dallo SchwartzReport del 3 dicembre 2012

Traduzione a cura della redazione di coscienza.org – Marisa Menna, Floriana Pulli

Leggete questa storia e pensate alla vostra vita, e alla vita delle persone che conoscete. Quanto è grande il fattore di stress nella tua vita… e nella vita degli altri? La meditazione invece fa crescere il vostro cervello, e riduce lo stress. (Vedi “Meditazione – Il processo psicofisico di autoregolazione che funziona”: http://www.explorejournal.com/article/S1550-8307%2811%2900236-9/abstract)
Stephan A. Schwartz

Fonte: CBS – Connecticut


brainStress(foto di Michael Helfenbein©)

NEW HAVEN, Connecticut (CBS Connecticut) – Un nuovo studio ha scoperto che vivere una vita stressante può portare al restringimento di parti importanti del cervello.

I ricercatori della Yale University hanno visto una riduzione della quantità di materia grigia in alcune parti del cervello che controllano il funzionamento fisiologico ed emotivo di chi ha subito notevoli quantità di stress.

Secondo un comunicato stampa sul sito dell’Università (in inglese), lo studio ha rilevato che agli oltre 100 partecipanti sani è stata effettuata la risonanza magnetica e durante l’analisi hanno risposto a domande su eventi potenzialmente traumatici della vita, tra cui la perdita di una persona cara, di un lavoro o di una casa.

Hanno scoperto che nel cervello di soggetti che avevano da poco subito un evento stressante la materia grigia era nettamente inferiore nelle porzioni del cervello che regolano le emozioni e l’auto-controllo, non solo, anche funzioni fisiologiche come la pressione sanguigna e i livelli di glucosio diminuivano.
L’autore principale e assistente professore di psichiatria, Emily Ansell, nel comunicato ha inoltre rilevato che l’aumento degli eventi stressanti sopportati potrebbe influire sulla capacità dell’individuo di gestire le future situazioni di stress.

Il professor Rajita Sinha membro del Comitato Scientifico dell’Università di Yale e della Foundations Fund, che lavora presso il Dipartimento di Neurobiologia e il Centro di Yale Child Study, ha detto che lo studio mette in luce la crescente importanza di trovare il modo di aiutare le persone a far fronte allo stress in modo corretto.

“Il cervello è dinamico e plastico e può migliorarsi – ma solo se lo stress è trattato in modo sano”, Sinha ha affermato che: “In caso contrario, gli effetti dello stress possono avere un impatto negativo sia sulla nostra salute fisica che mentale.”

Lo studio è stato finanziato dal National Institutes of Health, ed è stato pubblicato all’inizio di quest’anno nella rivista Biological Psychiatry.

Iscriviti alla Newsletter

Prossimi eventi

  1. Rave Meditation

    novembre 5