9 Agosto 2018
Traduzione a cura della redazione di coscienza.org – Marisa Menna

La luce proveniente dai dispositivi digitali innesca la creazione di molecole tossiche nella retina che possono causare la degenerazione maculare.

La luce blu, che ha una lunghezza d’onda più breve e energia più forte rispetto ad altri colori, può causare gradualmente danni agli occhi.
La ricerca dell’Università di Toledo negli Stati Uniti ha rivelato che un’esposizione prolungata alla luce blu attiva molecole velenose nelle cellule sensibili alla luce dell’occhio che possono causare la degenerazione maculare.

Il dott. Ajith Karunarathne, assistente professore nel dipartimento di chimica e biochimica dell’università, ha dichiarato che siamo esposti continuamente alla luce blu e il nostro occhio non può bloccarla. Non è un segreto che la luce blu sia nociva. Gli esperimenti realizzati spiegano come ciò accada e sperano che questo porti a terapie che rallentano la degenerazione maculare, come ad esempio la creazione di un nuovo tipo di collirio.

La degenerazione maculare è causata dalla morte del fotorecettore, cioè delle cellule sensibili alla luce che si trovano nella retina.
Le cellule dei fotorecettori hanno bisogno di molecole chiamate retiniche per rilevare la luce e attivare la segnalazione al cervello, permettendoci di vedere.
I ricercatori hanno scoperto che essere esposti alla luce blu provoca la retina scatenare una catena di reazioni che porta alla creazione di molecole tossiche nelle cellule dei fotorecettori.

Kasun Ratnayake, uno studente coinvolto nello studio, ha dichiarato: “Se fai brillare la luce blu sulla retina, la retina uccide le cellule dei fotorecettori mentre la molecola di segnalazione sulla membrana si dissolve. Le cellule dei fotorecettori non si rigenerano negli occhi. Quando sono morti, sono morti per sempre.”
I ricercatori hanno anche scoperto che l’introduzione di molecole retiniche in altri tipi di cellule nel corpo, come le cellule tumorali, in particolare del cuore e dei neuroni, le ha fatte morire se esposte alla luce blu.
La tossicità generata dalla retina dalla luce blu è universale, può uccidere qualsiasi tipo di cellula.

Gli scienziati hanno scoperto anche una molecola chiamata alfa-tocoferolo, un antiossidante naturale che si trova nell’occhio e nel corpo e che impedisce alle cellule di morire ma non offre alcuna protezione all’invecchiamento della popolazione o a coloro il cui sistema immunitario è stato soppresso.

Il dott. Karunarathne consiglia, per coloro che vogliono proteggere i loro occhi dalla luce blu, di indossare occhiali da sole in grado di filtrare sia la luce UV che quella blu all’esterno evitando di navigare su telefoni cellulari o tablet al buio.
La ricerca è pubblicata sulla rivista Scientific Reports.

Fonte: www.theguardian.com

Immagine Pixabay

Classifica 30 Articoli più letti sul sito