697_Rosanna

Mi trovo in un clima festivo e sereno nel cimitero e sono nella cappella di famiglia a riordinarla e ad abbellirla con dei fiori. Mia figlia intanto mi lascia per raggiungere dei nuovi amici. Mi sento stanca e allora mi addormento vicino alla lapide del mio papà. Mi sveglio serena finisco di spolverare e di riordinare e esco fuori dalla cappella per ammirare il mio lavoro, ma da fuori vedo tutti i fiori a terra in disordine. Non capisco! Allora rientro immediatamente per risistemare, ma rientrando mi accorgo che invece è tutto perfetto. Riesco fuori e di nuovo i fiori sono rovesciati e scomposti, allora rientro dentro e da dentro è ancora tutto perfetto. Nel sogno ripeto più volte questo andare fuori col vedere tutto scomposto e rientrare col vedere tutto perfettamente sistemato al meglio. Ad un certo punto, da fuori fermo qualcuno e gli chiedo di osservare e questo mi dice di vedere tutto ordinato bene e mi fa anche i complimenti, mentre io continuo a vedere tutto in maniera diversa.

È ora e devo andare a riprendere mia figlia. Ma lei è introvabile. Non risponde nemmeno al telefono. Vado nel panico, sono fortemente spaventata. Incontro i suoi vecchi amici che mi dicono di lasciarla stare, sono evasivi con me. Chiedo loro di telefonarle, ma non mi danno retta. Sono preoccupatissima, ma alla fine vedo arrivare una donna vestita in maniera semplice, con capelli ricci, castani, medio lunghi, un viso dolce, una voce decisa ma tenera, un pó robusta e con un fare deciso si presenta , ma non ricordo cosa mi dice. Mia figlia é con lei. Me la consegna dicendomi che va tutto bene e che bisogna controllare meglio il telefono dei nostri ragazzi. Mia figlia ha il sorrisino di quando ne combina una delle sue! Il sogno si conclude bene e mi sveglio con uno stupore fortissimo.

Cosa accade nella realtà “visibile”.

Passano alcuni giorni dal sogno e mi ritrovo a dover risolvere un problema di mia figlia con la scuola. Nella nuova classe vi è una ragazzina con cui lei non va d’accordo. La classica viziata che si atteggia da bulletta. I compagni nuovi le sono sconosciuti e lei si sente fortemente a disagio. Vuole cambiare sezione. I suoi amici sono tutti nell’altra sezione. Faccio richiesta alla preside. Mi riceve, espongo il problema, ma per lei la motivazione non é valida per il cambio sezione. Mia figlia è angosciata e vive male l’attesa dell’inizio del nuovo anno scolastico. La sua preoccupazione e fortissima e io stessa mi convingo che è meglio che venga concesso il cambio di sezione. Allora scrivo una brutta lettera di protesta alla preside insistendo nell’ottenere il cambio. Sono arrabbiatissima e decisa ad ottenere ció che chiedo. Mi viene detto dalla responsabile dell’istituto, sua futura insegnante, di aspettare una settimana, per vedere se mia figlia si ambienta. Si rimanda la decisione di una settimana.
Inizia la settimana di prova e mia figlia con suo e mio stupore si trova benissimo; gli amici nuovi l’accettano subito e la ragazzina antipatica nemmeno le da più fastidio. Oggi mia figlia è un riferimento importante per i nuovi compagni che considera anche migliori di quelli che aveva e le insegnanti la trovano un’alunna modello. Insomma è felicissima di stare dove si trova! Stavamo sbagliando tutto.

I fiori rappresentano la situazione che erroneamente cercavo di correggere. Tutto era in ordine ma da fuori io vedevo in maniera sbagliata.
I fiori erano perfettamente sistemati, cioè, mia figlia era perfettamente sistemata nella sezione dove era stata assegnata e non serviva il cambio di sezione. Ma io da fuori vedevo una situazione diversa non corrispondente alla realta interna delle cose.

La donna che nel sogno mi riporta mia figlia è l’ insegnante, la responsabile d’istituto che io non avevo mai vista, mai incontrata. Sono sicurissima! Quando l’ho realmente incontrata sono rimasta pietrificata. Era identica a come l’avevo vista nel sogno. La stessa persona! Identica !!!! Anche il discorso del telefono e dei controlli da fare era venuto fuori.

Le mie conclusioni?
In passaro ho avuto altri sogni premonitori, leggeri, non come questo che ho raccontato. Ciò che accade nel fututo è una conseguenza del mio agire di oggi, nel mio presente. Ho sempre pensato così e non ho mai dato molta importanza ai sogni. Ma ora è diverso , qui le cose cambiano fortemente, perché non è possibile che solo l’ agire di oggi nel mio presente mi permetta di incontrare in sogno una persona sconosciuta che poi vado ad incontrare nella realta visibile, esattamente come l’ho sognata e mi parla anche allo stesso modo che nel sogno … Allora ció che viene detto a riguardo dell’esistenza di un presente continuo ha senso! Il tempo è davvero qualcosa che noi abbiamo frammentato, spezzato per nostra comodità, ma invece è una cosa unica, non frazionata tra passato presente e futuro, ma percepibile nella sua totale unicità e continuità alla nostra parte più profonda….sono molto turbata e sconcertata …non è semplice per la mia logica entare in questa dimensione, che so esistere perché ho avuto modo di percepirla chiaramente. Credo sia importante ora per me avere modo di approfondire tutto ciò che è parte del mio essere allo scopo di comprendere chi siamo realmente, dove siamo e perchè. Grazie dell’opportunità di poter raccontare.

This post is also available in: Inglese