TIM FOLGER – Discover

dal SchwartzReport del 10 febbraio 2010

Un rapporto aggiornato dal nuovo campo della biologia quantistica che, reputo, sia una delle più importanti evoluzioni della scienza.

Nella visione tradizionale della fotosintesi, l’energia che viene portata dai fotoni e costantemente trasmessa dal sole, è trasferita rimbalzando da una molecola di clorofilla all’altra, un processo che infine produce carboidrati semplici dall’acqua e dal diossido di carbonio. Ma l’ultima primavera, un team guidato da Graham Fleming, vice-direttore del Lawrence Berkley National Laboratory, ha riportato che il processo è molto più interessante di questo.

Utilizzando laser ultra-veloci, essi hanno scoperto che l’interazione tra l’energia del sole e le molecole di clorofilla in un batterio dipende da una stranezza della meccanica quantistica nota come superposizione, dove l’energia di un singolo fotone può temporaneamente presentarsi in molti diversi stati allo stesso tempo. Questo permette alla fotosintesi di valutare tutti i possibili collegamenti tra le differenti molecole di clorofilla stimolati dalla reazione. Il percorso più efficiente viene selezionato e l’energia trasferita attraverso il batterio appena la superposizione collassa.

“In un certo senso questo processo è simile all’informatica quantistica,” dice Greg Engel, un membro del team di Fleming. “Questo è il modo in cui un computer quantico realizza la sua incredibile efficienza e la sua abilità a risolvere problemi molto complessi, perché può valutare molte soluzioni allo stesso tempo.”

Iscriviti alla Newsletter