di queste sostanze contro il cancro.

La nuova ricerca dimostra che queste sostanze aiutano a ridurre il rischio di pressione alta, infarto e malattie cardiache.

Iscriviti alla Newsletter