l test del DNA è attualmente utilizzato al pari delle impronte digitali, per l’individuazione di presunti criminali o a difesa di chi proclama la propria innocenza, ma normalmente un capo d’accusa è già stato formulato.

Il Sindaco di New York City, Michael Bloomberg questo mese ha annunciato che la città d’ora in poi avvierà una vera e propria schedatura ed il confronto dei DNA diverrà una prassi di routine. Un nuovo programma chiamato John Doe Indictment Project, si pone l’obiettivo di verificare i dati raccolti con i casi rimasti insoluti negli ultimi dieci anni.